Nascerà a Barga il consiglio dei ragazzi

-

BARGA – Nascerà a Barga un consiglio comunale dei ragazzi. L’idea fa parte dei progetti che il gruppo di opposizione Progetto Comune di Francesco Feniello aveva inserito nel suo programma elettorale in caso di elezione, ed è stata  stato riproposta all’approvazione del consiglio comunale che alla fine ha fatto suo il progetto, con l’approvazione unanime di maggioranza e opposizione.

L’approvazione è avvenuta nel corso dell’ultimo consiglio comunale svoltosi nei giorni scorsi a Barga ancora in video conferenza.

Il via libera del consiglio comunale al progetto è arrivato dopo la presentazione da parte di Progetto Comune di una mozione nella quale si sottolineava che la partecipazione dei cittadini, giovani e meno giovani, alla vita politica e amministrativa del Comune è carente ed anche che la distanza con la quale i cittadini guardano alle istituzioni della politica è enorme, ma soprattutto che è dovere delle istituzioni: “Favorire nei ragazzi la consapevolezza dei propri diritti e propri doveri civici. Occorre avvicinare i giovani alle istituzioni facendo sperimentare loro in modo concreto il concetto di democrazia;  promuovere il rispetto della legalità, il senso di appartenenza al proprio territorio e l’ importanza della comunità.”

Più che condivisibile poi il concetto finale che sia indispensabile raccogliere le idee ed i bisogni dei giovani. Il futuro di questo paese…

Il consiglio dei ragazzi si attuerà adesso sviluppando anche una sinergia con l’ Istituto Comprensivo di Barga, al fine di rendere partecipi i ragazzi e le ragazze del Paese alla vita pubblica e politica.

Il progetto – come ci ha spiegato il capogruppo di opposizione Francesco Feniello –  punta a promuovere la partecipazione alla vita del Paese, nella convinzione che l’esperienza possa rappresentare un momento di aggregazione e partecipazione dei ragazzi, quali soggetti attivi e di conseguenza artefici consapevoli del proprio presente e futuro comunitario.

Insomma, avvicinare i giovani alle istituzioni, attraverso la sperimentazione concreta della “politica” intesa nel suo significato più puro di partecipazione, per uno sviluppo ed una crescita come cittadini responsabili”.

Il progetto si rivolge agli alunni delle prime due classi delle medie e delle ultime due della scuola primaria, ma diverse saranno le realtà coinvolge nel mondo della scuola ed anche dei genitori e del Comune.

Ora c’è da mettere in pratica la realizzazione del consiglio dei ragazzi:

“Condizione necessaria affinché il Consiglio Comunale dei Ragazzi possa nascere e svilupparsi sul nostro territorio –spiega ancora Feniello –  è che ci sia un gruppo di adulti ”sensibili” che creda nel progetto come strumento di cambiamento della realtà; che creda nei ragazzi e li veda come soggetti ricchi di risorse e di idee importanti utili per questa trasformazione; che lavori non solo per loro ma con loro.”

Nella prima fase, dovrà essere intanto costituita una equipe di lavoro composta da: insegnanti e docenti referenti della scuola e referenti dell’amministrazione Comunale di maggioranza e minoranza per la promozione e la presentazione del progetto.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*