Lunedì 23 dicembre c’è lo storico Presepe Vivente di Barga

-

BARGA – E’ stata presentata questa mattina a Barga l’edizione 2019 del Presepe Vivente di Barga, il più antico tra quelli che si svolgono, ormai numerosi, in Valle del Serchio. Si spegneranno con qeuesta edizione le 39 candeline.

Il presepe andrà in scena come sempre la sera dell’antivigilia di Natale, il 23 dicembre, con inizio della manifestazione alle 20, l’arrivo ed il viaggio nel presepèe della Sacra Famiglia alle 21,20 ed indicativamente la natività attorno alle 22,30-23.

La manifestazione come detto è la prima nel suo genere in tutta la Valle del Serchio e si è conquistata  con la sua lunga storia di successo un posto speciale nella preferenza di tanti visitatori che non mancano ogni anno di prendere parte ad un evento reso suggestivo anche dalla cornice medievale del borgo di Barga Vecchia.

Tra le novità di questa edizione l’uscita di scena della sacra famiglia storica, quella che per 38 anni ha caratterizzato questa manifestazione. Vanno insomma “in pensione” , Giancarlo e Sara Cella che il coordinatore della manifestazione, Enrico Cosimini, vuole ringraziare pubblicamente per la loro costante presenza.

Al loro posto ci saranno un San Giuseppe ed una Madonna inediti che però per il momento l’organizzazione non ha voluto svelare. Si sa invece chi sarà il piccolo Gesù BambinO, impersonato quest’anno dall’altrettanto piccola Adele Toschi figlia di Silvia Bacci e Francesco Toschi. Sarà la solita invece la “squadra” dei Re Magi: Antonello Maggiore, Paolo Giannotti e Michele Mombellardo.

Tanti i giovani ed i gruppi che prendono parte alla rappresentazione con i figuranti che saranno ancora una volta circa 200, impegnati nella rappresentazione di decine e decine di antichi mestieri di una volta, a comporre appunto un grande presepe a cielo aperto, simile a quello che, fatto con le statuine, appare durante le festività nelle case barghigiane. Ci saranno gruppi e associazioni provenienti da Barga, Pegnana, Sommocolonia, San Pietro in Campo, Tiglio, Castelvecchio, Filecchio, ma anche famiglie storiche del presepe come quella dei Renucci di Barga, singoli cittadini e tanti ragazzi.

Il percorso sarà abbastanza simile a quello dello scorso anno pur se con qualche variazione;  partirà da Piazza del Comune e ci saranno indicazioni speciali per raggiungere il punto di partenza. Poi da qui lungo via di Mezzo, le piazze attigue e poi anche in via di Solco, per tornare a Porta Reale e risalire in via delle Mura e poi in via del Pretorio per giungere in Duomo dove si terrà la scena della natività. Un percorso ormai collaudato alla scoperta degli antichi mestieri e lungo la via condotta da Giuseppe e Maria.

Come al solito, dopo l’arrivo della Sacra Famiglia, la Natività sarà annunciata da un razzo che partirà dal campanile del Duomo di Barga, come una stella cometa ed in quel momento accompagnati dal suono delle campane, giungeranno in Duomo anche i Re Magi e tutti i figuranti.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*