KME, presentato il rapporto di sostenibilità 2018

-

FORNACI – Stamani  la presentazione del secondo rapporto di sostenibilità di KME incentrato in particolare sui dati del 2018.

Per il secondo anno l’azienda ha esposto il percorso fatto per la la ricerca di innovazione sostenibile, lavoro e sviluppo con un occhio di riguardo, come più volte ha voluto sostenere anche in questi mesi, verso l’economia circolare. Il tutto grazie  ai rilievi di Greening Marketing Italia.  Tra i relatori è intervenuto il presidente onorario di Legambiente Ermete Realacci che in particolare si è soffermato su uno dei temi cari a KME; lo sviluppo dell’economia circolare: “Quello che era un tempo una necessità per scarsezza di materie prime (recuperare e ridurre i consumi di energia) oggi diventa virtù ed anche una scommessa, per rendere più competitive le nostre imprese; anche questo stabilimento avrà futuro se farà questa scommessa”.

E’ stato poi il presidente di Greening Marketing Italia, il prof. Francesco Ferrante, ad illustrare il report di sostenibilità ed esprimendo un giudizio positivo: “C’è un miglioramento – ci ha detto – che c’era stato già negli anni passati ma che è ulteriormente cresciuto circa le efficienze energetiche ed emissioni globali che si fanno a Fornaci di Barga.  I risultati fino ad ora sono davvero molto positivi”.

Ferrante ha avuto parole anche per il piano di rilancio di KME che passa anche dalla realizzazione dell’impianto gassificatore.: “In questa prospettiva – ha concluso il suo intervento  – si innesta pienamente il piano di rilancio presentato da KME per passare all’autoconsumo energetico e all’ulteriore abbassamento dei livelli di emissioni”.

Per quanto riguarda in particolare l’efficienza energetica dello stabilimento di Fornaci (il rapporto tra consumi e produzione), il report indica un miglioramento di + 6,2% nel 2018, rispetto all’anno precedente, con una minore quantità quindi di energia utilizzata per tonnellata di prodotto.

 

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*