Primi passi per il gruppo di protezione civile dell’Arciconfraternita di Misericordia di Barga

-

Si è svolta ieri sera a Barga, nella sala Baraglia presso il palazzo comunale in via Roma, la riunione indetta dall’Arciconfraternita di Misericordia di Barga per valutare se a Barga esistevano i presupposti e la volontà di andare a formare un altro gruppo di protezione civile.
Come è noto sono presenti sul territorio già altre realtà come il nucleo di protezione civile dell’ANC (Associazione Carabinieri) ed il Gruppo di Protezione Civile della Misericordia del Barghigiano e così qualche perplessità non è mancata nelle settimane scorse circa la presenza di un nuovo gruppo, “Ma noi non vogliamo entrare in contrasto con nessun altra realtà, casomai interagire e collaborare al massimo per organizzare una rete forte di protezione civile sul territorio” ha detto il governatore della Arciconfraternita Enrico Cosimini.
In tal senso anche l’intervento dell’assessore alla protezione civile Pietro Onesti che stamni ha ribadito: “Quando abbiamo appreso della volontà di formare a Barga un nuovo gruppo di protezione civile abbiamo subito dato il nostro appoggio in quanto riteniamo che più forze e più persone sono impegnate sul territorio per affrontare possibili emergenze e meglio è. Soprattutto in una realtà complicata come la nostra dove le emergenze purtroppo non sono mancate. L’importante è sapere che è il Comune il principale referente e che coordina gli interventi di protezione civile in caso di emergenza e soprattutto che qualsiasi gruppo deve dotarsi delle conoscenze e delle competenze necessarie per poter agire in caso di necessità. Detto questo per noi ogni realtà presente merita della solita attenzione e del solito appoggio e con tutte queste realtà il comune intende cooperare fattivamente”
A presentare il progetto dell’Arciconfraternita, di fronte ad una venticinquina di persone, è stato il socio della Arciconfraternita Marcello Bernardini da quale è nata l’idea. Era presente anche Mauro Giannotti della Misericordia di Castelnuovo Garfagnana, che ha illustrato le competenze delle squadre di protezione civile e tutto il percorso di formazione che è necessario.
E’ intervenuto anche l’ing. Alessandro Donini per l’ufficio di protezione civile del comune.
Al termine della serata in sei dei presenti hanno dato la propria disponibilità a far parte del gruppo ed interesse è stato espresso anche dal gruppo scout di Mologno oltre che dall’ASBUC.
Prossimo passaggio l’approvazione da parte del consiglio dell’Arciconfraternita di Misericordia per poter avviare l’iter di questo progetto: “Con l’obiettivo – ha ribadito il governatore della Misericordia – di collaborare al massimo con le altre realtà a cominciare dai quella dei nostri confratelli della Misericordia del Barghigiano”.

(ringraziamo per le foto Pier Giuliano Cecchi)

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.