Pirogassificatore: a proposito dell’approvazione dell’ordine del giorno dell’Unione dei Comuni

-

Sull’approvazione dell’ordine del giorno contro il pirogassificatore, avvenuto lunedì scorso presso l’unione dei Comuni e sulle assenze importanti degli esponenti PD di Coreglia e Bagni di Lucca, intervengono i consiglieri del gruppo di minoranza Cristina Benedetti, Sandra Paoli, Pietro Frati, Claudio Gemignani che scrivono:

“Finalmente dopo quasi due mesi all’Unione dei Comuni della Mediavalle del Serchio si è potuta discutere e votare la mozione contro il progetto di un pirogassificatore che l’azienda KME vorrebbe realizzare nello stabilimento di Fornaci di Barga. I primi a sollevare ed affrontare questo tema in consiglio all’Unione dei Comuni infatti siamo noi consiglieri di minoranza ( Cristina Benedetti di Borgo a Mozzano, Sandra Paoli di Pescaglia, Pietro Frati di Coreglia Antelminelli e Claudio Gemignani di Bagni di Lucca). La mozione da noi presentata fu portata in assemblea (semideserta) di consiglio lunedì 17 dicembre 2018, ma non fu messa a votazione per motivi politici, in quanto avrebbe messo in risalto la difficoltà del PD a bloccare il progetto.

Vista l’importanza dell’argomento e soprattutto la valenza che ha sui cittadini, prevalse così il buon senso e accettammo di fare una mozione congiunta con la promessa, da parte della maggioranza, di votarla dopo pochi giorni, e comunque entro fine anno. Dopo oltre un mese viene convocata un’assemblea di consiglio da tenersi lunedì 28 gennaio 2019, ma purtroppo per vari motivi viene a mancare il numero legale e di conseguenza il consiglio non viene svolto non potendo ovviamente votare la mozione congiunta.

Lunedì 25 febbraio viene convocato un nuovo consiglio con diverse pratiche importanti e la mozione sul pirogassificatore ed anche questa volta, come volevasi dimostrare, la maggioranza non aveva abbastanza consiglieri per raggiungere il numero legale per poter svolgere l’assemblea di consiglio. Purtroppo negli ultimi mesi i consiglieri di maggioranza sembrano avere molti impegni che impediscono loro di partecipare ai consigli dell’Unione e siamo noi di minoranza (consiglieri di opposizione nei rispettivi comuni) a garantire il numero legale per responsabilità nei confronti dell’istituzione e dei cittadini.

Ed è così che dopo più di due mesi, il consiglio dell’Unione dei comuni ha votato all’unanimità (dopo l’uscita anticipata di un consigliere di maggioranza) una mozione di contrarietà al progetto della KME. Ci auguriamo che da adesso in poi i consiglieri di maggioranza siano meno oppressi dagli impegni e possano così adempiere al dovere per cui sono stati eletti in modo che il Consiglio dell’Unione dei Comuni della Media Valle possa espletare senza ritardi, la sua funzione”.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*