I tarocchi pop di Keane, tra Barga, Firenze e medioevo

-

Barga Pop Tarot è la mostra  che l’artista Keane (pittore, fotografo, artista, cronista di quello che caratterizza la bellezza e l’unicità del centro storico di barga con barganews.com)  che ormai consideriamo da tanti e tanti anni barghigiano a tutti gli effetti,  ha prima allestito presso la Locanda di Mezzo – Barga Vecchia. La mostra, dopo la chiusura del locale passato a nuova gestione e che riaprirà con il mese di maggio in un nuovo percorso, è stata adesso spostata nell’atrio di Palazzo Pancrazi che vi accoglie con le immagini dei Tarocchi viste da Keane e da opere dai colori intensi e che vi colpiscono.

L’artista da anni nutre una passione ed un interesse particolare per il gioco delle carte, inteso spesso come un vero e proprio momento di espressione sociale ed umana da osservare. Come ha raccontato lui stesso, in questi 30 anni si è cimentato spesso nei ritratti di giocatori di carte impegnati in partite al bar del paese, con i loro mazzi dai disegni rimasti più o meno invariati nei secoli. Ad ogni tentativo di riproduzione su tela Keane però non riusciva ad andare oltre alcune immagini scollegate che invece hanno trovato il filo logico da sviluppare dopo la lettura di un articolo che menziona i commercianti di seta fiorentini Lorenzo di Bartolo e Matteo di Zanobi, che in un affare collaterale commerciavano anche con carte da gioco tra il 1431-1460. Nell’articolo si dice anche che di questo commercio si occupavano anche dei fornitori di carte da gioco fiorentini che vendettero più di 3500 mazzi ai commercianti di seta. Si trattava in particolare di mazzi di trionfi originali, più tardi conosciuti come “tarocchi”…

Barga è stata roccaforte fiorentina, piccolo pezzo di terra della Firenze dei Medici.  Tamnto che ancora oggi viene indicata come Barga Fiorentina o Barga Medicea. La città era anche conosciuta durante il Medioevo per la produzione della seta che poi veniva venduta anche a Firenze. Ergo, ha dedotto Keane è più che probabile che allora, 500 anni fa, anche a Barga la gente del posto stesse giocando con alcuni pacchetti di carte originali di Tarocchi o Trionfi.

L’ispirazione è venuta da lì e poi l’artista ha fatto il resto in questa serie di opere di grande impatto che ora sono visibili nell’atrio comunale. Una elaborazione in parte fedele ai segni ed ai disegni del tempo ed in parte rivista con chiari riferimenti anche a Barga, ai suoi santi, al suo duomo, in uno stile più… pop. Appunto i tarocchi pop di Keane.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.