Grave una donna investita da un pirata della strada a Fornaci. È la sorella dell’ex sindaco Campani

-

È grave una donna di Barga, Vania Campani di 60 anni che è stata investita questa sera da un pirata della strada lungo via della Repubblica, nei pressi dell’incrocio che conduce al supermercato Conad, mentre, pare, si accingeva ad attraversare la strada.
L’incidente è avvenuto verso le 20 di stasera 5 ottobre, mentre la donna si stava recando a festeggiare il suo compleanno presso il ristorante la Bionda. Vania è la sorella dell’ex sindaco di Barga, Mauro Campani.
Ad investire la donna, facendola sbalzare a qualche metro di distanza sull’asfalto, una Fiat Punto di colore scuro che si sarebbe poi allontanata velocemente lasciando la donna a terra. Sono stati gli amici che erano con lei per unirsi alla festa di compleanno ed alcuni passanti a dare l’allarme dopodiché la donna è stata soccorsa da un’ambulanza e dall’auto medica ed è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Luca di Lucca. Le sue condizioni sono gravi.
Sul posto i Carabinieri che hanno avviato immediatamente le ricerche per individuare il pirata della strada che ha ridotto la donna in gravi condizioni e che dopo l’urto si sarebbe dileguato velocemente.
Tra gli indizi, un gancio di traino perso dall’auto durante l’impatto; peraltro tra i testimoni presenti in zona anche un militare della stazione Carabinieri di Barga, fattore che sicuramente contribuirà ad indirizzare sulla giusta strada le indagini. Domattina verranno poi consultate le telecamere della info mobilità del comune per cercare nuovi elementi utili ad individuare il colpevole
Stando agli ultimi aggiornamenti i Carabinieri sarebbero comunque abbastanza vicini a dare un nome al pirata della strada. Si dice anzi che ci sia già un uomo fermato dagli inquirenti, ma sono per il momento solo voci.
Ora però rimane la grande preoccupazione per Vania le cui condizioni sono veramente critiche. La giornata del suo sessantesimo compleanno si è trasformata in una tragedia che tutti si augurano possa avere un epilogo positivo.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.