La Libellula a KME su piani fabbisogno energetico: fornisca presto maggiori informazioni sulle scelte che intende portare avanti

-

Torna ad intervenire il comitato ambientale La Libellula di Fornaci, sulla questione delle possibili soluzioni che KME intende adottare per produrre in proprio energia elettrica presso lo stabilimento di Fornaci, in modo da renderlo autonomo e così più competitivo. La Libellula chiede all’azienda adesso di fornire maggiori informazioni sulle scelte che intende portare avanti.

L’azienda ha sempre asserito di essere disponibile – dichiara il comitato – al confronto con le istituzioni e con i cittadini. Il movimento la Libellula apprezza questa disponibilità, ma affinché il confronto sia effettivo, concreto e non semplicemente di forma, chiede all’azienda,  attraverso la Pubblica Amministrazione, di fornire maggiori informazioni in merito alle scelte che si accinge a prendere.

La Libellula è preoccupata soprattutto dall’ipotesi di eventuale utilizzo di pulper per produrre energia: Negli ultimi mesi si stanno susseguendo dichiarazioni di KME diffuse a mezzo stampa circa le possibili alternative che l’azienda intende valutare per coprire il proprio fabbisogno energetico: prima inceneritore, ora pirogassificatore; la questione che come cittadini più ci preoccupa è il combustibile scelto per alimentare l’impianto: lo scarto di pulper di cartiera è un rifiuto del ciclo di lavorazione della carta da macero che contiene alte percentuali di plastica eterogenea, metalli ferrosi, metalli pesanti contenuti negli inchiostri etc. Per questo siamo totalmente contrari a qualsiasi processo di combustione o assimilato.

Abbiamo anche fatto formale richiesta all’Amministrazione Comunale di Barga di farsi portavoce presso l’Azienda delle nostre istanze di costituire urgentemente e inderogabilmente un tavolo di confronto permanente, di cui l’Amministrazione stessa sia il fulcro e dove i cittadini, singoli o riuniti in associazioni, possano partecipare attivamente ai processi decisionali.

Come primo passo abbiamo chiesto che l’Amministrazione solleciti l’azienda a fornire al movimento La Libellula, nel pieno rispetto del segreto aziendale e nel più breve tempo possibile, il proprio piano industriale e il bilancio energetico aziendale (storico e previsionale)”

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.