“Magnifiche presenze”: inaugurata la mostra Pascoli-d’Annunzio

-

Giovanni Pascoli e Gabriele d’Annunzio: due grandi letterati dell’Italia contemporanea, agli antipodi per stile di vita e attitudine. Negli anni in cui ebbero rapporti, tra il 1895 e il 1912, si scrissero, si lessero, si scambiarono libri, si incontrarono, ebbero anche forti dissapori. Molte volte si sono pensati e raccontati a vicenda guardando la Pania, il primo dal lato della Valle del Serchio, il secondo dalla Versilia. Ora, a più di un secolo di distanza, i due personaggi si sono nuovamente incontrati grazie alla mostra “Magnifiche presenze”, inaugurata ieri nella splendida cornice di Casa Pascoli. L’iniziativa, nata da un’idea dell’editrice Franca Severini, è stata promossa dal Comune di Barga e dalla Fondazione Giovanni Pascoli congiuntamente con la Fondazione il Vittoriale degli Italiani, che nella sua sede sulle rive del Lago di Garda ospita una mostra speculare, inaugurata lo scorso 1° giugno. E’ la prima di molte proposte nate e sviluppate in base al protocollo d’intesa tra le Fondazioni, firmato lo scorso 10 agosto sull’altana di Casa Pascoli.

Un’esposizione, quella di “Magnifiche presenze”, che coniuga la storia con l’arte, le parole con le immagini. Ne sono autrici due nostre concittadine, la pittrice Sandra Rigali e la fotografa Caterina Salvi, che in passato già avevano lavorato sulla figura del poeta e che con questa mostra riprendono il discorso pascoliano, ampliandolo e offrendo nuovi e suggestivi spunti. Se gli scatti di Caterina Salvi ritraggono e rivivono gli ambienti di Casa Pascoli e del Vittoriale, il pennello di Sandra Rigali restituisce una inedita visione “pop” dei due autori, attraverso istantanee pittoriche: un approccio, quello delle due artiste, che attualizza e restituisce pienamente Pascoli e d’Annunzio alla nostra epoca. La mostra è poi impreziosita dalla stampa di due cataloghi, le cui introduzioni sono firmate dalla professoressa Daniela Marcheschi, curatrice scientifica del progetto, e da Beba Marsano, critica d’arte e penna del “Corriere della sera”.

Una mostra di tale qualità ha avuto una altrettanto degna inaugurazione, alla presenza del Sindaco Marco Bonini, dei Presidenti delle due Fondazioni Alessandro Adami e Giordano Bruno Guerri (al quale tra l’altro, nell’occasione, il Sindaco ha annunciato che sarà consegnato il San Cristoforo d’Oro 2017), del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani e di molte altre autorità ed amici. A chiusura degli interventi, l’attrice Elisabetta Salvatori ha letto alcune missive e alcuni ricordi dei due poeti.

La mostra, allestita negli spazi della limonaia e del Centro Studi, è visitabile fino al 31 gennaio 2018 in base agli orari di apertura della Casa Museo.

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*