ArtCombarga, Piazzale Matteotti va “liberato” dalla sosta a pagamento

-

Quel parcheggio a pagamento non s’ha da fare. Semplificando un po’, ma questa alla fine è idea di Artcombarga, l’associazione che cura gli interessi di commercianti ed artigiani di Barga circa la sosta a pagamento nel Piazzale Matteotti. Sosta che, per uno dei più grandi parcheggi di Barga è regolata dal pagamento del biglietto per la maggior parte e nella sosta a disco orario nella restante parte degli stalli.

ArtCom Barga ha scritto nei giorni scorsi una lettera al comune di Barga ed al sindaco Marco Bonini in primis in cui si chiede un incontro par parlare dell’attuale situazione. E casomai, per “liberare” il piazzale dalla sosta a pagamento. Ma la risposta non è arrivata e così l’intrervento dell’associazione arriva ora sui giornali.

“Circa un anno fa il Sindaco di Barga Marco Bonini incontrò i commercianti che gravitano attorno Piazzale Matteotti riguardo la decisione dell’Amministrazione comunale di mettere a pagamento parte della sosta nel suddetto piazzale – scrive in proposito il presidente di ArtCom barga Giulio Turriani – I commercianti direttamente coinvolti espressero non poche preoccupazioni circa il possibile danneggiamento delle loro attività commerciali ottenendo, dal Sindaco, rassicurazioni e l’impegno per un nuovo incontro per fare il punto della situazione e discutere di una eventuale modifica.

Facendo, quindi, riferimento alla parola data dal Sindaco di Barga Marco Bonini ArtCom Barga ha richiesto al sindaco un incontro, senza aver ricevuto ancora risposta alcuna. In vista dell’imminente stagione estiva chiediamo ancora una volta al sindaco un incontro per rivalutare la situazione”

Secondo i commercianti la messa a pagamento di buon aparte degli stalli non soltanto è stata poco remunerativa per le casse comunali in quanto il numero delle auto parcheggiate nell’arco della giornata è irrisorio (la sosta più utilizzata è quella gratuita dei primi quindici minuti), ma ha anche gravemente danneggiato le attività commerciali che sorgono attorno al parcheggio. “Il tutto- spottolineano i commercianti – in un periodo già particolarmente difficile per l’economia. La decisione assunta dal comune ha così visto il progredire di una situazione già critica che l’Amministrazione non aiuta a risolvere ma addirittura va ad aggravare”.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.