Commercio, altro addio storico: chiude l’Emiliana

-

“Il negozio l’Emiliana è chiuso. Ringraziamo tutti i nostri clienti per la fiducia che ci hanno dato in tutti questi anni. Ci ricorderemo di tutti voi.”
È con queste poche parole affisse alla porta – e con cartelli “vendesi” e affittasi” oltre alle vetrine desolatamente vuote – che lo storico negozio di via della Repubblica annuncia a tutti a chiusura definitiva.

Un fulmine ciel sereno per i fornacini, abituatati da decenni a comprare abbigliamento, biancheria intima e per la casa e abiti da lavoro nel grande negozio al civico 230 della via principale del paese.

Le cause sono sempre le solite: la crisi non ha risparmiato nemmeno un piccolo impero come l’Emiliana, i cui titolari nel tempo avevano aperto filiali anche a Castelnuovo e in Sardegna esponendosi in importanti investimenti in tempi pre-crisi.

Ma la chiusura de l’Emiliana non lascia solo un vuoto per i clienti: la sua chiusura cala le saracinesche anche su un’ampia parte della storia commerciale di Fornaci giacché, con il nome di Emporio Puccini, era presente dal lontano 1939, primo traguardo del vecchio signor Puccini, che aveva fatto fortuna vendendo abiti e biancheria porta a porta. La sua parabola lo aveva portato ad aprire il negozio di Fornaci poi trasformatosi in L’Emiliana nel 1965 dove si sono avvicendate quattro generazioni della famiglia Puccini. E dove hanno lavorato, nei tempi migliori, fino a 12 persone, in uno spazio passato dai 100 metri quadrati iniziali a 700 metri raggiunti con l’ultima ristrutturazione del 2004.

Adesso questa storia “gloriosa” di commercio e investimenti nel paese di Fornaci si è interrotta bruscamente, lasciando non poca amarezza e preoccupazione in chi assiste impotente.

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.