Opere pubbliche. Ecco programma e obiettivi per il 2016

- 2

Opere pubbliche per circa 2 milioni di euro. Questa le previsione per l 2016 secondo il programma triennale 2016-2018 dei lavori pubblici di cui è stato approvato nelle settimane scorse il riepilogo generale.

Tra gli interventi previsti un nuovo importante adeguamento antisismico della scuola primaria “G. Pascoli” di Barga, l’adeguamento alle più nuove normative del centro cottura a servizio delle mense scolastiche che si trova a Fornaci di Barga e la ristrutturazione e l’adeguamento antisismico del palazzetto dello sport di Barga, chiuso da un anno proprio per la mancanza dei requisiti di sicurezza.

Si tratta solo di previsioni, è bene ribadirlo, perché per parte dei finanziamenti delle principali opere pubbliche previste il Comune attende ancora il via libera, ma questi saranno comunque i principali interventi si cui l’Amministrazione Comunale intende concentrarsi per il 2016. Parola di assessore Ai lavori pubblici, Pietro Onesti che si dice anche abbastanza fiducioso circa la possibilità di portare all’avvio queste opere pubbliche con l’anno in corso.

“Il primo intervento dovrebbe vedere in totale un costo di circa 800 mila euro e si tratta di ulteriore adeguamento alle normative antisismiche del palazzo che ospita le scuole elementari di Barga; per l’adeguamento del centro cottura di Fornaci sono stati richiesti finanziamenti pari 0 mila euro mentre per la riapertura del palazzo dello sport dopo il suo necessario adeguamento i finanziamenti richiesti ammontano a circa 850 mila euro. In tutti e tre i casi – afferma Onesti – le probabilità di accedere ai fondi necessari sono buone.

Tra gli interventi in programma per il 2016 – continua Onesti – l’avvio della progettazione per la realizzazione della nuova mensa del polo scolastico di Fornaci che comprende Materna e Primaria. Il progetto è necessario al completamento del 4° lotto, già inserito nel programma triennale delle opere pubbliche per il 2018, dei lavori che stanno riguardando la nuova scuola elementare di Fornaci e per il quale è previsto un importo di spesa di oltre 2 milioni di euro”.

Onesti dichiara poi che è già in programma per il 2016 anche un intervento per la riqualificazione dell’area esterna di Villa Gherardi e la realizzazione dell’ascensore a servizio dell’ostello per un costo di circa 60 mila euro e che sempre quest’anno partirà anche la progettazione, costo di circa 192 mila euro, per proseguire l’iter della richiesta di finanziamento dell’importante opera di difesa del suolo a cui il Comune lavora da anni; che prevede, per una spesa complessiva di 5 milioni di euro, la raccolta ed il recupero delle acque meteoriche provenienti da Barga per mettere in sicurezza l’abitato di Mologno. “Da tempo – ribadisce l’assessore – siamo impegnati nella captazione dei fondi necessari e notizia recente è apunto che è stato finanziato il progetto.

Per quanto riguarda gli interventi in programma già dal 2016, tramite il PSR (Piano sviluppo regionale) dovrebbero essere completati anche una serie di interventi relativi alle somme urgenze già realizzate per il recupero di alcuni danni degli eventi alluvionali del 2013. Tra questi l’ulteriore lotto per la messa in sicurezza del versante della frana di Piaggiagrande, con il ripristino anche dell’ultimo tratto di collegamento della vecchia strada di Renaio, il completamento dell’intervento di messa in sicurezza del Rio dell’Orso a Castelvecchio; per la regimazione delle acque del rio del Chitarrino in via Traggiaia a Fornaci; per il completamento degli interventi sui movimenti franosi lungo la strada della Mocchia.

“Tra le bone notizie – conclude Onesti – di sicuro anche la possibilità di investire maggiori fondi sulle opere di straordinaria e ordinaria manutenzione di strade ed altre infrastrutture rispetto ai pochi fondi avuti in eredità dal bilancio 2015”.

Tag: , , , , , ,

Commenti

2


  1. R: Opere pubbliche. Ecco programma e obiettivi per il 2016
    E per non fare andare ancora più in degrado Barga Vecchia? Per il nostro “gioiello” turistico. niente? Mah!Giuseppe Luti11-01-2016 – ore 23.02


  2. R: Opere pubbliche. Ecco programma e obiettivi per il 2016
    Buongiorno Luca, una considerazione che non vuole essere assolutamente una polemica, ma adeguare una vecchia struttura secondo me porta sempre nuovi problemi e non risolve mai completamente i vecchi.Perché spendere più di 800 mila euro per adeguare, quando con i soliti soldi, potresti costruirne uno nuovo, moderno, antisismico è più che altro anche caldo.Secondo me il vecchio palazzetto è quasi fatiscente, inserito in un contesto urbano ormai saturo, senza parcheggi ed accessi consoni ad una struttura di tale portata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.