Le elezioni del Consorzio Filecchio-Piano di Coreglia

-

Un fine settimana particolarmente importante sarà quello che attende gli abitanti dei paesi di Filecchio e Piano di Coreglia, o meglio i proprietari di immobili e quindi soci dello storico Consorzio Volontario di miglioramento fondiario. Si andrà infatti a rinnovare il consiglio d’amministrazione dello stesso che avrà il compito di guidare il sodalizio per i prossimi quattro anni. Le operazioni di voto sono previste per domenica 30 Novembre e vedranno l’allestimento del seggio elettorale presso la Sede della Misericordia in via della Chiesa a Piano di Coreglia con orario d’apertura 9,00 – 13,00 e 14,00 – 18,00; ma già venerdì 28 i soci saranno chiamati a ritrovarsi presso le sale parrocchiali del centro polifunzionale di Filecchio alle ore 20,30 per la convocazione dell’attesa Assemblea durante la quale verrà avanzata la rosa dei candidati alla carica di consigliere di amministrazione.

Il Consorzio, così è più comunemente conosciuto dai paesani, nasce cinquantasette anni orsono con l’ambizioso obbiettivo di porsi quale strumento per lo sviluppo del settore agricolo di questi territori utilizzando a fini di irrigazione le acque del torrente Ania che segna il confine fra gli abitati dei comuni di Barga e Coreglia Antelminelli.
Grazie al grande intuito di un gruppo di coraggiosi guidati dal compianto Sirio Manini, che al tempo s’impegnarono in solido accendendo un mutuo di circa cento milioni delle vecchie lire, venne realizzato un complesso reticolo idraulico lungo ben 25 chilometri, grazie al quale si poté arrivare a servire i quasi mille consorziati che ancora oggi si contano quali membri di tale organismo.

Molte sono state negli anni le iniziative promosse da questa importante realtà, su tutte la realizzazione, intorno agli inizi degli anni ottanta, di una centrale idroelettrica capace di utilizzare in maniera fruttuosa le acque del torrente anche nel periodo invernale producendo energia elettrica. Questa centrale a tutt’oggi produce ben 350 kw che, con la loro vendita, garantiscono l’effettuazione di una corretta manutenzione del reticolo idraulico in carico e permettono di non dover richiedere alcun emolumento agli attuali associati e fruitori di questo importante servizio.

Meritevoli di un approfondimento solo le opzioni che vengono concesse ai soci relativamente alle operazioni di voto di domenica 30: tutti gli aventi diritto potranno esercitalo anche a mezzo di altra persona purché in possesso di regolare delega; ciascun elettore può portare con sé fino a cinque deleghe mentre i proprietari pro-indiviso sono considerati come un unico soggetto ed hanno diritto di voto in proporzione della contribuenza fra loro indivisa. Più in generale ogni membro dell’assemblea consortile partecipa alla medesima ed alle operazioni elettorali con un numero di voti proporzionato all’entità dei terreni posseduti.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*