Presentata ai comuni della Mediavalle l’esercitazione EU Terex 2010

-

Lavori in corso per l’organizzazione di EU Terex 2010, l’esercitazione di protezione civile a livello europeo che dal 25 al 28 novembre prossimo simulerà nelle province di Massa e Lucca in particolare i danni di un sisma distruttivo per verificare la macchina dei soccorsi e soprattutto allestire un piano di attivazione di protezione civile adeguato.Presso la sede della Comunità Montana della Media Valle del Serchio, che peraltro avrà un ruolo attivo nell’esercitazione visto che il centro di protezione civile intercomunale di Pian di Giovano sarà uno dei centri di coordinamento, si è svolto stamattina un incontro con i sindaci della Media Valle del Serchio al quale è stato illustrato Terex 2010 e soprattutto sono state spiegate le procedure che dovranno essere attivate dai comuni a seguito del simulato evento sismico di novembre.L’esercitazione e le procedure sono state presentate dal tecnico del dipartimento di pianificazione territoriale e infrastrutture della provincia di Lucca, Francesco Grossi, mentre a presiedere la riunione il presidente della Comunità Montana, Nicola Boggi con l’assessore alla protezione civile della Provincia, Emiliano Favilla e Piero Moscardini, referente del Dipartimento nazionale di Protezione Civile per l’esercitazione EU Terex 2010.E’ stato confermato che all’esercitazione parteciperanno i “core group” (gruppi di lavoro delle protezione civili di Francia, Slovenia, Croazia, Austria e federazione Russa. Lo scenario di riferimento dell’evento sismico sarà lo stesso del terremoto che colpì la Garfagnana il 6-7 settembre del 1920 e che causò in un’area allora rurale 171 morti. Lo scenario di una scossa del X grado della scala Mercalli farebbe prevedere oggi da 900 a 7.000 vittime e da 42 mil
a a 210 mila abitazioni crollate ed inagibili non solo nelle provincie di Massa e Lucca, ma anche nelle aree confinanti.
Per quanto riguarda la nostra provincia ci saranno tre “working areas”, tre aree dove saranno simulate la ricerca ed il recupero di superstiti grazie all’abbattimento di tre ex scuole inagibili a Sillano, nella frazione di Casciana di Camporgiano ed a Fornaci di Barga. L’area principale di ammassamento di tutti i soccorritori a livello regionale sarà nell’area delle Tagliate a Lucca, mentre un’area di ammassamento avanzata dei soccorritori sarà allestita presso gli impianti sportivi di Castelnuovo di Garfagnana.
Ci saranno esercitazioni aggiuntive con scenari proposti da parte di comuni e strutture operative e che saranno resi noti prossimamente, mentre il 25 novembre ci sarà anche l’evacuazione in contemporanea di tutte le scuole della regione.
Per quanto riguarda i comuni, il 25 novembre con l’avvio dell’esercitazione verranno attivati tutti i COC (i centri operativi comunali) prima cellula di intervento in caso di allertamento della protezione civile. Questi dovranno comunicare situazioni e richieste di intervento ai COM (centro operativi misti) che per la provincia di Lucca saranno allestiti per la piana e la città presso l’aeroporto di Tassignano, per la media valle presso il centro intercomunale di Piano di Giovano, a Castelnuovo ed a Piazza al Serchio per la Garfagnana. Tutto il coordinamento dei soccorsi sarà poi gestito a livello provinciale da un centro di coordinamento (CCS) che si troverà a Lucca.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.