Disagi e proteste per la neve e il ghiaccio

- 13

In questi giorni abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di disagi relativi al problema della neve e del ghiaccio.a lamentarsi sono stati soprattutto i cittadini residenti nelle frazioni dove molte strade sono rimaste invase dalla neve, ma anche da Barga e da Fornaci non sono mancate le proteste per alcuni disservizi.A testimonianza di questo pubblichiamo due segnalazioni che ci vengono proprio da cittadini barghigiani.Prima però vogliamo sottolineare che da parte degli operai e dei tecnici del comune il lavoro svolto in questi giorni è stato davvero duro e che l’eccezionalità della situazione ha sicuramente creato disagi in quanto le forze a dispoisizione dell’ente sono state sicuramente inferiori rispetto all’entità del problema. Forse impossibile rispondere a tutte le richieste di aiuto…Detto questo procediamo.
Spettacolare. un ritorno ai tempi passati. da bimbi non si aspettava altro, specialmente in questo periodo. ricordi che riaffiorano, piacevoli ed indimenticati.
Il giorno dopo si vedevano gli “spalatori” che diligentemente e con la regia di un dirigente dell’ufficio tecnico del comune o di un guardia comunale, pulivano le strade, il tutto a forza di braccia e buon senso.
Si puliva prima le strade considerate principali, ma non si trascuravano affatto le strade e stradine, specie nel centro storico. lì viveva la popolazione, stabilmente. e la neve non si ammucchiava ai lati delle strade e/o stradine. proprio in considerazione del fatto che, se la ammucchi, si scioglie a primavera e fino a quel momento crea dei disagi. Mi ricordo che in piazza del comune, per eliminare la neve, si apriva la botola di pietra, che lì si trova, e lì si buttava. e non c’era più neve che dava noia.
Ora, nell’era moderna, si usano mezzi attrezzati, spalaneve, spartineve, trattori più o meno attrezzati, una specie di motocoltivatore che, senz’altro nelle intenzioni di chi lo ha commissionato, doveva togliere la neve dalle strade.
Forse gli spalaneve, spartineve e trattori più o meno attrezzati, servono nelle strade a scorrimento, ma non certamente dentro i centri abitati. dove ci sono botteghe e la gente deve andare a fare la spesa e non sa come fare ad attraversare le strade perché lo spalaneve di turno ha ammucchiato tutta la neve della strada sui lati della stessa e sopratutto sui marciapiedi che dovrebbero essere i primi ad essere sgombri dalla neve. perché va bene far passare il traffico veicolare, ma a maggior ragione deve essere salvaguardato il traffico pedonale. A piedi si può andare da tutte le parti, i veicoli hanno molti limiti.
Tutto questo perché, quì sul ponte dove io abito, oggi alle ore 14,30, è passato di nuovo lo spalaneve arancione (tutto attrezzato per alleviare le sofferenze dei cittadini) e con il suo intervento, a velocità che io ho giudicato anche pericolosa, ha riammucchiato la neve a lato della strada e sul marciapiede del ponte ricoprendolo, vanificando tutto il lavoro fatto in mattinata dagli operai del comune che diligentemente avevano
sgomberato il marciapiede dalla neve e vi avevano sparso il sale per evitare il ghiaccio. Di questo episodio può essere testimone il direttore del giornale di Barga (che ci legge) in quanto stava passando proprio in quel momento sul marciapiede del ponte. Ma ora, chi libera il marciapiede nuovamente invaso dalla neve per negligenza del conduttore del camion arancione tutto attrezzato per alleviare i disagi dei cittadini?
Perché non c’è mai nessuno dell’ufficio tecnico che controlla come lavorano tutte queste persone, che noi cittadini paghiamo?
Perché noi cittadini dovremmo pagare un lavoro fatto male, invece di far pagare che lavora male?
Perché non si fanno le cose con il buon senso e la dovuta vigilanza del “buon padre di famiglia”?

Giuseppe Luti

Vivo in via del Giardino; sulla nostra strada e su molte altre, non abbiamo visto passare nemmeno un operaio per spalare la neve… parlo anche a nome di molti anziani che trovano molta difficoltà a camminare su strade… qui nella mia via una persona anziana e già caduta perché la neve non spalata è diventata ghiaccio… Possiamo rimediare?
Krysula Santi

Tag: , , , ,

Commenti

13


  1. Neve a


  2. Pulitura neve
    Ringrazio l’Amministrazione Provinciale di Lucca che grazie all’impegno dei propri uomini è riuscita a tenere costantemente transitabile la strada di Loppia e ringrazio anche la pioggia che sta cadendo in queste ore che finalmente contribuisce a pulire le strade comunali tipo via Pietro Funai che, altrimenti sarebbero state innevate fino ad aprile….


  3. neve
    Anch’io mi ricordo i tempi in cui in Barga Vecchia abitavano tante persone che tiravano fuori dalla cantina la pala e pulivano il loro pezzo di carraia.. Adesso la maggior parte di loro sono vecchie e stanche, i giovani se ne fregano e il Comune (visto i tagli di questi ultimi anni) ha pochissimi operai. Allora che facciamo? Aspettiamo il disgelo o rispolveriamo le pale? Ho lavorato a lungo in alta Garfagnana e posso testimoniare che appena finiva di nevicare uscivano tutti a spalare la strada e a liberare le macchine, soprattutto in novembre e dicembre, prima che arrivasse il ghiaccio. Quando non ci sono treni e pulman l’ingegno si aguzza, del resto il padrone dopo il primo giorno certe cose mica le capisce piu’. Ho visto nevicate anche di 70 cm e sono sempre andata a lavorare (spalando anch’io la mia parte di neve per entratre in ufficio). Adesso che abito in Piangrande, dove abitano anche persone giovani, posso testimoniare che la neve sui marciapiedi e’ la stessa di sabato mattina.. Però siamo ottimisti e certo qualcuno prima o poi si muovera’. Nel frattempo il mio pezzetto l’ho spalato e stamani sono andata a lavorare come sempre, solo un po’ in ritardo. Comunque auguri a tutti, alla mala parata per le feste giocheremo a pallate, come ai vecchi tempi!

  4. paolo giannotti


    della neve e delle pene
    Se 40 cm di neve sono un problema per una piccola cittadina come Barga siamo messi proprio male.La colpa non è dell’ Amministrazione.La causa delle difficoltà dopo una semplice nevicata è il decadimento del senso comunitario.La società non è più comunità ma solo un aggregato di individui che perseguono solo i propri obbiettivi egoistici individuali.Io sabato mattina ho spalato 100 metri di strada insieme a due vicini di casa.Ed è stao un piacere.Per rispetto alle persone più deboli chi lo poteva fare avrebbe dovuto prendere la pala e compiere la giusta azione solidale per la propria comunità.Invece il penoso scarica barile, lamenti e critiche.La colpa è sempre degli altri vero ?Spero che a gennaio cadono 2 metri di neve, almeno qualcuno si sveglia.


  5. disagi neve
    Io e i miei vicini abbiamo chiamato il Comune per segnalare che la nostra strada comunale era stata dimenticata dallo spalaneve. Ci hanno assicurato che sarebbe venuto qualcuno in giornata.E’ stato invece pagato un privato perché ci liberasse la strada e facesse finire l’isolamento.


  6. commenti vari alla nevicata del 18 e 19 dicembre 2009
    Intanto mi sembra strano che tutti i disagi della nevicata del 18 e 19 dicembre scorsi abbia suscitato così pochi commenti. Alle ore 22,00del giorno 23 dicembre 2009, ci sono solo tre considerazioni sull’argomento compresa la mia.Mi viene da pensare, ma non vorrei che fosse vero (SAREBBE TRISTE, MOLTO TRISTE), che ci stiamo adeguando tutti a subire.Ma non a subire le intemperanze meteorologiche,(che purtroppo saranno ancora più catastrofiche negli anni a venire), ma a subire senza reagire in alcun modo alle male operazioni di coloro che dovrebbero aiutarci in caso di bisogno e che invece, lavorando male, aggravano la situazionee ci procurano maggiori disagi. (vedi marciapiedi spalati dagli operai del comune e subito dopo rinnevati dallo spalaneneve della Provincia.- Provincia ,apro parentesi, che nei mesi dell’annodove cominciano le piogge (dalle nostre parti SETTEMBRE-OTTOBRE-NOVEMBRE) pulisce le strade dalle foglie che fanno tappo nelle covette solo dopo che è piovuto, dovrebbe farlo prima, da agosto in poi con cadenza almeno settimanale. In questo modo si evita l’accumolo di detriti vari che poi causano frane e interruzioni sulle nostre strade, e lo sappiamo tutti che prevenire è meglio che curare. QUINDI INVITO LA PROVINCIA, IL COMUME, LA COMUNITA MONTANA E QUANT’ALTRO, a far lavorare di più i suoi dipendenti da agosto a ottobre, per lavorare meno dopo. QUESTO VALE ANCHE PER IL COMUNE DI BARGA , AL QUALE IO PAGO, (COME DI SICURO E CERTO SOLO NOI LAVORATORI DIPENDENTI E/O PENSIONATI) LE VARIE TASSE.LE TASSE, SONO UN QUALCOSA CHE I CITTADINI PAGANO PER AVERE UN SERVIZIO, ma se questo servizio non è soddisfacente o a parere nostro di cittadini non cisembra all’altezza del prezzo pagato, credo che abbiamo il diritto di lamentarci e alla fine anche non pagare e/o pagare in meniera ridotta.ORA MI SEMBRA CHE BASTI PAGARE UNACOSA COSI OBBRIOBRIOSA COME LE MATTONELLINE ROSSE CHE SALTANO E SONO ANCHE PERICOLOSE IN CASO DI PIOGGIA PERCHE CI SI SCIVOLA E SOPRATTUTTO E’ ASSICURATO IL BAGNO DEI PIEDI PERCHE’ SONO POZZANGHERE “PERO’ SONO MATTONELLINE ROSSE “.(questo è solo un esempio di lavori fatti male).Ci sarebbe anche molto altro per farci considerazioni.Ci rivedremo alle possime puntate.comunque una faccio domanda a tutti coloroche seguono il giornale: in via del giardino adiacente al ristrorante la pergola, c’è un fatiscente fabbricato ex SIP/TELECOM pieno disudiciume, cosa fa il ns.comune per IL DECOROdella ns. cittadina.magari se il comune da una risposta.

  7. una cittadina attenta


    40 cm. di neve
    Concordo pienamente con il Sig. PaoloGiannotti,ogniuno deve fare la sua parte in certe circostanze e non incrociare le braccia e mandare la lingua,ma siamo a Barga …………non aggiungo altro; anzi si voglio sottolineare che una pala per spalare la neve costa 13€ , un pò di movimento fa bene alla salute,rendersi utili fortifica la mente!


  8. nevicata 18-19 dicembre 2009
    ore 24,00 ci sono due commenti in più.una domanda, perchè chi scrive commenti spesso, direi quasi sempre si firma solo con il nome e non con nome e cognome e magari indirizzo. E buona educazione civica metterci la faccia quando si fanno osservazioni in pubblico.


  9. Rif: nevicata 18-19 dicembre 2009
    Un colpo a cerchio……. è giusto: le amministrazioni in questo caso hanno lavorato male. Male perchè ho visto spalaneve lavorare in modo sbagliato (pala a V…), male perchè sono stati usati mezzi inadeguati, orari inadeguati e quant’altro. Ma alla fine qualcosa hanno fatto e la nevicata, pur prevista, è stata decisamente eccezionale per la nostra zona.e un colpo al tino…… è sbagliato criticare sempre tutto e tutti e soprattutto è sbagliato aspettare di essere soccorsi in tutto. La prima cosa da fare è rimboccarsi le maniche. Darsi da fare. Che poi quando arrivano i mezzi fanno un lavoro migliore.Prendo ad esempio la pulizia strade (non te ne avere Giuseppe, sai che ti stimo molto…): dovrebbe essere un OBBLIGO per i proprietari confinanti tenere pulito il loro tratto lungo strada, non un DOVERE della pubblica amministrazione pulirlo: quelle risorse sarebbero più utili altrove, magari per chiudere qualche buca in più e invece vengono SPRECATE per il taglio dell’erba.Ma non ci provare a farlo, ti prendono in giro sicuramente (tranne me, me non mi prendono in giro perchè sanno che il Comune mi paga per pulire il mio tratto di strada…)


  10. Rif: nevicata 18-19 dicembre 2009
    Un colpo a cerchio……. è giusto: le amministrazioni in questo caso hanno lavorato male. Male perchè ho visto spalaneve lavorare in modo sbagliato (pala a V…), male perchè sono stati usati mezzi inadeguati, orari inadeguati e quant’altro. Ma alla fine qualcosa hanno fatto e la nevicata, pur prevista, è stata decisamente eccezionale per la nostra zona.e un colpo al tino…… è sbagliato criticare sempre tutto e tutti e soprattutto è sbagliato aspettare di essere soccorsi in tutto. La prima cosa da fare è rimboccarsi le maniche. Darsi da fare. Che poi quando arrivano i mezzi fanno un lavoro migliore.Prendo ad esempio la pulizia strade (non te ne avere Giuseppe, sai che ti stimo molto…): dovrebbe essere un OBBLIGO per i proprietari confinanti tenere pulito il loro tratto lungo strada, non un DOVERE della pubblica amministrazione pulirlo: quelle risorse sarebbero più utili altrove, magari per chiudere qualche buca in più e invece vengono SPRECATE per il taglio dell’erba.Ma non ci provare a farlo, ti prendono in giro sicuramente (tranne me, me non mi prendono in giro perchè sanno che il Comune mi paga per pulire il mio tratto di strada…)


  11. Neve…
    Questa neve ha causato per tutta la cittadinanza molti problemi e se per caso nevicava per una settimana Barga finivi in TILT….. L’unica cosa che non riesco a capire è perchè anche nel medesimo articolo si mette in evidenza delle segnalazioni di disagio della popolazione ma in controparte si sottolinea da parte del giornale immagino, la bravura del Comune di Barga… Questo appunto si nota in altri articoli e tutto ciò non mi lascia che solo pensare…….


  12. Replica su Neve…
    Rispondo a…luca… che se si firmasse con nome e cognome farebbe sicuramente meglio. Ma questo è l’andazzo quando si fa una critica…Avete visto quello che è successo a Milano, Bologna, Ferrara. Lì veramente le cose sono andate male e c’è stato bisogno dell’Esercito. Qui da noi le cose potevano andare meglio? Forse; sicuramente. Ma non sono andate poi tanto male visto l’eccezionalità della situazione. A Lucca veramente le cose sono state difrficili, non a Barga o nel nostro comune. Alcune strade non sono state pulite a dovere? Avete ragione. Penso a via della Repubblica a Fornaci o a via Pascoli a Castelvecchio per fare qualche esempio eclatante. Molte strade secondarie sono rimaste sporche, ma chi aveva ruote termiche o catene poteva comunque muoversi o mi sbaglio? E’ troppo facile dare addosso a chi deve fare le cose per noi. Io non mi tiro indietro, ma già la mattina alle 8 del sabato, subito dopo la nevicata, c’era chi gettava sassi all’mministrazione Comunale ed agli operai che erano impegnati nelle operazioni di sgombero della neve. Così mi pare troppo facile. Facciamoci un esamino di coscienza. Le cose sono andate così male da noi. Ci sono stati così grossi problemi di circolazione? Oppure ci piace solo criticare e basta e vogliamo che ci venga spazzato a dovere anche il vialetto di casa?Io, da parte mia, una critica forte all’Amministrazione Comunale per come ha operato sinceramente non mi sono sentito di farla. Questa volta non ha fatto grandi casini. Voi fate quello che vi sentite di fare. E’ un vostro diritto.PS. Se lo fate firmandovi con nome e cognome però fate meglio…


  13. neve, forum e anonimia
    Vorrei spezzare una lancia a favore dell’anonimia del forum. Io ritengo che blog/forum abbiano la loro forza proprio nella possibilità di esprimere il proprio pensiero anche in forma anonima. Così è generalmente nel web e vale anche per la stampa, che spesso pubblica interventi con “lettera firmata” per il rispetto della manifestazione del pensiero, onde evitare “ripercussioni” su chi dice quel che pensa. Ovviamente è ESSENZIALE che non si ingiuri nessuno e che si rispettino le regole di netiquette. E di questo deve essere garante, a mio avviso, il moderatore dello stesso forum. Se però si ritiene che il nome e cognome sia indispensabile lo si preveda allora nel form con due appositi campi, con tanto di estremi del documento d’identità.E per chiudere tornando alla neve e a chi consiglia dell’attività fisica (con la pala) posso dire che ho passato due giorni (dico due giorni) a spalare la mia strada per raggiungere la viabilità comunale. Lì avrei immaginato di trovare uno spalaneve. Ho chiesto troppo? Pardon…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.