Barga: scuole superiori in crescita per il prossimo anno scolastico

- 1

Una scuola superiore in buona salute, di qualità, in continua crescita. Questo quanto emerge dai primi dati sulle iscrizioni presentati dalla dirigente dell’Istituto Superiore di Istruzione di Barga, Giovanna Mannelli. I nuovi iscritti all’anno scolastico 2009/2010 sono 260 in costante crescita rispetto allo scorso anno con un aumento di 30 alunni. Bene tutti gli indirizzi presenti a Barga e anche l’ITI di Borgo a Mozzano. Sono infatti confermati tutti gli indirizzi e addirittura si prevede l’attivazione di 6 classi prime all’Alberghiero (lo scorso anno erano 5). Aumentano anche i ragazzi che dalla Piana di Lucca hanno scelto l’ISI di Barga. In questo anno scolastico sono circa 200 e per il 2009/2010 si conta già un aumento segnale che questa scuola è polo di attrazione anche da fuori Valle del Serchio. Secondo una prima stima, in totale l’ISI di Barga, compreso anche i corsi serali per gli adulti, arriverà nel nuovo anno scolastico a toccare la soglia dei 1.200 iscritti.
A commentare questi primi dati sulle iscrizioni è la dirigente Mannelli comprensibilmente soddisfatta per una ulteriore crescita che segue un trend già presente in questi anni: “si tratta – ha detto Mannelli – di un ottimo risultato, frutto dell’idea di scuola che abbiamo voluto in questi anni, che collabora attivamente e con serenità con le istituzioni. Il Comune di Barga e la Provincia ci sono stati infatti sempre molto vicini”.
Sulle anticipazioni diffuse dalla scuola sulle iscrizioni abbiamo sentito anche l’assessore all’Istruzione del Comune di Barga, Renzo Pia: “Questi dati testimoniano ancora una volta l’alta qualità delle nostre scuole, un risultato per il quale ringrazio la dirigente Mannelli e tutti i suoi collaboratori ma anche la Provincia, il presidente Baccelli e i suoi collaboratori, che hanno sempre dimostrato in questi anni attenzione per i nostri istituti collaborando attivamente con il Comune e l’ISI. Un grazie anche alle famiglie e ai ragazzi che hanno creduto nella qualità dell’offerta formativa proposta dalle scuole di Barga e Borgo a Mozzano”.
Le novità per le scuole dell’ISI non finisco qui. Allo studio anche la partecipazione a un progetto IFTS destinato alla formazione di figure professionali a livello post-secondario che qualificherà ulteriormente la scuola e poi i corsi serali che si stanno attualmente svolgendo dove persone adulte che hanno anche superato i quaranta anni possono trovare una nuova opportunità per tornare nel mondo del lavoro nel settore alberghiero. I corsi sono tenuti anche dal noto chef decoratore Claudio Menconi che insegna i segreti della cucina e come realizzare le sculture vegetali che gli hanno fatto ottenere importanti risultati e premi a livello internazionale. In questo modo poi sono utilizzati gli spazi della scuola tutto il giorno creando una scuola aperta alla comunità, ai cittadini. Una scuola che dialoga con il territorio e recepisce le sue richieste.

Tag: , , ,

Commenti

1

  1. Gianmarco Marroni


    Re: Gaddi replica al consigliere Bondi sull’ospedale
    Io non vedo l utilita di un nuovo ospedale, perche’ gia ora i casi medici e traumatici gravi (infarti, politraumi, ictus ecc.) anche dall alta garfagnana vengono portati direttamente a Lucca o in elisoccorso in altri ospedali specialistici fuori provincia. Il signor Ghiloni ha ragione a dire che i pazienti con gravi patologie mediche e traumatiche vanno trattati entro un ora in ospedali idonei e secondo me non vanno portati prima in ospedali di serie B dove si perde tempo prezioso. Secondo il mio punto di vista sarebbbe molto meglio investire piu soldi nel 118, avere piu risorse e creare dei soccorritori professionisti come nel resto d’Europa. Non vedo come si possa in una nazione come l Italia avere dei volontari nel soccorso sanitaro, la vita delle persone deve essere al primo posto. I medici spesso si trovano in difficolta’ a lavorare con volontari per poca esperienza e per pochi turni forse uno al mese. Il primo nella nostra valle a capire dell importanza del professionista in ambulanza fu il Cavalier Baraglia con la misericordia del Barghigiano servizio ambulanza. Tutt’ora con grossi sacrifici economici la misericordia del Barghigiano e’ una delle poche realta’ che ha dei professionisti a bordo delle proprie ambulanze e la qualita’ del servizio e’ una delle migliori, e’ difficile sentire dei medici e infermieri lamentarsi. E’ qui dove bisogna investire aiutare le associazioni ad avere professionisti e garantire un servizio di emergenza come si deve, organizzare corsi e aggiornare di continuo il personale, cosi si potra’ di dire di avere una sanita’ che funziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.