Ladre di fiori e vasi al cimitero: offese e spintoni ai carabinieri

-

Offese e spintoni ai carabinieri. E’ successo nel tardo pomeriggio presso il cimitero di Barga dove i militari della stazione di Barga erano intervenuti dopo la segnalazione della presenza di due donne che rubavano fiori ed altri oggetti all’interno del cimitero di Sigliari. Si tratta di madre e figlia, residenti a Fornaci e a quanto pare i loro furti al camposanto barghigiano starebbero continuando ormai da diverso tempo.
In più di un’occasione erano state viste da alcuni testimoni, ma si erano sempre date alla fuga. Stavolta però le cose sono andate diversamente. Dopo avere notato il loro comportamento un testimone ha avvertito i carabinieri di Barga che sono giunti prontamente al cimitero cogliendo praticamente le due donne sul fatto. Le cose hanno preso una brutta piega quando i militari hanno chiesto alle due di aprire il bagagliaio dell’auto con cui erano arrivate. Alla richiesta le donne hanno dato in escandescenze ed hanno aggredito i carabinieri sia a parole che con i fatti.
Calmati finalmente i bollenti spiriti, madre e figlia sono poi state condotte presso la stazione CC di Barga dove poi sono stati convocati anche alcuni testimoni per completare l’indagine e dare corso alla denuncia. E’ stata sequestrata anche l’auto.
A quanto pare è da più di un mese che al cimitero di Barga si verificavano furti di fiori, vasellame in rame ed altro materiale. Le donne avrebbero preso di mira anche un vicino campo dove si trovano alcune cataste di legna.
Questa storia aveva causato più di un malumore e tanta indignazione da parte di chi si è trovato magari la tomba di un proprio caro saccheggiata, ma dopo quanto accaduto ieri c’è da sperare che il problema sia stato finalmente risolto. Di certo qualche grattacapo in più lo avranno invece le due signore.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.