Tag: terra

- di Redazione

Uc…ci riprova sulla terra del Rally di Arezzo e Val Tiberina

Si corre sabato e domenica il 15esimo rall6y di Arezzo e Val Tiberina. Otto PS in programma sugli sterrati della Toscana meridionale. E’ la quarta prova del CIRT 2021 che vede Scandola saldamente al comando. Ma Paolo Andreucci, vincitore nel 2020, non ha ancora mollato. Un  week end che può essere decisivo per il CIRT oppure rimettere tuto in discussione. Si corre sabato e domenica il 15esimo rally Città di Arezzo – Val Tiberina. Al via oltre 100 equipaggi di nove nazioni diverse in una sorta di vero e proprio crocevia dei tanti campionati per cui è valida, peraltro per la serie Raceday assegnerà addirittura il titolo 2020-21. Ma è abbastanza logico che i riflettori sono puntati sulla sfida del CIRT: al via ben 28 R5, il top del rallismo attuale almeno a livello italiano. A metà del guado comanda Umberto Scandola, leader della classifica “terraioli” con la Hyundai i20,  e punto di riferimento per tutti gli altri. Il pilota…

- di Redazione

Dopo il Sardegna Andreucci vuol ripetersi al San Marino

Si corre venerdì e sabato la 49esima edizione del rally di San Marino, prova valida sia per il CIR che per il CIRT. Occhi puntati su Paolo Andreucci che dopo il successo in Sardegna vuole il bis all’ombra del Monte Titano. Al suo fianco torna Francesco Pinelli Il Sardegna di tre settimane fa ha detto una cosa chiara: chi vorrà vincere il CIRT 2021 dovrà fare i conti con Paolo Andreucci e con la sempre più affidabile Skoda Fabia R5 gommata MRF. E questo nonostante lo zero accusato dal campione garfagnino all’Adriatico. Insomma, il popolare Ucci, undici volte campione italiano rally il più titolato nella storia del rallismo italiano, ha confermato che per lui l’ora del tramonto non è ancora arrivata. Nella gara isolana era stato affiancato alle note da Rudy Briani mentre all’ombra del monte Titano tornerà Francesco Pinelli, ormai navigatore fisso del campione di Castelnuovo che pare carico e motivato per una nuova appassionante sfida. La lotta per…

- di Redazione

Strepitoso Paolo Andreucci, è ancora lui il Re di Sardegna

Intramontabile. Al Rally Italia Sardegna Paolo Andreucci, navigato da Rudy Briani, ha centrato la vittoria nella seconda prova del Campionato Italiano Rally Terra, portando sul gradino più alto del podio le MRF Tyres equipaggiate nella Skoda Fabia R5 Evo 2 del Team H Sport di Silvio Lazzara. Nella gara che si è svolta contestualmente all’appuntamento valido per il WRC World Rally Championship, il pluricampione italiano rally ha sbaragliato la concorrenza, infliggendo pesanti distacchi ai rivali. Sin dalla prima prova, l’undici volte campione italiano, supportato dalla scuderia M33 e Skygate, ha dettato legge sugli sterrati sardi in un rally a senso unico dove l’affermazione del garfagnino non è mai stata in discussione. Portandosi in testa sin dalle prime fasi di gara Andreucci con 9.9 secondi di margine, diventati 12.5 al termine del primo giro. Sulla ripetizione della lunga “Filigosu-Sa Conchedda”, di oltre 22 chilometri, il pilota M33 ha messo al sicuro l’affermazione con la terza vittoria consecutiva di speciale. Distacchi pesanti…

- di Redazione

La nuova sfida dell’eterno Ucci riparte dal rally dell’Adriatico

Si corre sabato 24 aprile la 28esima edizione della corsa marchigiana, apertura del CIRT 2021. Partirà col numero 1 Paolo Andreucci, campione uscente, affiancato alle note da Francesco Pinelli. Costenaro, Campedelli e Umberto Scandola i rivali principali di Ucci. L’obiettivo 2021 di Paolo Andreucci (56 anni poche ore fa) è dichiarato e alla luce del sole:  il CIRT 2021, ovvero il campionato italiano rally terra. Lo scorso anno il pilota garfagnino guidò la classifica fino all’ultima gara ma dovette rinunciare: al Tuscan Rewind prese il via al volante della piccola Peugeot 208 Rally 4 che gli permise di conquistare il titolo nelle 2 ruote motrici. Quest’anno, l’appuntamento con la terra è rinnovato e al suo fianco ci sarà il bravo navigatore barghigiano Francesco Pinelli, col quale aveva già affrontato la passata stagione. Il 2021 dell’Ucci nazionale verrà supportato grazie all’impegno di Stefano Peletto che lo accompagnerà in questa nuova intrigante sfida. Ma ci saranno gli storici partners di sempre, anche…

- di Redazione

La trasmissione Terra! sceglie il rio Fontanamaggio come buon esempio di intervento idrogeologico

I lavori di messa in sicurezza del Rio Fontanamaggio sono un esempio virtuoso: il programma d’inchiesta Terra!, settimanale di approfondimento del Tg 5, ha scelto anche il comune di Barga per raccogliere dati e testimonianze su come i dissesti idrogeologici possano essere gestiti e sanati per evitare disastri come quello che in questi giorni sta rendendo tristemente noto il messinese. La gola che divide praticamente Barga a metà è sotto controllo già da anni, e soprattutto negli ultimi sono state realizzate importanti opere che, a conclusione costeranno a Barga 13 milioni e mezzo ma che scongiureranno smottamenti e frane potenzialmente molto pericolosi. Già nel 2008 erano stati realizzati dei contrafforti di sostegno sul versante che guarda il centro storico, e adesso si continua il consolidamento sul versante di Via del Giardino, che sta impegnando gli uomini della cooperativa Terra Uomini Ambiente nella realizzazione di una fitta palificata che darà maggior tenuta alla costa, dove, tra l’altro, una quindicina di villette…

- 1 di Redazione

Emergenza Fontanamaggio: lavori avanti tutta

Prosegue l’opera di riqualificazione dell’emergenza dellla valle dove scorre il rio Fontanamaggio, la profonda spaccatura a ridosso del centro storico di Barga. I lavori eseguiti da Terra Uomini e Ambiente continuano velocemente e adesso l’intera area mostra già un nuovo aspetto. Fino ad oggi sono infatti già stati investiti 2 milioni di euro. Sono stati così realizzati, e sono in corso, interventi per la messa in sicurezza del versante ma anche di recupero legato alla bellezza naturalistica del luogo così come ha spiegato ieri il presidente della Comunità Montana della Media Valle, Marco Bonini, nelfare il punto sullo stato di avanzamento dell’opera: “la Comunità Montana della Media Valle in collaborazione con il Comune di Barga ha attivato finanziamenti per la messa in sicurezza della zona. Lavori necessari per sistemare le pericolosità di un versante a rischio idrogeologico. Fondi ottenuti per la difesa del suolo. Questo ma non solo perché con il progetto “Parco storico ambientale di Barga Castello” abbiamo poi…

- di Redazione

La giornata del ringraziamento

Nell’ambiyo delle ricorrenze religiose, quella di domenica 9 novembre era la giornata del Ringraziamento. Durante la Santa Messa festiva c’è stata così la presentazione di doni composti dai frutti della terra portati dai giovani davanti all’altare dove sono stati accolti dal proposto di Barga, don Stefano Serafini.I frutti della terra portati dai fedeli sono poi stati distribuiti alle famiglie bisognose del comune.