Tag: pania

- di Redazione

Anziano disperso nei boschi di Corfino; ritrovato all’alba, sta bene

I vigili del fuoco del Comando di Lucca sono intervenuti domenica sera a Corfino nel Comune di Villa Collemandina, per la ricerca di una persona dispersa. Un uomo di 87 anni si era allontanato nel pomeriggio non aveva fatto rientro. L’uomo ha chiamato direttamente il Sindaco del paese il quale ha allertato i soccorsi. Oltre alla squadra di Castelnuovo Garfagnana, un UCL (Unità di Comando Locale), personale dei nuclei cinofili, SAPR (sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto), TAS (Topografia Applicata al Soccorso) e personale abilitato al sistema di ricerca “Dedalo” dal Comando di Prato. Sul posto anche personale SAST, Carabinieri Forestali, personale 118 e associazioni di volontariato. L’uomo è stato ritrovato con l’utilizzo del drone dei Vigili del Fuoco, grazie anche alla collaborazione del personale del SAST che si trovava insieme al pilota dell’aeromobile. Una volta individuato, grazie alle coordinate tracciate dal drone, è stato poi recuperato con l’elicottero della Marina Militare e trasportato all’ospedale di Castelnuovo per gli accertamenti del…

- di Stefano Elmi

Pania, partiti i lavori di ripristino del Rifugio Rossi

MOLAZZANA – Con l’ultimo weekend di febbraio sono iniziati i lavori di ripristino al rifugio CAI Enrico Rossi in località prati della Pania (1600 s.l.m) nel comune di Molazzana. Il gestore Antonello Chiodo e i suoi collaboratori Naik Marovelli, Stefano Elmi e Martina Rosati, affiancati da un gruppo di volontari del CAI Lucca, guidati dal presidente Giulio Godi, assieme a Daniele Simonetti, Gabriele Simonetti e Riccardo Casciotti, hanno iniziato a sgomberare gli accessi al rifugio e la zona dei pannelli solari danneggiati dalle abbondanti nevicate dei mesi scorsi. Le temperature miti delle ultime settimane con la conseguente fusione della neve hanno agevolato solamente in parte il lavoro, in realtà al rifugio continua ad essere pieno inverno. Il manto nevoso misurato sul tetto va da un minimo di 150cm ad un massimo di 250cm. La salita al rifugio è stata affrontata coi ramponi in quanto la neve negli ultimi giorni ha subito l’influsso di aria fredda proveniente da est che ha…

- di Redazione

“Salviamo le Apuane”, una scritta gigante sulla Pania della Croce

Ieri pomeriggio, domenica 16 giugno, l’associazione Aeliante che partecipa al movimento “Salviamo le Apuane” è giunta dopo tre giorni di cammino da Lucca, sulla Pania della Croce. Sul fianco del monte è stata allestita una scritta gigante “Salviamo le Apuane”. tanto per dare un’idea della sua grandezza, ogni lettera era sorretta da 4 persone. Questa manifestazione ha coinvolto tantissimi giovani che per tre giorni hanno camminato per la salvezza delle Apuane, riflettendo seriamente sulla devastazione ambientale e sul nostro futuro su questo pianeta. L’associazione ei suoi attivisti richiedono lo stato di “emergenza ambientale” per tutto il comprensorio apuano e una riconversione dell’economia passando dalla distruttiva economia di cava a economie durevoli come indicato nel piano di sviluppo alternativo di Salviamo le Apuane.

- di Redazione

Musica in Pania

Nel pomeriggio di giovedì 13 agosto il rifugio Rossi, ai piedi della Pania, ha ospitato un suggestivo momento musicale del festival “Il Serchio delle muse”, ancora una volta dedicato al melodramma. Decine di persone, tra appassionati della montagna e melomani in cerca di nuove suggestioni, hanno applaudito il baritono Mauro Bonfanti, la soprano Arianna Franchi e il tenore Alberto Jelmoni che hanno interpretato celebri arie tratte da alcune opere di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Gioachino Rossini e Umberto Giordano.Le foto di questo servizio sono di Mary Marchetti

- di Redazione

Esplorazioni artistiche in Pania

Visioni e rappresentazioni di ambiente e montagna, un originale ed interessante evento di cultura promosso dall’Associazione Gestori Rifugi Alpi Apuane e Appenninie che fa parte delle iniziative del progetto “Margini”.Si tratta di una serie di esplorazioni artistiche che da luglio a settembre si svolge nei pressi del Rifugio Enrico Rossi sulle Alpi Apuane (Toscana – IT).Nei pressi del rifugio, a diretto contatto con la montagna ed utilizzando il suo suggestivo scenario, 5 artisti esplorano attraverso diverse forme espressive, il rapporto intimo con il reale: Il paesaggio e i suoi margini intesi come riflessione da proporre. Il tutto con l’esposizione di alcune istallazioni artistiche.Peraltro il 24 agosto si è verificato anche un fatto increscioso che poco si accosta a quello che è lo spirito di chi vive e frequenta la montagna. Una delle installazioni è stata attaccata dall’azione di un vandalo, forse disturbato dall’aria di montagna.Forse era meglio che l’umano tenesse le mani in tasca propria per valutare quanto profonde potevano…