Tag: barga jazz club

- di Redazione

Al Barga Jazz Club al via gli incontri “Parliamo di fotografia” con  Daniele Paolini

Non solo concerti live per i soci dell’Associazione Culturale Barga Jazz Club. Dal 30 marzo, infatti, prenderanno il via una serie di incontri sulla fotografia a cura di Daniele Paolini. “Parliamo di Fotografia” è un’iniziativa dedicata esclusivamente ai soci ACSI e prevede 4 incontri, tra i quali il primo incontro il 30 marzo dedicato all’evoluzione della macchina fotografica, alle caratteristiche principali di una fotocamera digitale, al triangolo dell’esposizione, agli automatismi e modalità manuale, al concetto di f-stop e all’importanza dell’obiettivo; il secondo incontro, previsto per il 6 aprile, sarà incentrato sul cosa vogliamo comunicare, su alcune regole da infrangere sulla composizione, sull’uso della luce e su alcuni rudimenti di sviluppo digitale; il terzo incontro (con data da concordare con i partecipanti) prevede un’uscita di gruppo per sperimentare tutto quello di cui s’è discusso ed il quarto incontro, infine, servirà per discutere i lavori dei partecipanti. Daniele Paolini (in arte Dan) è laureato in Informatica all’università di Pisa ed è appassionato…

- di Serena Ricci

Bartalini quartet e Felpa al Barga Jazz Club

Il mese di marzo comincia con due live di altissimo livello al Barga Jazz Club. Venerdì l’Associazione Culturale, dalle 22, ospiterà il Marco Bartalini Quartet. Noto per le sue sonorità “Bakeriane” torna, infatti, dopo molto tempo sul palco del Barga Jazz Club il trombettista Marco Bartalini per una serata all’insegna del jazz nelle sue sonorità più rilassanti e di buon ascolto. Con lui Andrea Pellegrini al piano, Nino Pellegrini al contrabbasso e Marco Simonicini alla batteria. Sabato 2 marzo, invece, dalle 22, in Via del Pretorio arriverà l’attesissimo live di Felpa, storico membro degli Offlaga Disco Pax e di Magpie. Felpa nasce da un’esigenza espressiva che andava assecondata, da uno slancio interiore che non poteva essere ignorato. Felpa trae ispirazione tanto dall’Italia musicale di fine anni ’90 quanto dall’Inghilterra musicale di inizi anni ’90, ma volendo guarda ancora più indietro nel tempo. Felpa è Daniele Carretti durante le sue notti insonni. “Tregua” è il terzo disco ed è il terzo…

- di Redazione

Jam Session e Invisible Cities sul palco del Barga Jazz Club

Questa settimana l’Associazione culturale Barga Jazz Club propone un venerdì 22 febbraio di jazz con l’appuntamento mensile dedicato alla Jam Session. Dalle 22, oltre all’ormai consolidata resident-band si alterneranno sul palco di Via del Pretorio amici e musicisti locali per una serata a base di Jazz. Sabato 23, invece, uno spettacolo inedito che coniuga buona musica e lettura. Federica Bedini, insegnante e attrice teatrale leggerà brani dal libro “Le città invisibili” di Italo Calvino accompagnata dal vivo da Andrea Guzzoletti che eseguirà le musiche del suo album “Invisible Cities” ispirato proprio al romanzo dello scrittore italiano. Federica Bedini inizia a studiare teatro alle superiori, dove viene selezionata per “La bisbetica domata”. Entra a far parte di una compagnia amatoriale lucchese, I Postumi Teatro, con i quali porta in scena numerosi spettacoli in tutta la Toscana (Giusto, Choros, Corti brillanti per attori splendenti, Lunatika, I figuranti, Via col vento avanti veloce). Negli anni, la compagnia vince premi sia per le messe…

- di Redazione

Landham/Seghi/Palladin al Barga Jazz Club

Come ogni venerdì, torna sul palco dell’Associazione Culturale Barga Jazz Club il grande Jazz live. Byron Landham alla batteria, Manrico Seghi all’hammond e Davide Palladin alla chitarra, dalle 22 si esibiranno sul palco di Via del Pretorio. Byron Landham, residente negli Stati Uniti e originario di Philadelphia è uno dei più attivi batteristi della scena jazz internazionale, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Betty Carter, George Coleman, Bobby Hutcherson, Joey DeFrencesco, Frank Wes, Pat Martino, Russell Malone, etc; si è esibito nei più importanti festivals mondiali, ha all’attivo più di 50 dischi ed ha ricevuto anche una nomination ai Grammy Awards; è docente di batteria jazz alla Temple University e tiene masterclass in tutto il mondo. Manrico Seghi nasce a Fucecchio(Italy) nel 1980; si avvicina alla musica iniziando con lo studio del pianoforte classico per poi approfondire il linguaggio del pianoforte jazz . Nel 2005 inizia ad interessarsi all’organo Hammond folgorato dall’ascolto di alcuni dischi di Jimmy Smith, negli…

- di Redazione

Gli Zotrio al Barga Jazz Club

Venerdì, dalle 22, direttamente da Roma approdano sul palco dell’Associazione Culturale Barga Jazz Club gli Zotrio. Il progetto “Zotrio” nasce all’inizio del 2016, da un’idea del chitarrista romano Paolo Zou. Il trio, composto anche da Alessio Baldelli (Batteria) e Stefano Rossi (Basso elettrico), propone un repertorio interamente originale, frutto delle composizioni del chitarrista. I brani eseguiti spaziano dal jazz più tradizionale, fino a composizioni più elaborate e moderne, ed il tutto, è fonte di ispirazione ricavata dall’ascolto di chitarristi come Gilad Hekselman, Julian Lage, Peter Bernstein e Kurt Rosenwinkel. Il trio è attualmente impegnato nelle registrazioni del proprio primo album. Sabato, invece, sarà la volta del consueto appuntamento con Vini e Vinili. Questo mese sarà possibile assaggiare i vini dell’Azienda Agricola Fralupaia (Toscana) ascoltando la selezione musicale di dischi in vinile fatta da Zeno Marchi. L’ingresso alle serate è riservato ai soci ACSI. Info, prenotazioni e contatti: segreteria@bargajazzclub.com

- di Redazione

Il grande Mauro Grossi al Barga Jazz club con Lorenzo Simoni

Venerdì, dalle 22, l’associazione culturale Barga Jazz Club presenta il live di Lorenzo Simoni e del grande Mauro Grossi. Lorenzo Simoni, classe 1998 è un giovanissimo talento che vanta, nonostante la sua età, numerosissimi premi e riconoscimenti. Già in passato si è esibito sul palco dell’associazione con il suo quartetto e questo venerdì torna a trovarci con un guru del piano come Mauro Grossi, nato a Livorno, trova la sua strada nel Jazz che lo porterà a debuttare a 16 anni nel leggendario Folkstudio di Roma (1975) . Dai primi anni ’80 si esibisce anche come direttore d’orchestra, compositore e arrangiatore. Appare al fianco di importanti musicisti in concerti e collaborazioni discografiche tra i quali: Gilad Atzmon, Luis Agudo, Cyro Baptista, Chet Baker, Jeff Berlin, Jay Clayton, Al Cohn, “Eddie “Lockjaw” Davis, Gerd Dudek, Curtis Fuller, Al Grey, Gregory Hutchinson, Eddie Henderson, Andrea Hopkins, Sheila Jordan, Robin Kenjatta, Peter King, Lee Konitz, Wolfgang Lackersmith, Ray Mantilla, Jason Marsalis, Chuck McPherson,…

- 1 di Serena Ricci

Al Barga Jazz Club arriva la tradizionale jam session e Vini&Vinili

Anche per questo mese l’Associazione Culturale Barga Jazz Club presenta due appuntamenti ormai fissi: la Jam Session e Vini&Vinili. Si parte venerdì, alle 22, con la Jam Session che vedrà coinvolti nella resident band: Alessandro Rizzardi – t.sax, Simone Venturi – piano, Renato Marcianò – basso, Federico Cardelli – batteria. Tutti i musicisti sono invitati ad intervenire con strumento al seguito. Sabato, invece, dalle 22, torna Vini&Vinili, appuntamento per chi ha voglia di gustare del buon vino, questo mese verrà presentato quello della cantina de “I Cedri”, ed ascoltare della musica rigorosamente in vinile selezionata dallo staff dell’associazione. Con l’inizio del nuovo anno, l’associazione ricorda anche che è possibile rinnovare la tessera associativa, compilando il modulo on-line per la domanda di pre-adesione sul sito: www.bargajazzclub.com. Per info, costi e prenotazioni sulle serate o sul tesseramento rivolgersi a: segreteria@bargajazzclub.com.

- di Redazione

Gaje’ Gipsy Swing inaugurano il nuovo anno al Barga Jazz club

Il nuovo anno per l’Associazione Culturale Barga Jazz Club inizia con il live di Gajè Gipsy Swing (4 gennaio). Gruppo composto da violino (Elena Mirandola), contrabbasso (Francesco Cervellati) e chitarra (Alessandro de Lorenzi), nella tipica formazione del “Taraf Zingaro”, il trio ricerca le proprie sonorità in una miscela di swing e musiche popolari, partendo dalla Francia gitana degli anni ’20-’30, ripercorrendo alcuni dei brani classici della tradizione jazz manouche, fino ad arrivare ai Balcani e a sfiorare le punte più orientali del bacino del Mediterraneo. Dalle 22, quindi, appuntamento da non perdere in Via del Pretorio a Barga. Con l’inizio del nuovo anno, l’associazione ricorda anche che è anche possibile rinnovare la tessera associativa, compilando il modulo on-line per la domanda di pre-adesione sul sito: www.bargajazzclub.com. Per info, costi e prenotazioni sul live o sul tesseramento rivolgersi a: segreteria@bargajazzclub.com.

- di Redazione

La musica gypsy dei Note Noire sul palco del Barga Jazz Club

Finalmente, di nuovo sul palco del Barga Jazz Club i Note Noire per l’ultimo concerto della stagione 2018. Venerdì 28, dalle 22, una delle formazioni più rinomate a livello internazionale sulla scena della musica Gypsy, con esibizioni sui palchi delle più importanti rassegne, tra i quali quello della Royal Albert Hall di Londra nel 2014, 2015 e 2016 salirà sul palco di via del Pretorio. Il quartetto unisce nel proprio repertorio il mondo musicale mediterraneo e quello mitteleuropeo. La musica è il guado possibile tra queste due sfere così inconsapevolmente collegate da tradizioni sonore conservate riposte nelle abili, preziose mani dei musicisti zigani; ma la musica non è mai pura conservazione e sempre trova la propria strada, come fa l’acqua, come fanno i popoli quando per necessità si muovono. Non è un caso che il suono di Note Noire si ispiri a quello degli ensembles di Django Reinhardt, vero e proprio traghettatore della musica europea verso il jazz nel periodo…

- di Redazione

Fat Fingers sax quartet e Stand Up Comedy sul palco del Barga Jazz Club

Anche questa settimana l’Associazione Culturale Barga Jazz Club propone un doppio appuntamento. Il venerdì, come sempre, dedicato al Jazz Live, dalle 22, vedrà salire sullo storico palco di Via del Pretorio la FAT FINGERS SAX QUARTET, composta da: Rossano Emili – b. sax /direzione/arrangiamenti, Alessandro Rizzardi – t. sax, Renzo Cristiano Telloli – a. sax, Moraldo Marcheschi – s.sax. Pensata e formata da quattro eccellenze musicali delle nostre zona, la band esegue un repertorio molto vario di arrangiamenti realizzati dal barghigiano di adozione Rossano Emili, membro stabile di un altro prestigioso quartetto di sassofoni, Arundo Donax. I brani spaziano dalla musica classica (Bela Bartok) a quella popolare, mantenendo comunque una riconoscibile impronta jazzistica, così come di chiara matrice jazz è la gran parte dei pezzi eseguiti. Sabato, invece, per la prima volta verrà proposto uno spettacolo di Stand-Up Comedy. “Tutto male, grazie ” di e con Salvatore Zappia, regia di Giorgio Vierda, andrà in scena alle 22,00. Attraverso lo stile…

- di Redazione

Al Barga Jazz Club venerdì i Link, sabato una serata al sapore di vino e vinile

Anche questa settimana doppio appuntamento presso il Barga Jazz Club di Via del Pretorio a Barga. Il classico venerdì di live music jazz vedrà ospiti i LINK di  Meme Lucarelli alle chitarre, Andrea Gorza al basso elettrico e Gennaro Scarpato alle percussioni. Alle 22 sul palco dell’Associazione culturale torna un gruppo animato dal desiderio di abbattere i confini, disuguaglianze e muri ideologici con il loro racconto sonoro. Una band che esprime emozioni potenti intercettando i segnali del nostro tempo e la profondità culturale che solo l’unione delle differenze è in grado di generare. Collegare influenze e stili diversi è infatti per i Link il presupposto per una contaminazione totale tra musica popolare, etnica, jazz, fusion ed elettronica, che restituisce all’ascoltatore un mix di suggestioni uniche. Un trio che vuole esprimere emozioni potenti attraverso influenze e stili diversi e una strumentazione essenziale, per portare l’ascoltatore in un racconto sonoro fatto di suggestioni uniche. Sabato, invece, prima di una serie di puntate…

- di Redazione

Al Barga jazz doppio appuntamento

L’Associazione culturale Barga Jazz Club, affronterà un week-end ricco e di qualità. Venerdì sera, dalle 21,30, lo storico Jazz Club di Via del Pretorio a Barga, ospiterà il live del Michele Tino Trio. Questo trio, nel quale il sassofonista nato a Napoli, ma fiorentino d’adozione da 11 anni, Michele Tino è accompagnato da Matteo Anelli al contrabbasso e Andrea Melani alla batteria, rappresenta uno dei suoi primissimi progetti, una collaborazione che va avanti da circa sei anni. I tre musicisti condividono una grande quantità di ascolti musicali e hanno quindi ben chiaro che tipo di direzione dare a questo tipo di formazione: ad una chiara matrice ispirata alle sonorità del “Cool Jazz”, si sommano influenze di diverso tipo, provenienti da vari rami della tradizione della musica improvvisata. Sabato, invece, grande ed attesa serata con Max Collini ed il suo spettacolo in forma di monologo “Dagli Appennini alle Ande”, dove reciterà – con il cuore in mano e in perfetta solitudine…