Tag: appennino

- di Redazione

Vento forte, codice giallo in Appennino giovedì 21 ottobre

Una perturbazione atlantica, preceduta da aria umida e mite, porterà sulla nostra regione piogge sulle zone settentrionali e vento in Appennino, dove, nella giornata di giovedì 21 ottobre sono previste forti raffiche di libeccio in particolare su crinali e zone sottovento. In tal senso la Sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso una allerta meteo di codice giallo per l’area appenninica della Romagna-Toscana, con validità dalla mezzanotte di mercoledì 20 ottobre fino alle ore 14 di giovedì 21 ottobre.

- di Redazione

Rischio slavine. Meglio evitare in questi giorni escursioni

RENAIO – La neve è bella e crea grande fascino in grandi e piccini, ma in alta montagna  e con le quantità che sono cadute e con le condizioni meteo di questi giorni, può rappresentare un reale rischio. Intorno ai 1300 metri di quota, anche nel territorio montano del comune di Barga, il rischio slavina è al momento al grado 3 e quindi elevato (i gradi sono 5). In questi giorni, inutile negarlo, non sono mancati in montagna appassiona ti e curiosi richiamati dallo spettacolo indubbiamente eccezionale di questa nevicata, ma è il momento davvero di fare attenzione. Per questo vogliamo invitare tutti alla massima attenzione,  perché recarsi a fotografare la neve eccezionale di questo inizio gennaio o a fare una camminata con le ciaspole o con gli sci ai piedi, è una bella cosa, ma ci sono momenti per farlo e le condizioni attuali non sono davvero ideali. Con il rialzo della temperature la neve, soprattutto nella zona della…

- di Redazione

Rischio valanghe sulle Apuane: “Non è il momento di venire in montagna”

Dalla meraviglia per i paesaggi imbiancati al pericolo valanghe. Dall’Appennino alle Alpi Apuane le nostre montagne sono cariche di neve come non accadeva da decenni. Queste immagini dell’Abetone mostrano i forti disagi e il duro lavoro di messa in sicurezza causato dagli oltre due metri di neve caduti in pochi giorni. Scenario simile in Alta Garfagnana e anche in Alta Versilia, dove si teme adesso per i troppi  frequentatori occasionali attirati sulle Apuane dalle recenti nevicate. Ma intorno ai 1.300 metri di quota, come mostra questo video del Soccorso Alpino girato al Passo delle Radici, il rischio slavina è reale. Con il rialzo della temperature la neve – circa 1,5 metri – scivola sul fondo bagnato. E sui pendii ripidi apuani il rischio è ancora più alto. Il bollettino valanghe per adesso è a livello 3 (su cinque) e la situazione è in rapido aggiornamento. Tanti i curiosi arrivati domenica a Pian di Lago, Arni o al Passo del Vestito,…

- 6 di Redazione

Per il miglioramento dei sentieri appenninici del territorio di Barga

MONTAGNA – Con lavori per 24 mila euro, finanziati grazie un contributo comunitario (Misura 8.5) tramite la regione Toscana, l’ASBUC di Barga ha completato nelle settimane scorse gli interventi per migliorare i sentieri montani Caciaia – Porticciola (sentiero 20 del Cai) e Caciaia – Basserella lungo il tracciato 00 di crinale appenninico. Due tratti di sentieri montani che si trovano nel territorio barghigiano e che sono molto frequentati dagli escursionisti. Come ci spiega il presidente ASBUC Giuseppe Nardini, si è provveduto alla ripulitura di alcuni tratti, alla riprofilatura ed il ripristino dei vecchi gradoni in pietra, intervento importante per scaricare l’acqua piovana nei punti più pendenti e limitare quindi i danni sul tracciato dovuti all’erosione. E’ stato inoltre sistemato il noto passaggio difficile nella zona di Porticciola dove sono stati creati alcuni gradoni. I lavori sono stati eseguiti  dalla coop. Pania di Corfino con  la supervisione del direttore dei lavori Pierangelo Biagioni. Gli interventi sono stati notati ed apprezzati dai…

- di Redazione

Alla scoperta dell’Appennino barghigiano

Il servizio che vi proponiamo per GiornaledibargaTV ci riporta anche stavolta in montagna. Siamo nel comune di Barga. In località Vetricia era prevista il 6 luglio 2019 la partenza della Scarpinata nell’Appennino Barghigiano, una marcia non competitiva con diversi tracciati possibili tutti alla scoperta delle bellezze dell’Appennino che tocca il comune di Barga. Le immagini che i proponiamo in particolare riguardano il percorso più lungo, 13 km, che dalla Vetricia sale fino al bivacco della Caciaia per poi salire la “nuda” ed arrivare fino al pazzo del Terzino; da qui alla Basserella ed infine, prima di fare ritorno al punto di partenza, con una sosta a Capo Corsonna, dove nasce il torrente tanto caro a tutti i barghigiani. Il tutto con un dislivello di 450 metri, E’ un bel tracciato, che permette di ammirare alcuni dei luoghi più suggestivi degli appennini della provincia di Lucca. L’organizzazione della manifestazione è stata a cura di ASBUC e Cai di Barga che hanno…

- di Redazione

La Provincia programma interventi di manutenzione per la Sp 56 di Valfegana

E’ stato approvato ieri – 26 marzo – il Decreto del Presidente della Provincia Luca Menesini con il quale l’amministrazione provinciale prevede la programmazione di una serie di lavori sulla SP n. 56 di Valfegana (“Via Ducale”), strada di grande pregio storico-naturalistico, che permette di raggiungere alcuni dei luoghi più belli e incontaminati dell’Appennino, sino ad arrivare ai 1674 metri di altitudine di Foce a Giovo, al confine con la provincia di Modena. L’atto firmato da Menesini fa seguito alle richieste arrivate da alcuni residenti della zona e dagli enti locali che – nei mesi scorsi – insieme con la Provincia hanno promosso la creazione di un comitato proprio per valorizzare la “Via Ducale”. I lavori da programmare sono tra l’altro previsti in un periodo simbolico, in quanto proprio in questi anni si celebra il duecentennale della costruzione di questa arteria di collegamento, pensata da Maria Luisa di Borbone: i lavori iniziarono proprio nel 1819 e si protrassero per alcuni…

- di Redazione

Scarpinata nell’Appennino Barghigiano

Alla Vetricia, nel cuore della montagna barghigiana a circa 1300 m. slm si corre sabato 7 luglio la nona edizione della Scarpinata nell’Appennino Barghigiano. Una bella passeggiata inserita anche nell’iniziativa del Trofeo Podistico Lucchese, “Il sabato si vince”, organizzata dall’ASBUC e dalla sezione di Barga del CAI: La manifestazione è aperta a tutti ed è volta soprattutto a far conoscere, attraverso percorsi diversi di 4, 8 e 13 km, alcuni dei luoghi più belli dell’Appennino barghigiano. La partenza della Scarpinata è prevista per le 15,30 e così come l’arrivo avverrà dal Rifugio Santi.Presso il Rifugio Giovanni Santi alla Vetricia, sarà possibile poi rifocillarsi per la cena, ma per far questo sarà bene prenotare

- di Redazione

Il crinale che unisce. Incontro tra Barga, Pievepelago e provincia di Modena per uno sviluppo comune

Il crinale che unisce. Il territorio della Garfagnana e della Valle del Serchio da un lato e quello della provincia modenese dall’altro. Alla ricerca di sinergie che possano valorizzare e promuovere la crescita turistica ed economica delle due realtà. Su questi temi nella mattina di lunedì 27 marzo, si è svolto a Pievepelago (MO) un incontro a cui hanno preso parte il Sindaco di Pievepelago, Corrado Ferroni, il Sindaco di Barga (Marco Bonini e il Presidente della Provincia di Modena Gian Carlo Muzzarelli. All’incontro, per il comune di Barga, ha preso parte anche l’assessore alle politiche della montagna del comune di Barga, Pietro Onesti, Barga e Pieve pelago hanno sempre avuto rapporti, spesso anche contrasta nti, da secoli e secoli. Ad unirle anche il territorio del Lago Santo modenese, dove ancora oggi asiste un rifugio montano di proprietà della comunità barghigiana; proprietaria, tramite l’ASBUC, anche di un altro rifugio per il quale da anni è in corso un contenzioso con…

- di Redazione

L’Appennino ricorda Giovanni Pascoli, Mariù e gli amici del poeta

L’Appennino crocevia di storia, poesia e cultura, ricorda Giovanni Pascoli, la sorella Mariù, Alfredo Caselli, padre Ermenegildo Pistelli, Gabriele Briganti e altri amici e studiosi del poeta, nell’anno del 110mo anniversario del conferimento, per acclamazione, della cittadinanza onoraria del Comune di Lucca a Giovanni Pascoli. Tornano domenica 7 agosto gli appuntamenti con la tradizionale Sagra Pascoliana: le manifestazioni dedicate alla “Memoria Pascoliana sull’Appennino” promosse dal Comune di Castiglione di Garfagnana in collaborazione con l’associazione “Amici del Liceo G. Galilei” di Castelnuovo di Garfagnana, le associazioni Combattentistiche e d’arma di Castiglione di Garfagnana e l’Accademia del Frignano “Lo Scoltenna”, con il patrocinio del Comune di Castelnuovo di Garfagnana, del Comune di Barga, dell’Unione Comuni Garfagnana, della Pro Loco di Castelnuovo di Garfagnana, della Pro Loco di Castiglione di Garfagnana, della Fondazione Giovanni Pascoli, dell’Associazione Lucchesi nel Mondo, della Fondazione Paolo Cresci e dell’associazione culturale Amici del Machiavelli di Lucca e promosso e sostenuto dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca. Dopo…

- di Redazione

Festa al Lago Santo

1 agosto 2015 Lago Santo (MO) 7,00 – 15,30 Quindicesima edizione della Festa al Lago Santo “Un crinale che unisce” dedicato a festeggiare i buoni rapporti delle popolazioni di qua e di là dell’Appennino. La manifestazione è organizzata dai comuni di Barga, Fiumalbo e Pievepelago, dalle Unioni dei Comuni del Frignano e della Media Valle del Serchio oltre che dall’ASBUC e dagli Alpini Da Barga la partenza è prevista alle 7 in pullman da Largo Roma. All’arrivo al Lago Santo alle 11,15 santa messa presso la cappellina degli alpini ed alle 12 rancio alpino preparato dagli Alpini di Fiumalbo e dall’ASBUC di Barga o presso i ristoranti locali. Per chi intende raggiungere il Lago Santo a piedi, il gestore dei rifugio Giovanni Santi della Vetricia offrirà a tutti la colazione in loc. Caciaia.

- di Redazione

Danneggiamenti alla segnaletica CAI: “la mamma degli imbecilli è sempre incinta”

La denuncia viene dai componenti della sezione CAI di Barga, in particolare proprio di coloro che sta svolgendo un importante lavoro in questi anni, occupandosi della valorizzazione dei sentieri e della manutenzione di tutta la segnaletica. Da un po’ di tempo va di moda, per così dire, l’abitudine di cancellare e danneggiare la segnaletica lungo i sentieri che percorrono l’Appennino sopra Barga. “La sezione del CAI di Barga, con alcuni volontari suoi iscritti – scrivono – provvede alla segnaletica ed alla manutenzione dei sentieri in modo che tutti gli appassionati della montagna possano percorrerli agevolmente e ammirare le meraviglie che li circondano. L’impegno di questo gruppo, che 2 volte a settimana esce con le attrezzature del caso, è costante e a volte anche faticoso, ma la passione per la montagna fa dimenticare tutto, e l’apprezzamento degli escursionisti che li percorrono senza difficoltà, anche se per la prima volta, è il miglior ringraziamento che riceviamo.Da un po’ di tempo, ci troviamo…

- di Redazione

La Croce del Monte Giovo

Dietro il monte Giovo c’è un pezzo dell’alto Appennino modenese. Più precisamente c’è la valle del torrente Tagliole. Questo è il torrente di mezzo fra il Rio Pelago (sinistra orografica) che ha le sorgenti sotto il monte Spiccio; e il “Flumen Album” che è un torrente spumeggiante e biancastro che lambisce il centro storico di Fiumalbo e che poco più a monte è formato da tre rigagnoli chiamati Rio delle Pozze proveniente dalla val di Luce, Rio delle Motte che scende dall’Abetone e il Rio dell’Acquicciola che arriva dal massiccio del Cimone. Questo sistema idrografico a valle di Pievepelago prende il nome di Torrente Scoltenna. Ancora più a valle queste acque vanno a comporre il fiume Panaro. Salendo dalla Toscana la prima cosa di imponente che troviamo sulla valle delle Tagliole è la croce sommitale metallica del monte Giovo. Penso che tanti abitanti del comune di Barga abbiano in qualche loro cassetto una foto cartacea di questa struttra metallica; in…

  • 1
  • 2