Barga IN Jazz, la festa del jazz e dell’antico castello

-

BARGA – E’ tornata in Barga vecchia, come fino al 2019, la bella manifestazione Barga IN Jazz, uno dei momenti clou del festival del jazz di Barga con la musica che scende tra le strade dell’antico castello in una festa che ad ogni edizione richiama tantissime persone. Le bizze pomeridiane del tempo, hanno tenuto a casa forse un po’ di gente rispetto a quella che ci si aspettava, ma l’antico castello di Barga è stato comunque riempito di gente, di festa, di musica e di una bella atmosfera che è andata avanti dalle 17,30 del pomeriggio in poi.

Era dal 2019, appunto, che la manifestazione non tornava in Barga vecchia ed è stato bello rivedere il centro storico animato dalla musica jazz e dalle tante iniziative della giornat;   bello vivo di gente e di festa.

A fare da collante e da percorso ideale per il tutto, il ritorno della Large Street Band che ha guidato il pubblico in lungo ed in largo per le antiche “carraie” di Barga, con la solita grande energia.

Nelle varie piazzette si sono alternati gruppi jazz  e i giovani provenienti da SienaJazz University mentre piazza del teatro è stata dedicata alle jam session a cura del BargaJazz Club. A Porta Reale hanno accolto il pubblico Renzo Cristiano Telloli al sax alto e Luca Giovacchini alla chitarra, in Piazza S.S. Annunziata il gruppo Komorebi con Clarissa Rustico alla voce, Francesco Assini alla tromba, Edoardo Ferri alla chitarra, Federico Giolito al contrabbasso e Matteo Stefani alla batteria. In piazza Salvo Salvi gli Affitti Jazz con Ludovica Zullino alla voce, Lorenzo Bagnoli alla chitarra, Fabio Angeli al contrabbasso, Giuseppe Salime alla batteria.  La piazza del Teatro appunto è stata dedicata alle jam session con la resident band del BargaJazz Club con Simone Venturi al pianoforte, Leonardo Gnesi al contrabbasso e Federico Cardelli alla batteria. In piazza del Sargentone c’era invece il trio della cantante Ilaria Giannecchini con Andrea Garibaldi al pianoforte e Nino Pellegrini al contrabbasso.

Oltre a questo alle 18 il suggestivo concerto in duomo di solo sax. Qui Dimitri Grechi Espinosa ha presentato il suo ultimo lavoro Spiritual Way davanti ad un bel pubblico che si è sicuramente gradito la bella atmosfera del tardo pomeriggio tra le mura antiche della cattedrale ela musica eccellente di questo artista.

La serata si è poi chiusa a Villa Moorings, quartier generale di questa edizione del festival, con il concerto del gruppo Totem.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.