Bolognana ricorda il 1° Maggio i suoi caduti sul lavoro

-

BOLOGNANA – Era la sera del 24 novembre del 1939, 83 anni fa, e la SELT-Valdarno stava realizzando nella Valle del Serchio alcune dighe artificiali e le relative gallerie di condotta delle acque. Fu proprio all’interno di in una di quelle gallerie, che a causa di una frana persero la vita dieci operai nei pressi di Bolognana.

Così, ogni anno, il 1° Maggio la piccola comunità di Bolognana e l’amministrazione comunale di Gallicano, ricordano i caduti sul lavoro con una cerimonia al monumento eretto in ricordo di quella tragedia, dove sono scritti i nomi degli operai che vi persero la vita. La manifestazione, come ogni anno, viene animata dagli sbandieratori di Gallicano.

Il programma della giornata vedrà alle 10,45 l’arrivo della staffetta podistica a cura del Gruppo Donatori di Sangue di Bolognana; seguiranno alle 11 le preghiere e la benedizione del monumento ai caduti sul lavoro a cura del diacono Luigi Fagnani (in caso di pioggia presso la chiesa di Santa Margherita in Bolognana).

Alle 11,30 i saluti delle autorità ed alle 11,50 pensieri e riflessioni a cura di Carla Corazza. La mattinata si chiuderà alle 12 con l’esibizione degli sbandieratori e dei musici di Gallicano.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.