Trenta anni di impegno per gli Amici del Cuore della Valle del Serchio

- 1

BARGA – Trenta anni di Amici del Cuore  della Valle del Serchio. Il sodalizio nasceva infatti alla Sala Colombo di Barga, il 26 febbraio del 1992 sotto la guida allora del primo presidente Alessandro Garibotti e dei soci fondatori che furono Luigi Bondielli, Daniele Bernardi, Bruno Pieroni, Mario Bonuccelli, Renato Baraglia, Enzo Gasperetti, Leandro Barsotti, Osvaldo Brini, Marcello Mazzanti, Mauro Francesca, Giovanni Alberigi, Rolando Serafini, Antonio Viviani.

Gli amici del Cuore nascono a supporto del reparto di Cardiologia che nel gennaio del 1991 apre all’ospedale San Francesco di Barga; una realtà importante, dotata di Reparto UTIC-postUTIC e del servizio ambulatoriale per esterni, che a pensare come siam messi ora in Valle del Serchio fa davvero rimpiamngere il passato…. Principale finalità dell’associazione  comunque (e questo ha sempre fatto con tanto impegno) fornire strumenti per la lotta delle malattie cardiovascolari, per la prevenzione delle cardiopatie, per l’assistenza e riabilitazione del soggetto cardiopatico. I comuni coinvolti nell’ iniziativa associativa furono dall’inizio Barga, Coreglia Antelminelli, Borgo a Mozzano, Bagni di Lucca, Fabbriche di Vallico, Vergemoli, Molazzana e Gallicano.

Attualmente a guidare il sodalizio la cui sede è presso il circolo Rita Levi Montalcini di Barga, è il barghigiano Fabrizio Da Prato, che tre anni fa è succeduto a Mauro Campani rimasto in carica fino al 2018. Prima di Campani sono stati presidenti come detto Alessandro Garibotti e poi Leandro Barsotti, Giovannio Barbi, Giulio Amadei, Enrico Cosimini, Graziano Bertoli, Guglielmo Donati. In questi trenta anni gli Amici del Cuore ha svolto un ruolo attivo e partecipativo alla risoluzione delle problematiche sanitarie degli abitanti della Valle del Serchio . Tra i tanti eventi organizzati da ricordare nel 1994 a Gallicano la  Festa Amici del Cuore della Toscana,  che suggellò l’ingresso dell’Associazione in ambito regionale.

Dall’Ottobre 1993 l’Associazione ha inoltre aperto e gestito in maniera autonoma un servizio di Riabilitazione Cardiologica di terza fase di prevenzione, stabilizzazione mantenimento dello stato di salute i cardiopatici a basso rischio. Fino al 2006 l’attività riabilitativa è stata svolta presso la Palestra Judo Club di Fornaci di Barga, concessa in modo solidale da Ivano Carlesi. Il servizio invece oggi  continua presso la palestra della primaria di Fornaci di Barga, su concessione del Comune di Barga.

Fin al 1993 gli Amici del Cuore hanno poi realizzato donazioni mirate di strumentazione alla U.O. di Cardiologia della Valle del Serchio, in campo di ergometria (1993-94 e 1999), di registratori ECG Holter (2003-2004), di riabilitazione cardiologica presso l’Ospedale di Barga con due cyclette computerizzate (2008-2010), di gestione informatica della cartella infermieristica del Reparto Cardiologico mediante il Sistema GIR- CNR

Negli ultimi anni, dal 2014 al 2019, infine, l’Associazione si è impegnata intensamente sul territorio nella prevenzione della morte improvvisa per arresto cardiaco extra ospedaliero. Sono stati acquisiti e disposti in zone di maggior affluenza di persone ben sette defibrillatori (DAE). Inoltre sono stati organizzati vari corsi di educazione e addestramento alla pratica di rianimazione cardio-respiratoria per cittadini e studenti delle scuole medie. In seguito all’iniziat8iva dell’associazione, il progetto DAE è stato ulteriormente implementato sul territorio mediante contributi di comunità, donazioni di privati cittadini e di Associazioni di Volontariato allo scopo di costituire una rete di rapido intervento.

Causa la pandemia ancora attiva non è stato per possibile organizzare un evento che potesse ricordare debitamente il trentennale. L’idea era quella di un convegno che avrebbe potuto essere occasione una valutazione e approfondimento della situazione sanitaria della Valle in un ampio contesto di opinioni, nel tentativo rendere partecipe la politica regionale delle serie problematiche sanitarie in cui versa la Valle.

In effetti ci sono problemi da risolvere; tra questi le serie lacune proprio nell’assistenza territoriale pubblica con un funzionamento a dir poco difficoltoso degli ambulatori cardiologici. Motivo per cui un anno fa anche l’associazione del Cuore ha fatto sentire la sua voce per un intervento risolutivo. Intervento risolutivo da partire dell’ASL, diciamolo pure, che fino ad ora non c’è stato, con le soluzioni che sono state adottate rendono ancora difficoltoso a chi è affetto da patologie cardiologiche essere adeguatamente seguito sul territorio.

Comunque sia, a parte questa nostra riflessione, l’impegno degli Amici del Cuore è stato in questi trent’anni sempre fondamentale per dare supporto all’attività cardiologica della Valle ed ai pazienti colpiti da queste patologie. Sono stati la voce di tutti i pazienti cardiologici della Valle del Serchio ed hanno permesso importanti passi ina avanti nell’assistenza sanitaria, essendo da sprone agli enti pubblici.

Di queste storia si parlerà anche  lunedì  28 febbraio all’aula magna dell’ISi di Barga , nella conferenza che il dottor Daniele Bernardi, da sempre figura portante nell’associazione e che ricordiamo anche nel suo ruolo di primario di quel reparto che nacque a Barga nel 1991, terrà per tutti gli iscritti ad Unitre Barga.

Buon compleanno Amici del Cuore e grazie per quello che avete fatto per tutta la comunità della Valle del Serchio.

 

I Presidenti

1992-1995: Alessandro Garibotti 1995-1998: Leandro Barsotti 1999-2000: Giovanni Barbi 2001-2002: Giulio Amadei 2003-2006: Enrico Cosimini 2007-2010: Graziano Bertoli 2011-2014: Guglielmo Donati 2015-2018: Mauro Campani 2019: Fabrizio Da Prato.

 

Soci fondatori

Luigi Bondielli, Daniele Bernardi, Bruno Pieroni, Mario Bonuccelli, Renato Baraglia, Enzo Gasperetti, Leandro Barsotti, Osvaldo Brini, Marcello Mazzanti, Mauro Francesca, Giovanni Alberigi, Rolando Serafini, Antonio Viviani

Commenti

1


  1. La conferenza di Dott. Bernardi che si terrà i lunedì 28.02 sarà aperta per l’occasione a tutta la cittadinanza con l’obbligo del supergreen pass

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.