La Natività in una catasta di legna; il presepe unico dell’Eremo di Capraia

-

L’istallazione, realizzata dalla Proloco di Capraia, in questi giorni grazie ai social  ha avuto molto successo, L’idea di questo presepio è stata di Elio Bechelli che una volta ripulito un sentiero dietro la chiesa ha pensato bene di utilizzare la legna per fare da cornice alla sacra rappresentazione.

Costruito su questa rupe, a dominare la valle del torrente  “Ceserano”  oggi troviamo l’eremo di Capraia, un edificio sacro dedicato al nome di Maria. Nel lontano passato  in questo luogo si trovava un castello che era stato edificato nel 14 secolo;  poi nel 1716, con i resti del castello che fu abbattuto,  fu costruito un primo edificio sacro e  nel 1870, grazie alla generosità dei Capraini, lo stesso edificio fu  ampliato  così come lo vediamo oggi.

Oggi l’eremo può contare sulla preziosa presenza dell’eremita Don Fulvio Calloni che in questi anni ha dato  nuovi stimoli a questa comunità; la chiesa dedicata a Maria al suo interno ospita molte opere preziose tra cui questa bellissima pala realizzata nel 1400 da  Pietro da Talada che rappresenta la Madonna  che tiene in mano un libro aperto sulla pagina del Magnificat, mentre il bambino unisce vocali e consonanti su una tavoletta di legno.

In questo periodo all’esterno della chiesa si può osservare un presepe davvero originale, ospitato in una  catasta di legna. Un’ambientazione particolare che regala alla Natività  un suggestione davvero unica

L’istallazione, realizzata dalla Proloco di Capraia, in questi giorni grazie ai social  ha avuto molto successo, L’idea di questo presepio è stata di Elio Bechelli che una volta ripulito un sentiero dietro la chiesa ha pensato bene di utilizzare la legna per fare da cornice alla sacra rappresentazione;  come possiamo vedere  anche le montagne di sfondo sono realizzate con il taglio delle legna di piccola pezzatura; quercia, olmo, rubinia, carpino e leccio sono le varietà utilizzate per custodire questa natività.

Capraia si trova nel comune di Pieve Fosciana  e si raggiunge superando la frazione di Sillico da cui in pochi minuti si raggiunge questo luogo davvero unico, con un presepe altrettanto speciale.

 

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.