Bagni di Lucca, ancora incertezza sulle terme; ma riapre il bagno Bernabò

-

Rimane incerto il futuro delle terme di Bagni di Lucca ma almeno una buona notizia c’è: entro la fine dell’anno riapre il bagno Bernabò, preso in gestione dall’imprenditore Gabriele Ferrari.

E’ quanto emerso nel corso della trasmissione “E’ Venerdi”, in onda ieri sera su Noitv e dedicata proprio alla situazione degli impianti di Bagni di Lucca, chiusi ormai da mesi, proprio mentre il governo ha avviato i bonus a sostegno del settore termale.

Il Tar dovrebbe pronunciarsi il 24 novembre sul contenzioso tra il Comune e l’ormai ex gestore di Bagni Caldi, Vincenzo Lapolla, disputa relativa in particolare allo sfruttamento delle acque termali. Il contenzioso, hanno detto il sindaco Michelini e l’assessore Giambastiani,  in questo momento sta bloccando qualsiasi operazione. L’amministrazione è comunque già in contatto con imprenditori che hanno manifestato interesse per le terme. E per la futura assegnazione la strada privilegiata sarebbe quella di un nuovo bando. I tempi di riapertura però non sono affatto certi.

Non è mancata la polemica a distanza, sia con Lapolla che con i consiglieri d’opposizione, l’ex sindaco Massimo Betti e Claudio Giambastiani, che hanno attaccato il Comune, accusandolo di non gestito bene la situazione e di non essere riuscito ad evitare la chiusura delle terme, con conseguenti gravi ricadute per l’economia di Bagni di Lucca.

Come detto, c’è almeno la buona notizia della riapertura di uno degli stabilimenti termali, il bagno Bernabò. Il neo concessionario, che gestisce altri stabilimenti in Emilia Romagna e a Pontremoli, sta ultimando i preparativi e conta di iniziare l’attività entro dicembre.

 

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.