Coronavirus, Comune di Barga sui casi di febbraio: “Confidiamo che presto si possa andare ad una sorta di chiusura del cerchio”

-

BARGA – I nuovi  casi di coronavirus accertati con oggi sono in Valle del Serchio 5 di cui 3 nel comune di Barga e due ispettivamente nei comuni di Borgo a Mozzano e  Pieve Fosciana.

I casi accertati nel mese di febbraio sono per il comune di Barga una settantina. Il Comune, sula sua pagina Facebook, ha fatto il punto della situazione invitando la popolazione al massimo rispetto delle regole ed informando che al momento per i casi registrati non sono state riscontrate varianti.

Ad oggi nel nostro comune abbiamo circa 70 persone positive al Covid ed altrettante persone sottoposte al regime di quarantena.
Come già detto in altro comunicato e come si è già verificato nei mesi di ottobre e novembre scorsi, si tratta prevalentemente di pochi nuclei familiari molto numerosi e contagiati per intero.
L’Amministrazione è costantemente in contatto con l’Azienda Sanitaria in un continuo monitoraggio dell’evolversi della situazione, anche per quanto riguarda l’eventuale presenza di varianti sul nostro territorio, che per il momento non sono state rilevate.
Confidiamo che con il perdurare della zona arancione e con l’esaurimento dei tamponi relativi ai contatti che si sono verificati nel mese di febbraio si vada verso una sensibile diminuzione dei positivi e verso una sorta di chiusura del cerchio. A questo si aggiunge l’avvio della vaccinazione presso il Distretto Socio Sanitario di Fornaci di Barga per gli appartenenti a personale scolastico ed universitario, forze armate, forze di polizia e uffici giudiziari per le persone da 18 a 55 anni. La prossima settimana inizieranno le vaccinazioni per gli ultra 80enni che verranno contattati direttamente dal Medico di Medicina Generale. Inoltre proseguono le vaccinazioni degli operatori sanitari, degli ospiti e degli operatori delle RSA.
Abbiamo avuto la conferma che anche per la prossima settimana la Toscana rimarrà zona arancione, l’invito è sempre comunque alla massima prudenza, ad evitare gli spostamenti se non strettamente necessari perché come sappiamo il virus sta riprendendo forza.
Il nostro comune si caratterizza per la presenza di molti punti di aggregazione, che sono sempre stati un punto di forza turistico/commerciale e che oggi, purtroppo, in tempi di covid diventano zone sensibili da attenzionare. A tal proposito l’Amministrazione è sempre stata in costante contatto con il Prefetto in un piano coordinato tra il corpo di Polizia Municipale e Carabinieri che sono stati attivi sul territorio in questi mesi.
Certo è che i nuovi comportamenti dettati dal covid, dovranno essere attuati per molto tempo, chissà quanto, quindi tutti dobbiamo continuare a seguire le indicazioni che ci possono consentire di uscire di casa, di lavorare, di frequentare la scuola e le università, di vedere parenti e amici ma nel pieno rispetto delle regole di comportamento. Sappiamo bene che anche la socialità è spesso alla base del nostro benessere, in particolare le persone sole, le persone anziane, i giovani , soffrono molto le restrizioni, il distanziamento, il dover limitare gli spostamenti, non poter lavorare. Tutto ciò può essere ancora possibile solo se ci atteniamo rigorosamente a poche semplici regole che devono diventare il nostro nuovo stile di vita: la mascherina va indossata correttamente, naso e bocca coperti, deve essere cambiata frequentemente e toccata il meno possibile; le mani vanno lavate spesso quando possibile con acqua e sapone, altrimenti con gel idroalcolico; dobbiamo mantenere la distanza di sicurezza.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.