International Academy Of Music Friends. Al via la diciottesima edizione: ancora una volta, grande musica dal vivo

-

Era il 2003, uno di quegli anni quasi sospesi tra i tragici fatti dell’11 Settembre e gli altrettanto funesti momenti della crisi economica internazionale; nell’estate, quello che era da tempo uno dei più grandi e prestigiosi festival di musica da camera al mondo, il Summit Music Festival di New York, vide nascere la terza manifestazione a esso affiliata in Europa: ad affiancare l’evento russo di San Pietroburgo e quello spagnolo di Burgos, vide la luce l’International Academy of Music Festival di Castelnuovo di Garfagnana.

New York, San Pietroburgo, Burgos: dopo tre grandi capitali mondiali della cultura, una piccola cittadina toscana, arrampicata tra le Alpi Apuane e gli Appennini, chiamata a farsi destinazione di alcuni tra i maggiori musicisti degli Stati Uniti, della Russia, della Corea del Sud, di numerosi altri paesi tra cui la nostra stessa Italia, eccitati protagonisti di un progetto davvero unico: il centro storico di Castelnuovo che si trasforma per dieci giorni in un campus di perfezionamento musicale del massimo livello, popolato anche da 200 musicisti contemporaneamente tra gli affermati docenti e gli allievi, straordinari talenti selezionati nei conservatori più rinomati al mondo.

Lezioni individuali, sessioni di musica da camera con ragazzi da ogni continente, recital dei giovani concertisti e grandi serate con i maestri: la formula è innovativa per l’Italia, e la location determina il successo del festival, che nel volgere di poco tempo si afferma come la principale tra le tre manifestazioni europee. Strade e piazze come aule studio, la Rocca Ariostesca e la Fortezza di Montalfonso come particolari sale da concerto, un teatro ottocentesco bello come il Vittorio Alfieri, il tutto tra le montagne della Garfagnana e per di più in Toscana: gli ingredienti c’erano tutti perché l’International Academy of Music Festival crescesse costantemente, fino a sommare centinaia di ore di lezione e decine di straordinari concerti dal vivo, in un vortice di musica che da qualche anno si è arricchito delle note preziose della musica jazz, per un cartellone sempre più completo e diversificato.

Tutto questo è entrato ormai nell’anima di Castelnuovo e della valle intera, al punto che nemmeno questo terribile anno 2020 ha potuto rompere l’incantesimo; se non è stato possibile prevedere l’attività didattica, si è riusciti a conservare la serie concertistica, coinvolgendo molti degli artisti che in questi diciotto anni sono stati protagonisti della manifestazione: da qui il nome di quest’edizione speciale, International Academy of Music Friends.

Sette concerti in meno di un mese, quattro di jazz e tre di musica classica, che vedranno sul palco veri protagonisti della scena nazionale e internazionale: dal Jason Rebello Trio (Rebello, già pianista per anni di leggende come Sting e Jeff Beck, è protagonista in questa formazione con due grandi musicisti italiani, Enzo Zirilli alla batteria e Marco Micheli al contrabbasso) al Quartetto ORT Florentia (con le prime parti dell’ORT, Orchestra della Toscana); dal mostro sacro del jazz italiano Mauro Grossi (al pianoforte, in trio con due giovani ma già affermati jazzisti come il contrabbassista Gabriele Evangelista e il batterista Alessio Burberi) al duo violino e pianoforte di due riconosciuti talenti quali Emma Parmigiani e Maddalena Giacopuzzi; dallo storico sax di Stefano “Cocco” Cantini (in trio con due jazzisti del calibro di Ares Tavolazzi e Andrea Beninati), al recital lirico curato dal maestro Marcello Lippi (baritono genovese, direttore di prestigiosi enti lirici in tutta Italia), per chiudere con il progetto Gaddi Quartet feat Solli, che presenterà nell’occasione il CD “Opus One” con la partecipazione di uno dei migliori chitarristi europei, il norvegese Bjørn Vidar Solli.

Un cartellone di grande livello, quello dell’International Academy of Music Friends: un’offerta musicale ampia e diversificata, pensata per catturare l’attenzione di ogni amante della grande musica dal vivo in un’estate garfagnina che, nonostante tutto, non sarà priva della sua emozionante colonna sonora.

Per garantire il massimo rispetto delle norme anti-Covid previste per le manifestazioni aperte al pubblico, per partecipare ai concerti è necessaria la prenotazione al numero 3884671502.

L’organizzazione del festival ringrazia per il sostegno: il comune di Castelnuovo di Garfagnana, l’Unione dei Comuni della Garfagnana, il comune di San Romano in Garfagnana, il comune di Camporgiano, il comune di Minucciano, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, l’associazione culturale “Francesco Xaverio Geminiani”, l’impresa di costruzioni Guidi Gino, l’associazione “Compriamo a Castelnuovo”.

Di seguito, il cartellone completo della manifestazione e le schede specifiche dei singoli eventi.

 

 

INTERNATIONAL ACADEMY OF MUSIC FRIENDS

CARTELLONE

 

 STRAIGHT LIFE

11 LUGLIO 21.30

Ex pista di pattinaggio (Castelnuovo di Garfagnana)

Ingresso gratuito

Stefano Cocco Cantini, sassofono

Ares Tavolazzi, basso

Andrea Beninati, batteria

 

MAURO GROSSI TRIO

18 LUGLIO 18.30

Fortezza delle Verrucole Archeopark (San Romano in Garfagnana)

Biglietto ingresso: 8 euro

(In caso di pioggia, rimandato al 19 luglio stesso orario)

Mauro Grossi, pianoforte

Gabriele Evangelista, contrabbasso

Alessio Burberi, batteria

 

JASON REBELLO TRIO

24 LUGLIO 21.30

Fortezza di Mont’Alfonso (Castelnuovo di Garfagnana)

Biglietto ingresso: 10 euro

(In caso di pioggia, presso l’Ex pista di pattinaggio)

Jason Rebello, pianoforte

Marco Micheli, contrabbasso

Enzo Zirilli, batteria

  

ORCHESTRA DELLA TOSCANA – QUARTETTO “FLORENTIA”

26 LUGLIO 21.30

Chiesa di San Martino e San Rocco (Palleroso, comune di Castelnuovo di Garfagnana)

Assegnazione del Premio del 1° Concorso

“Francesco Xaverio Geminiani International violin concerto Competition”

Associazione culturale Francesco Xaverio Geminiani

Ingresso gratuito

Verginia Ceri, violino

Paolo Gaiani, violino

Stefano Zanobini, viola

Luca Provenzani, violoncello

 

DUO PARMIGIANI – GIACOPUZZI

31 LUGLIO 18.30

Agriturismo Tripala (Antognano, comune di Minucciano)

Ingresso concerto gratuito / Apericena 12 euro

Emma Parmigiani, violino

Maddalena Giacopuzzi, pianoforte

 

RECITAL LIRICO

2 AGOSTO 21.30

Mulin del Rancone (Camporgiano)

Ingresso gratuito

Ozce Durmaz, soprano

Jiao Miao, soprano

Francesca Magdalena Giorgi, soprano

Marcello Lippi, baritono

Massimo Salotti, pianoforte

A cura di Marcello Lippi

 

GADDI QUARTET FEAT SOLLI

9 AGOSTO 21.30

Ex pista di pattinaggio (Castelnuovo di Garfagnana)

Presentazione CD “Opus One”

Ingresso gratuito

Piero Gaddi, pianoforte

Fabrizio Desideri, clarinetto e sax

Filippo Pedol, contrabbasso

Andrea Beninati, batteria e violoncello

Bjørn Vidar Solli, chitarra elettrica

 

STRAIGHT LIFE

11 LUGLIO 21.30

Ex pista di pattinaggio (Castelnuovo di Garfagnana)

Ingresso gratuito

Stefano Cocco Cantini, sassofono

Ares Tavolazzi, basso

Andrea Beninati, batteria

 

In programma sabato 11 luglio alle 21.30, presso l’ex Pista di Pattinaggio sotto la Rocca Ariostesca, l’evento è uno dei più importanti del cartellone: tre musicisti dal grande curriculum uniti in un trio di recentissima formazione, con un repertorio di grande impatto, tra brani composti da Cantini e Tavolazzi e alcuni grandi classici del jazz; è in uscita per Alfamusic il primo cd della formazione.

  

MAURO GROSSI TRIO

18 LUGLIO 18.30

Fortezza delle Verrucole Archeopark (San Romano in Garfagnana)

Biglietto ingresso: 8 euro

(In caso di pioggia, rimandato al 19 luglio stesso orario)

Mauro Grossi, pianoforte

Gabriele Evangelista, contrabbasso

Alessio Burberi, batteria

 Un contributo intergenerazionale al “tempio sacro” del classico trio pianistico. Mauro Grossi, pianista, compositore, leader ideatore di innumerevoli progetti, musicista completo, propone un nuovo trio d’eccezione con due giovani grandi musicisti: Alessio Burberi, giovanissimo batterista dalla incredibile raffinatezza ed inventiva e uno dei più forti giovani contrabbassisti a livello nazionale Gabriele Evangelista. Il trio offre un programma composto prevalentemente da brani originali, rivisitazioni di famosi standards e new-standards provenienti dal pop, dal rock e dalla musica etnica, il tutto con eccezionali interplay, affinità, libertà stilistica e facilità comunicativa. Mauro Grossi è in procinto di produrre un cd con questo progetto.

 

JASON REBELLO TRIO

24 LUGLIO 21.30

Fortezza di Mont’Alfonso (Castelnuovo di Garfagnana)

Biglietto ingresso: 10 euro

(In caso di pioggia, presso l’Ex pista di pattinaggio)

Jason Rebello, pianoforte

Marco Micheli, contrabbasso

Enzo Zirilli, batteria

Il connubio tra Jason Rebello ed Enzo Zirilli è nato ormai diversi anni fa a Londra, città dove il batterista si è trasferito nel 2004, divenendo in breve tempo uno dei più richiesti in città e nel Regno Unito, e si è esteso al trio con Marco Micheli negli ultimi tre anni. Il repertorio del trio si basa principalmente su composizioni originali, alle quali si aggiungono brani tratti dal songbook americano e da quello del Pop internazionale, per un concerto di grande classe ed energia.

 

ORCHESTRA DELLA TOSCANA – QUARTETTO “FLORENTIA”

26 LUGLIO 21.30

Chiesa di San Martino e San Rocco (Palleroso, comune di Castelnuovo di Garfagnana)

Assegnazione del Premio del 1° Concorso

“Francesco Xaverio Geminiani International violin concerto Competition”

col sostegno dell’associazione culturale Francesco Xaverio Geminiani

Ingresso gratuito

Verginia Ceri, violino

Paolo Gaiani, violino

Stefano Zanobini, viola

Luca Provenzani, violoncello

Il quartetto ORT-Florentia nasce dall’esigenza delle prime parti dell’Orchestra della Toscana di affrontare il vasto repertorio, storico e non, scritto per questo organico. Il programma del concerto ha una forma ciclica: parte da Lucca e ritorna in provincia, precisamente in Garfagnana, al borgo di origine della mamma di Astor Piazzolla. Per primo, appunto, un quartetto di grande interesse e di rara esecuzione, del grande compositore lucchese Luigi Boccherini, uno dei protagonisti europei del ‘700; il concerto ci porterà poi in Brasile con il brano di Villa-Lobos, per poi rientrare dapprima in Europa, precisamente in Spagna con la Oraciòn di Joaquin Turina, e definitivamente in Italia, Toscana, Garfagnana, con le melodie argentine del grande Piazzolla.

 

DUO PARMIGIANI – GIACOPUZZI

31 LUGLIO 18.30

Agriturismo Tripala (Antognano, comune di Minucciano)

Ingresso concerto gratuito / Apericena 12 euro

Emma Parmigiani, violino

Maddalena Giacopuzzi, pianoforte

 

RECITAL LIRICO

2 AGOSTO 21.30

Mulin del Rancone (Camporgiano)

Ingresso gratuito

Con: Ozce Durmaz, soprano

Jiao Miao, soprano

Francesca Magdalena Giorgi, soprano

Marcello Lippi, baritono

Massimo Salotti, pianoforte

A cura di Marcello Lippi

 

GADDI QUARTET FEAT SOLLI

9 AGOSTO 21.30

Ex pista di pattinaggio (Castelnuovo di Garfagnana)

Presentazione CD “Opus One”

Ingresso gratuito

Piero Gaddi, pianoforte

Fabrizio Desideri, clarinetto e sax

Filippo Pedol, contrabbasso

Andrea Beninati, batteria e violoncello

Bjørn Vidar Solli, chitarra elettrica

 La musica originale del quartetto di Gaddi affonda le radici in molteplici culture: vi si ritrovano il suono e gli elementi costruttivi della musica colta; vi si ritrova il jazz, contaminato con le musiche delle culture popolari europee e latino americane, vi si ritrova la cultura pop-rock e la musica da film. Sperimentare fusioni e connessioni tra i generi e le culture più disparate è il terreno sul quale si misura il quartetto. È musica che evoca differenti paesaggi e molteplici sensazioni, cercando di sfruttare l’intera tavolozza timbrica e dinamica a disposizione. Il dialogo e l’interplay tra i musicisti è il mezzo privilegiato per coinvolgere il pubblico trasmettendo l’energia e la freschezza necessaria: elementi che si ritrovano nel disco, appena uscito, che rappresenta una sorprendente unione di diversi stili, fra jazz e musica da camera.

L’esperienza e la grande sensibilità dei musicisti riesce a dare una forma coerente alle composizioni di Gaddi lasciando un’impronta di unicità alla musica che il quartetto esprime nelle performance: da qui il successo crescente della giovane formazione, che ha fatto il tutto esaurito a Pisa Jazz nello scorso febbraio.

 

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*