Barga, gli esiti del consiglio comunale del 9 giugno

-

BARGA – Il 9 giugno, posticipato a causa degli eventi alluvionali, si è tenuto a Barga il consiglio comunale.

Al primo punto dell’ ordine del giorno il ritiro della Delibera relativa alla possibilità di proroga dell’ acconto IMU 2020.

Come Amministrazione – spiega una nota inviata alla stampa –  vista la situazione economica determinata dall’ emergenza sanitaria Covid, volevamo usufruire della possibilità di corrispondere la prima rata dell’ IMU entro il 30 settembre 2020, senza applicazioni ed interessi, per quei contribuenti, privati cittadini e attività commerciali, che hanno registrato difficoltà economiche.

Il parere tecnico del Segretario Comunale e della Responsabile dell’ Area Finanziaria, a seguito della risoluzione del Ministero dell’ Economia e delle Finanze n 5/DF del 08/06/2020 che esclude la possibilità per I Comuni di deliberare interventi aventi ad oggetto la quota IMU di competenza statale e che evidenzia l’ impossibilità per gli Enti di rinunciare integralmente a sanzioni ed interessi, ci ha portato, a malincuore, a dover ritirare la Delibera in questione.

Siamo molto dispiaciuti, perché, in queste settimane ci avevamo lavorato”.

Nel consiglio sono stati anche votati l’ adesione al Sistema Museale Territoriale della provincia di Lucca e l’ approvazione dello Schema di Convenzione e Regolamento, per l’ inserimento in rete della Casa Museo “Giovanni Pascoli”, del Museo Civico del territorio” Antonio Mordini” e del Museo Multimediale

E’ stata anche votata la delibera per l’ adesione al Sistema Museale Tematico Case della Memoria in Toscana – I Grandi Personaggi, con Convenzione e Regolamento. Obiettivi, tra gli altri, quello di migliorare la gestione del sistema museale del territorio, di rafforzare l’ azione dei singoli Istituti, valorizzando i Musei facenti parte del sistema, tramite una stretta collaborazione per il coordinamento delle attività culturali, scientifiche, didattiche, di promozione, per migliorare la sostenibilità finanziaria ed elevare lo standard dei servizi.

E’ stata poi discussa l’interrogazione presentata dalla minoranza avente ad oggetto “Situazione scuole medie per moduli scolastici”; qui infatti sono presenti ancora i moduli scolastici che accolgono le classe prime dallo scorso anno scolastico a causa dlela carenza di aule datoc he non sono stati ancora effettuati lavori di consolidamento ad una ala del complesso, a caricio della Provincia di Lucca.

“L’ amministrazione ha risposto su relazione della Provincia, che è l’ ente competente su quell’ edificio. La Provincia sta lavorando per renderlo fruibile, il più velocemente possibile garantendo gli standard di sicurezza necessari. L’amministrazione comunale di Barga  continuerà a seguire l’ evolversi dei lavori e a sollecitare l’ amministrazione provinciale affinché I tempi siano rispettati. E ad impegnarsi a sollecitare l’ avvio dei lavori e la loro conclusione per l’ inizio dell’anno scolastico, imputando a loro le conseguenze di eventuali ritardi.”

Insomma per il prossimo anno scolastico l’obiettivo è quello di ospitare tutti i ragazzi in classe. E non nei moduli.

In merito alla Mozione presentata dalla minoranza su richiesta sospensione/rinvio dell’ incremento dell’ aliquota provinciale della TEFA. tutto il consiglio ha poi ribadito l’ impegno a chiedere all’ Amministrazione Provinciale di non aumentare la tassa. Tutto il consiglio ha chiesto alla Provincia la non applicazione della TEFA.

Si è parlato poi di Barga Plastic Free, in seguito alla mozione presentata dal gruppo consiliare Progetto Comune relativa alle misure per la riduzione della plastica. E come fa sapere il Comune è stata approvata la mozione del gruppo di maggioranza, che evidenzia tra i punti programmatici lo sviluppo del progetto “Comuni plastc-free”, con l’ introduzione di strumenti e buone pratiche.

“L’ Amministrazione – conclude la nota del comune – esprime poi soddisfazione per la conclusione dell’ iter, condiviso con il gruppo di minoranza, che ha portato all’ insediamento dell’ Osservatorio Rifiuti Zero il giorno 4 Giugno 2020. Considera tale strumento essenziale per elaborare e promuovere progettazioni e buone pratiche oltre che necessario per il supporto alla partecipazione ad iniziative di respiro locale e nazionale. L’ Amministrazione si impegna a portare avanti progetti ed iniziative di rilevanza ambientale, oltre che la tematica del plastic free, proprio tramite l’ Osservatorio, che è stato fortemente promosso, anche in considerazione del periodo storico in cui ci  troviamo, per il quale siamo chiamati a rispondere a problematiche nuove, come lo smaltimento delle mascherine e dei guanti monouso.

Una riflessione vogliamo farla sul basso numero di domande, di partecipazione al bando, ricevute, su un tema così sentito, che ci spinge ad impegnarci ancora di più nel “dare gambe” a questo progetto, credendo che il modo migliore per il raggiungimento dei risultati sia il coinvolgimento responsabile di tutti.”

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.