Sciolto il nodo della spesa fuori comune

- 2

È ufficiale che si può andare a fare la spesa al punto vendita più vicino anche se questo è situato in un altro Comune. Lo dice il presidente della provincia di Lucca Luca Menesini con un messaggio via social.

“Stamattina finalmente è arrivata una circolare del Ministero dell’Interno che chiarisce la situazione e sceglie – e per questo ringrazio – di mantenere la logica di stare in giro il meno possibile, reintroducendo il criterio della brevità degli spostamenti.
Quindi ci si può recare al punto vendita più vicino a casa o al luogo di lavoro per fare la spesa, anche se questo non è sul territorio in cui si vive.
Mi raccomando, si va al più vicino, non a quello che ci piace di più: l’obiettivo del Governo è fare in modo che gli spostamenti consentiti siano comunque della durata più breve possibile.

Oltre a questo vi dico che c’è il nuovo modulo dell’autodichiarazione, che sostanzialmente chiede in più il punto di partenza dello spostamento che uno sta compiendo.
Non preoccupiamoci di questo che non serve – dice più avanti –
Serve di stare a casa, seguire le regole e lottare tutti perché fra una settimana si inizino a vedere i primi segnali di riduzione dei contagi.
Facciamo girare il post il più possibile per informare tutti.
Insieme ce la facciamo.”

Tag: ,

Commenti

2


  1. Sono diabetico posso fare una camminata
    Veloce di 20 minuti?


    • faq Governo, cito testualmente
      È consentito fare attività motoria?
      L’attività motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione. È obbligatorio rispettare la distanza di almeno un metro da ogni altra persona. Sono sempre vietati gli assembramenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*