Coronavirus, a Bagni di Lucca deceduta una donna

-

BAGNI DI LUCCA – Come riportato nel bollettino regionale, purtroppo c’è una nuova vittima del coronavirus in Valle del Serchio. E’ una donna di 80 anni residente nel comune di Bagni di Lucca. La conferma viene anche dal sindaco Paolo Michelini.

“Purtroppo oggi devo aprire con una brutta notizia, è deceduta la signora che era stata trovata positiva al virus la scorsa settimana e si trovava ricoverata presso l’ospedale di Lucca; questa è una notizia che rattrista tutta la comunità, da questa pagina voglio esprimere a nome mio personale e di tutta l’Amministrazione le più sentite condoglianze alla famiglia così improvvisamente e duramente provata.
Non mi sono giunte fino ad ora comunicazioni di nuovi casi di positività o di quarantene ulteriori a quelle comunicate ieri che ad oggi sono quindi due.
Come territorio siamo stati fino ad oggi abbastanza fortunati e colpiti solo in minima parte, questo non ci deve esaltare e far abbassare la guardia, continuiamo a mantenere i nostri comportamenti allineati alle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio restando in casa e uscendo solo per i casi indifferibili e per effettive necessità. Vedrete che almeno per la nostra comunità ce la faremo. La salute è importante questo virus è molto aggressivo e l’arma principale per difenderci è evitare di rimanere contagiati.
Anche sul nostro territorio sono attivi tutti i servizi messi in campo per aiutare le persone disagiate e che hanno necessità che da loro stessi non possono essere portate avanti. Dagli interventi della protezione civile per chi non può uscire di casa, al sostegno psicologico, al contatto con i medici ed al ritiro dei farmaci che su richiesta le nostre farmacie fanno a domicilio. E’ possibile prenotare la spesa telefonando o in modalità on line. Quindi i servizi primari ci sono.
Il Comune è in prima linea, presente per quelle che sono le proprie competenze. Sono attivi i servizi essenziali che vengono garantiti tutti i giorni negli orari di ufficio o con la reperibilità”.

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*