Trenta anni di storia e numeri da prima della classe per l’emittente Noi Tv

-

Era il 5 settembre di trent’anni orsono quando nasceva l’emittente Noi Tv. Le prime pionieristiche trasmissioni avvennero allora dagli studi che si trovavano lungo via della Repubblica a Fornaci di Barga. Allora le immagini della tv locale arrivavano solo nel nord della Toscana, oggi si estendono a buona parte della costa Toscana ed anche all’interno, ma soprattutto dalla piccola TV locale di allora oggi Noi TV, come certificano le rilevazioni Auditel degli ascolti, è arrivata ad occupare stabilmente al secondo posto in Toscana. Nonostante non copra tutto il territorio regionale, c’è solo un’altra TV che fa numero di ascolti e spettatori come quello della nostra emittente.

I 30 anni di Noi tv sono stati celebrati ieri nel teatrino del Ciocco, che fu il mitico studio 1 di Videomusic. Alla presenza delle autorità civili e militari di tutta la provincia, degli azionisti e della presidente della società che gestisce noi TV, Lucia Caproni,  il direttore dell’emittente Giulio Del Fiorentino ha introdotto questo incontro terminato con un brindisi augurale. A parlare dei dati salienti dell’emittente che è di sicuro la più importante tv provinciale, ma anche tra le prime, la seconda, per numero di spettatori in in tutta la Toscana, l’amministratore delegato Andrea Benassi che ha parlato di un organico tra dipendenti e collaboratori di circa 30 persone, di una copertura del territorio regionale che arriva a tutte le provincie costiere ed alla provincia di Pistoia; con una irradiazione del segnale digitale che la rende all’avanguardia attraverso l’utilizzo di attrezzature e reti ed anche l’esperienza in questa tecnologia, per supportare il segnale digitale.

“Siamo consapevoli che questa è la televisione della provincia di Lucca – ha detto Benassi – e lo tocchiamo con mano ogni giorno”

Benassi ha riportato anche i dai Auditel ufficiali e non sono dati da poco: “Confermano che Noi TV è la prima televisione provinciale in Toscana, provinciale perché non copre ovviamente tutta la Toscana come fanno altre emittenti e quindi non ha un bacino di riferimento regionale, ma indiscutibilmente la prima in quanto a numeri e spettatori”

Ogni giorno quasi 100 mila persone si collegano con il canale 10 del digitale terrestre di Noi TV. Unica emittente che ha numeri superiori (arriva a 120 mila) è l’emittente regionale RTV 38 che però conta  su un bacino di utenza notevolmente superiore (basti pensare all’area metropolitana di Firenze).

Noi TV, soprattutto in Valle del Serchio, vanta poi una rete di copertura che è la più capillare, equiparabile a quella della Rai.

Tornando agli spettatori, giusto per fornire qualche altri dato, in un minuto almeno 844 persone sono sempre sintonizzate su Noi TV ed in Toscana ll’emittente è seconda, dietro solo a RTV 38, battendosela numero per numero. Nel dato degli spettatori che restano a guardare il canale prescelto per almeno 10 minuti Noi TV arriva per prima, dimostrando che questo è un mezzo di comunicazione a cui il territorio è attaccato ed a cui si rivolge per avere informazioni.

Tutto il resto lo trovate nell’intervento di Benassi che potete ascoltare integralmente qui di seguito.

Le sfide con il futuro, le sfide per affermare sempre più il ruolo nell’informazione che sta ricoprendo a livello regionale questa nostra televisione, non finiscono mai. Si guarda sempre avanti e si pensa costantemente al futuro, ai nuovi traguardi che impongono nuove attenzioni verso o social e la rete; ma porre lo sguardo in avanti osservando quello che è stato il notevole passato di questa nostra realtà, serve sicuramente a capire che a Noi Tv le sfide servono solamente a dare il giusto impulso a raggiungere nuovi importanti traguardi.

 

 

La storia

Per quanto riguarda la sua storia, più avanti con il nome di Tele Radio Nord Garfagnana, la sede fu trasferita al Ciocco di Castelvecchio Pascoli.
Inizialmente l’emittente trasmette per poche ore al giorno ma fin da subito si occupa più degli eventi che accadono sul territorio. Nel 1994 nuovi studi televisivi vengono aperti anche a Lucca, a San Marco con la sede centrale e l’emissione che si trovano comunque ancora all’interno del Ciocco. NoiTv ha ormai una programmazione quotidiana e diventa la maggiore fonte di informazione televisiva sui fatti della provincia di Lucca. Gli anni ‘90 si chiudono con l’accordo con la Rai: da allora Noi Tv è infatti service ufficiale della tv di Stato. La crescita non si ferma; nel settembre 2001 nuovo trasferimento, e sede unica, nei più ampi studi di Tempagnano. NoiTv vanta già 14 edizioni del telegiornale… il Tg Noi, diventato un appuntamento fisso soprattutto nelle ore serali per le famiglie lucchesi e accompagnato da un servizio televideo all’epoca unico nel suo genere in Toscana. Da un’indagine promossa dal Corecom nel 2005 emerge che in provincia di Lucca un telespettatore su due si sintonizza su Noi Tv. Nello stesso anno l’emittente vara un sito web che riscuote l’immediato successo del popolo internet, in particolare dei lucchesi che abitano fuori provincia e all’estero.
Nel 2012 NoiTv accelera il processo di innovazione, adegua il segnale alla tecnologia digitale ed entra nel mondo dei social network. L’anno seguente il trasferimento di sede al Polo Tecnologico della Camera di Commercio, il trampolino di lancio per le imprese che puntano sull’innovazione. Dal 2016 Noitv – dopo l’acquisizione di Reteversilianews – ha una centro di produzione anche a Viareggio e realizza un telegiornale dedicato alla Versilia.

 

 

 

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*