Al via LuBec 2019, l’innovazione e la scienza al servizio dei beni culturali

-

LUCCA – La XV edizione di LuBeC, Lucca Beni Culturali, l’incontro internazionale dedicato allo sviluppo e alla conoscenza della filiera beni culturali – tecnologie – turismo si è aperta al Real Colegio di Lucca.

Per l’edizione 2019 LuBeC punta l’attenzione sul tema dello sviluppo sostenibile e su come patrimonio e politiche culturali siano determinati nel raggiungimento degli obiettivi di un’Agenda Mondiale, che impone profondi cambiamenti culturali per il bene del Pianeta.

Lo fa proponendo un’anteprima di EXPO Dubai 2020 , grazie alla partecipazione del Commissario EXPO Italia e di una delegazione istituzionale e imprenditoriale degli Emirati Arabi Uniti, che su cultura e turismo stanno investendo con impegno crescente.  Oltre che importante momento di confronto, obiettivo primario di LuBeC è la formazione di operatori culturali, nel pubblico e nel privato, in grado di sviluppare l’impresa della cultura attraverso nuove politiche, innovazioni tecnologiche e soluzioni tecnico operative.

 

All’interno della kermesse, , sarà presentata un’importante innovazione tecnologica dedicata alla salvaguardia delle opere d’arte: Machina, un acceleratore di particelle creato dall’Istituto di Fisica Nucleare e dal Cern di Ginevra; la sua unicità sta nell’essere portatile: un vero e proprio “cannone di protoni” che, cambiando l’energia, possono penetrare i diversi strati di un’opera d’arte ricavando informazioni importanti sia per i restauratori sia per gli storici dell’arte.

 

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*