Ripulita tra Loppia e Filecchio l’antica via del Solco

- 1

Un’altra bella idea di cittadinanza attiva quella realizzata dai giovani della Misericordia di Filecchio, come ci dice l’altrettanto giovane governatore Francesco Passini. Stamani, di buon ora, un gruppo di ragazzi filecchiesi ha provveduto a ripulire ed a rendere nuovamente agibile la vecchia via del Solco che da Filecchio raggiunge Loppia e la sua pieve.

La via era stata invasa dalle sterpaglie e dalla vegetazione e non era più percorribile e così è stato attuata una pulizia radicale dell’area con il principale obiettivo di rendere fruibile la strada che conduce alla Pieve ed al cimitero di Loppia. Obiettivo perfettamente raggiunto visto che è stato fatto un buon lavoro. Ecco le immagini che documentano i lavori.

Tra gli interventi anche la pulizia dei vecchi lavatoio che si trovano lungo la strada.

Il lavoro ha permesso dunque  di valorizzare nuovamente la vecchia strada in pietra che nella parte finale è arricchita dal ponte medievale che sorge sopra il  torrente Loppora.
Il ponte di Loppia, sorretto da un’arcata a tutto sesto, è stato realizzato in pietra arenaria da maestranze locali nel corso del XIV secolo, ed è stato ricostruito nel XVIII secolo, come emerge dalle ricerche condotte dalla sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese; è un ponte pedonale dal profilo a schiena d’asino lievemente asimmetrico che, per la sua irregolarità, ricorda in piccola scala il più noto ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano. Il sentiero che su esso si affaccia , appunto la via di Solco, fa peraltro parte anche del tracciato ideale del percorso conosciuto come La Via del Volto Santo che, separandosi ad Aulla da quello costiero tirrenico della via Francigena, rappresentava forse la principale parallela della stessa alla volta di Lucca.

Dunque di motivi per elogiare i giovani di Filecchio per questa iniziativa ce ne sono davvero diversi. Bravi.

Tag: , , , ,

Commenti

1


  1. Proprio un bel lavoro di cui c’era bisogno! Bravissimi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.