Proseguono gli incontri culturali in Piazza del Comune

-

Con la fine del festival “Tralerighe di Barga” non si chiudono gli appuntamenti che durante questa Festa delle Piazzette animano la Piazza Salvo Salvi grazie alla sinergia tra Amministrazione comunale, Unitre Barga, Cento Lumi, Tralerighe, Pro Loco e Da Aristo.

Domani sera lunedì 22 luglio sarà ospite della kermesse lo scrittore livornese Glauco Ballantini, un indimenticato amico di Barga che a Renaio ha passato tanta della sua giovinezza (ricordiamo tra l’altro che a suo fratello Dario sarà consegnato, il prossimo 24 luglio, il San Cristoforo d’oro). Ballantini presenterà, introdotto da Andrea Giannasi e Luca Galeotti, la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Alborán” (Asterione, 2018). Una raccolta di centodieci racconti, ciascuno composto da centodieci parole, come quadri che hanno le stesse dimensioni e possono stare accanto uno all’altro. Alborán, ha spiegato Ballantini, è un’isoletta che si trova fra la Spagna e il Marocco, fra due mondi. Ha la caratteristica di essere completamente piatta, ma dispone di tutto quello che serve per la piccola guarnigione spagnola. Allo stesso modo penso che in 110 parole ci dovrebbe essere tutto quello che serve, ridotto all’essenziale, per costruire un racconto.

Martedì 23 luglio si gioca in casa con il dr. Leonardo Umberto Conti, giovane neolaureato già apprezzato nei mesi scorsi per i suoi studi sulle Terre Robbiane e su John Bellany. Leonardo terrà una conferenza dal titolo “Psicologia dell’arte. Un approccio terapeutico”: argomento approfondito in seguito ad un master che sottolinea come si possa applicare la psicologia all’arte. Leonardo lo dimostrerà analizzando tre opere molto diverse tra loro: il primo ritratto di Adele Bloch Bauer di Klimt, un’installazione di Martin Creed e il Duomo di Pisa. Attraverso questa analisi si evidenzierà come la psicologia dell’arte, oltre ad avere questo approccio di studio, diventi anche materia applicativa di cui l’arteterapia è appendice.

Dopo una pausa in concomitanza con la solenne processione di San Cristoforo, si conclude la sera di giovedì 25 con un omaggio al grande attore prematuramente scomparso Ennio Fantastichini: la proiezione e discussione del cortometraggio “AD” di Marco Poma.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.