La Befana di Barga Vecchia. Una tradizione da far tornare

- 2

La tradizione della rassegna dei gruppi delle befane in giro per il centro storico non è più quella di un tempo. Bisogna dirlo con tutta franchezza. Di gente se ne vede sempre meno in giro ed anche i gruppi sono diminuiti, anche se alcuni continuano a mantenere viva la tradizione. Ce lo testimoniano queste immagini scattate dal nostro Pier Giuliano Cecchi che ringraziamo.

Per fortuna ieri sera ad animare un po’ il centro storico ed il Giardino ci hanno pensato questi gruppi, ma anche i locali pubblici di Barga Vecchia, a cominciare dall’Osteria di Riccardo Negri che ha messo un po’ di musica con DJ Maurizio per scaldarsi meglio di fronte al falò di piazza Angelio in attesa del passaggio delle Befane. I gruppi sono stati accolti in allegria anche in piazza del Comune, da Aristo. E’ mancata invece una manifestazione ufficiale, in grado di accogliere come si deve, e quindi cercare anche di valorizzare, la tradizione dei gruppi mascherati per le befanate di questua.

E’ mancato (e forse manca ormai da troppi anni) quel qualcosa che invece a Barga ci si aspetterebbe per valorizzare la tradizione della vigilia della Befana, che solo poche ore prima invece, ci aveva regalato, in occasione della Befana dei piccoli, tanta gente e tanto movimento per le vie del Castello.

Manca un locale al chiuso (vedi Teatro) per fare la festa? Forse. Manca l’impegno del comune o di più associazioni insieme? Ci sta. Noi pensiamo che comunque sia a Barga non manchino le forze per poter dare nuova linfa anche alla tradizione serale.

Lo abbiamo già detto lo scorso anno e non siamo stati ascoltati, così ci riproviamo perché secondo noi questa è la strada da seguire ed in pochi anni potrebbe regalare grandi soddisfazioni: l’organizzazione di un concorso per la befana per il gruppo più bello. Con un bel premio finale (bello vederlo al teatro, ma andrebbe bene anche in piazza Angelio…). Tutte le befane di passaggio da Barga vecchia parteciperebbero al concorso che ad una cert’ora, riunendo così tutti insieme i gruppi, potrebbe concludersi con la proclamazione del vincitore. Si darebbe sicuramente più senso ad una serata che un tempo faceva riempire Barga vecchia.

Barga, con la Pro Loco, con i suoi commercianti, con ristoranti e la gente del castello, ha dimostrato in questi annidi essere un grosso patrimonio su cui il comune può  contare per organizzare le cose, ma non possono fare tutto da soli. Il comune, l’amministrazione che verrà a questo punto, potrebbe assumersi il compito di promuovere questa idea. Noi, se ce ne sarà bisogno, siamo pronti a fare la nostra parte. L’invito è a rifletterci sia per il comune che verrà che per la nostra Pro Loco che comunque ieri ha fatto grandi cose con i commercianti per la festa dei bambini.

Appuntamento dunque alla Befana 2020 nella speranza che qualche cosa sia andato in porto.

Tag: ,

Commenti

2


  1. buonasera e grazie per l’articolo molto esaustivo, ci chiedevamo, dunque, se la festa della Befana su a Barga anche per adulti quest’anno 2020 ritorni, si sa nulla?
    Grazie


  2. Ma perchè in occasione dell’ Epifania l’ Amministrazione Comunale non concede in uso gratuito il teatro a qualche associazione, gruppi che vogliono organizzare la Befana ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*