Le filastrocche della Valle ora son canzoni. Sabato 15 la presentazione del CD a Barga

-

Sabato 15 dicembre, presso la Villa di Riposo Giovanni Pascoli di Barga, alla presenza di parenti e autorità sarà presentato il CD realizzato dal Piccolo Coro Chiacchiere Sonore con la collaborazione dei nonni ospiti della Villa. I bambini del coro interpreteranno dal vivo le dieci canzoni contenute nel disco, prodotto dalla Benemerita G. Pascoli, che sarà successivamente distribuito gratuitamente  ai bimbi, alle famiglie degli ospiti e alle Scuole dell’infanzia e Primarie del territorio.

Ecco i protagonisti che ce ne parlano:

Come è nata l’idea di questo disco?

Gabriele Rigali: si tratta di un progetto che avevo in mente già da anni, durante l’insegnamento nella primaria F.lli Cervi di Filecchio. Con i ragazzi di classe quinta, musicai alcune filastrocche ispirate al libro realizzato dalla professoressa Alfreda Rossi Verzani “ La fola del topo riccio e molte altre ancora”. In maniera molto artigianale registrammo un’audiocassetta ed è da quel materiale che è tornata l’idea di questa raccolta di canzoni.

Rita Bonanzinga: Gabriele tornato a coordinare il Piccolo Coro Chiacchiere Sonore che avevamo istituito insieme ben 22 anni fa,  ha subito proposto a me e ad Anna Stella quest’idea che teneva nel cassetto. Da alcuni anni siamo soliti andare anche nelle Case di riposo della zona per portare gli auguri di Natale agli  anziani e in seguito a questi incontri, vedendo il bel rapporto che i bambini sanno instaurare con i “nonni”,  abbiamo iniziato a frequentare con gli ospiti della Villa di Riposo Giovanni Pascoli di Barga, un Laboratorio grafico/musicale sotto la guida della prof.ssa Sandra Rigali.

Anna Stella Poli: Questo progetto nasce dall’idea di ritrovare nella linea del tempo, canti e filastrocche che accompagnavano i bisnonni durante i giochi vissuti all’aperto nello loro pagine di vita bambina. L’intento è quello di trasmettere alle nuove generazioni una storia che nella sua semplicità appartiene alla nostra cultura.

Gabriele Rigali: La Direzione della Benemerita Pascoli ha accettato con entusiasmo di produrre questo lavoro musicale che rappresenta il primo step di un progetto di collaborazione tra i nostri bambini del coro e i nonni ospiti della Villa di Riposo. Per concretizzare le nostre idee in un CD, serviva un produttore musicale e arrangiatore ed ho subito pensato all’amico musicista Alessio Piacentini che insieme a me ha musicato le dieci filastrocche diventate canzoni. Durante la primavera  i nostri bimbi hanno imparato le canzoni e nei mesi estivi le hanno incise nello studio di Alessio.

Alessio Piacentini: i bambini sono stati fantastici e si sono divertiti a cantare e registrare le filastrocche dando, con la loro allegria, un contributo con simpatici interventi a sorpresa.

Per quanto riguarda le canzoni abbiamo cercato di utilizzare varie forme musicali unendo al passato delle parole, il presente dei suoni che circolano oggi nelle loro orecchie. Prima di ciascuna canzone abbiamo inserito alcune filastrocche recitate dai nonni e  registrate con loro nella Villa di Riposo.

Rita Bonanzinga: Dopo la presentazione ufficiale abbiamo già in previsione  alcune  serate durante le quali presenteremo al pubblico le Filastrocche. Inoltre vorremmo pubblicare il CD su Itunes nella versione canzoni + basi in modo che possa essere utilizzato per altri Progetti didattici ripercorrendo o arricchendo le idee racchiuse nell’album musicale.

Proseguirete nella collaborazione con gli anziani della villa?

Anna Stella Poli: Sì, dedicheremo l’ultimo sabato di ogni mese agli incontri con i nonni portando avanti il Laboratorio grafico/musicale guidato da Sandra Rigali e magari  il prossimo anno realizzeremo un altro progetto dedicato alle tradizioni e alla cultura del nostro territorio offrendo ai bimbi ulteriori esperienze che li facciano divertire ed imparare ad amare la musica, ma soprattutto li arricchiscano umanamente.

 

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*