Sei ore senz’acqua. E’ successo ieri a Barga.

-

“Sei di Barga se…. immancabilmente all’ora di pranzo e cena dai rubinetti non esce una goccia d’acqua” E ancora: “Oggi più di sei ore senza acqua, ora ne sta venendo giusto un filo, cosa ci aspetta? Il sindaco l’altra volta ci ha tenuto gentilmente informati via, via che le ore passavano, se anche stasera ci potesse fare sapere qualcosa gliene saremo grati”

Così ieri, fino alle 20, alcuni dei post sulla pagina Facebook Sei di Barga se… per i rubinetti a secco in una vasta area di Barga nuova, dalle 14 alle 20.

E’ successo in via del Cantoncello, via del Merlo, parte di via del Giardino Villaggio Unrra, la zona del Sacro Cuore ed altre aree rimaste all’asciutto, con ovvi problemi e disagi relativi alla preparazione della cena ed all’uso quotidiano dell’acqua che solitamente si fa in quelle ore. Era già successo la settimana precedente che questa zona di Barga rimanesse senza acqua per diverse ore e quindi il ripetersi della cosa ha creato esasperazione e proteste.

In realtà la risposta il sindaco ieri sera c’è stata. Era intervenuto

con un post pubblicato sulla sua pagina personale nelle ore in cui l’emergenza si concludeva: “Ho appena visto che anche oggi ci sono stati problemi con l’acqua in alcune zone di Barga. Siccome non sono spesso su FB, specie durante la giornata, vi invito, in questi casi, ad avvisare telefonicamente il Comune oltre che Gaia, in modo che ci possiamo interessare subito. A uffici chiusi il numero è quello del centralino 058372471 e un disco vi darà il numero della reperibilità tecnica”.

“Non può essere una pagina di un social media il luogo giusto e più appropriato per fare una segnalazione e per ottenere una risposta – ci ha poi detto stamani Marco Bonini – Il sindaco, o chi per esso, potrebbe anche non essere presente su Facebook e così ieri è stato per il sottoscritto. Se succedono cose come quella di ieri la prima cosa da fare è quindi chiamare Gaia e se non si trova soddisfazione ai propri quesiti invito ad vvertire gli specifici numeri di reperibilità del Comune, con i tecnici che poi si attiveranno per capire che cosa è successo e per dare la giusta comunicazione.

In effetti ieri un contatto con Gaia alcuni cittadini lo avevano avuto anche se la risposta alla fine non ha fatto che far infuriare ancora di più visto che gli orari di risoluzione del problema non sono stati rispettati: è stato risposto che l’acqua era stata tolta a causa di lavori effettuati da Enel che avevano interessato le pompe di alimentazione del deposito presente alla Mocchia e che il problema si sarebbe risolto verso le 17.

“Così purtroppo non è stato – ci spiega oggi anche il sindaco – perché i lavori di Enel si sono protratti più a lungo ed i depositi sono rimasti, senza l’ausilio delle pompe, all’asciutto e quindi non in grado di fornire in modo appropriato l’acqua soprattutto nelle ore più intense della cena”.

Speriamo che tutto questo non risucceda – conclude il sindaco – ma invito ancora una volta i cittadini a non fare troppo affidamento sui social, ma ad attivarsi con i metodi più tradizionali ed anche efficaci. Ricordo quindi di telefonare al Comune di Barga. L’unica maniera per avere tutti la giusta comunicazione e per consentire anche al nostro ente di attivarsi.”

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.