Parcheggi a Barga, a settembre c’è il problema ISI?

-

In un recente incontro tra commercianti e comune era emerso il problema parcheggio con la categoria commerciale che affermava che i parcheggi a Barga non sono sufficienti ed il Comune che rispondeva che i parcheggi per la parte nuova possono bastare, magari facendo solo qualche metro in più per lasciare l’auto. Ora però il problema rischia di riproporsi in forza. Con il prossimo 15 settembre riapriranno le scuole ed a Barga verrà a mancare l’ampio piazzale utilizzato da personale e i docenti dell’ISI di Barga in via dell’Acquedotto, piazzale adesso impegnato, e lo sarà fino al prossimo anno, dal cantiere dei lavori per la ricostruzione della nuova ala dell’ISI di Barga.

Si tratta alla fine di diversi posti auto, per la sosta più lunga di un’ora, che si dovranno ricercare negli stalli disponibili nella zona di Barga Giardino. Alcuni si trovano nel piazzale pubblico che si trova lungo via dell’Acquedotto, ma sono pochi e già utilizzati dai residenti e lo stesso discorso vale per i pochi stalli disponibili nei due parcheggi che sorgono lungo viale C. Biondi; altri si trovano nel piazzale Pertini accanto alla Fiat, ma anche in questo caso l’utilizzo del parcheggio è già notevole; ci sono infine gli stalli presenti presso gli impianti sportivi, i campi da tennis. Questo è il piazzale che secondo l’Amministrazione Comunale, verrà indicato e consigliato al corpo docente per lasciare l’auto e raggiungere le scuole dell’ISI, visto che al distanza è comunque di circa 5-600 metri.

“Sarà il consiglio che forniremo – ci spiega l’assessore ai lavori pubblici, anche se i docenti potranno ovviamente parcheggiare in tutti gli altri stalli disponibili per la sosta lunga, ma questo sarebbe quello più indicato per non gravare troppo i posti auto disponibili al Giardino ed utilizzati anche per il commercio.

Stiamo comunque affrontando il problema – continua Onesti – e cercheremo di trovare le soluzioni migliori per risolvere la problematica. Tra le ipotesi allo studio anche quella per snellire il traffico dei genitori che trasportano a scuola i figli. Prima oltre a via dell’Acquedotto si utilizzava per il transito anche il parcheggio ora occupato dal cantiere. L’idea allo studio è quella di limitare l’accesso delle auto in transito da via dell’acquedotto; magari consentendo l’operazione solo lungo il viale di Canteo, viale Cesare Biondi”.

Già sicuro comunque che nelle ore dell’arrivo e dell’uscita degli studenti l’area sarà presidiata anche dai Vigili Urbani. Comunque sia una situazione tutta in divenire ed allo studio, garantisce l’assessore Onesti.

“Faremo in modo – continua – di ridurre al minimo i disagi, chiedendo ovviamente la collaborazione e la pazienza di tutti visto che tutto questo avverrà per realizzare a Barga le scuole superiori del futuro, sicure e funzionali”

Certo è che la reale portata e problematica si potrà capire concretamente solo ad avvio delle scuole. C’è comunque chi pensa tra la gente ed anche tra i commercianti, che il problema non sarà di poco conto e che i disagi per la popolazione ed anche per i frequentatori delle scuole si faranno comunque sentire.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*