Le eco stoviglie: novità nelle sagre paesane

-

Cosa sarebbe l’estate senza le sagre? Piatti tipici, musica e divertimento a cielo aperto, non possono mancare ma il tutto deve essere anche “condito” con il maggiore rispetto possibile dell’ambiente. In che senso? Da quest’anno, gran parte delle sagre ha deciso di aderire al progetto di utilizzare stoviglie compostabili anziché di plastica, proposto dall’Osservatorio Rifiuti Zero e sostenuto dall’Amministrazione Comunale.
Alcune sagre, reduci dalla già avvenuta sperimentazione dell’iniziativa, hanno riscontrato importanti benefici nell’utilizzo del materiale compostabile rispetto all’ altrimenti necessaria raccolta differenziata: quest’ultima, infatti, è più impegnativa e meno vantaggiosa dal punto di vista ecologico visto che richiede lo smaltimento di abbondanti quantità di plastica.
Le nuove “eco-stoviglie” sono invece derivate da una bioplastica ottenibile da prodotti di natura organica, e dunque facilmente biodegradabili mediante cicli di compostaggio.
La natura organica del materiale permette inoltre l’utilizzo di un unico sacco dell’immondizia, eliminando l’ostacolo della separazione dei rifiuti, facilitandone la gestione e risparmiando tempo prezioso.
È sotto queste prospettive che, dunque, i vari comitati paesani hanno trovato un accordo che li vedrà impegnati in un acquisto collettivo del materiale eco-compostabile, facilmente reperibile grazie alla disponibilità dell’azienda locale Paperlynen. Un progetto comune che ė anche un invito a tutte le associazioni e tutti i comitati paesani ad aderire a questa iniziativa di grande impronta ecologica.
visti i benefici, sarà ancora più piacevole prendere parte alla vita paesana, spensierati e a cuor leggero, con un occhio di riguardo verso questo sto nostro pianeta che tanto ci offre e niente chiede in cambio se non un po’ di amore; come si suol dire “il mare è fatto di gocce”, questa è la nostra.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.