Stazione senz’acqua

- 2

“E’ una vergogna che non ci sia nemmeno una fontanella attiva, delle tre presenti, presso la stazione ferroviaria di Barga-Gallicano”. Lo scrive Francesco Leonardo Suffredini di Mologno, paese dove si trova la “stazione ferroviaria.

C’erano fino a poco tempo fa due fontanelle per l’acqua e ora sono state chiuse. Più di un anno fa era stato chiuso anche il bagno e la gente adesso fa i propri bisogni in giro ed ora non c’è nemmeno la possibilità di lavarsi le mani o darsi una rinfrescata, magari dopo un lungo viaggio in treno. Non mi sembra un bel modo per accogliere chi giunge alla stazione di Barga – Gallicano, frequentata anche da molti turisti stranieri che giungono nel comune di Barga”.

“Presso la stazione, dalla parte opposta della strada – ricorda Souffredini – fino a dieci anni orsono si trovava un’altra fontanella comunale, ma anche questa è chiusa da allora.

Al Comune ho fatto presente il problema in più di una occasione, ma mai mi è stato detto il perché di queste due chiusure e se il problema si poteva risolvere. Almeno si potrebbe riaprire la vecchia fontanella comunale se le altre due presso la stazione non è possibile.

Vorrei sottolineare che il problema non riguarda tanto noi che abitiamo nella zona e che l’acqua in casa ce l’abbiamo, ma i tanti visitatori ed i viaggiatori che utilizzano la stazione no. Ora qui non c’è più possibilità di utilizzare i servizi igienici e, adesso, anche di bere un sorso d’acqua”.

“Qualcuno – si domanda infine Suffredini – potrebbe intervenire?”

Tag: , , , , , ,

Commenti

2


  1. R: Stazione senz’acqua
    Certo quante piccole cose non funzionano nel nostro piccolo territorio. Ci tocca fare quasi sempre una figura barbina con chi, nonostante tutto, viene nelle nostre zone per turismo e anche nei confronti di tutti noi che ci viviamo.Giuseppe Luti.24-07-2015 – ore 19.54

  2. Ghiloni Valter


    R: Stazione senz’acqua
    Dal Tirreno di oggi sembra di capire che alle ferrovie è arrivata una bolletta di Gaia troppo alta.Normale…. E’ che set la mandano a noi c’è da pagarla e zitti, se la mandano a RFI si chiude la fontana….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.