Terremoto: intervista all’assessore Onesti

-

Come riportato nel precedente articolo sul terremoto di oggi, nel nostri comune si sta tornando sempre più alla normalità e alla normalità sta tornando anche tutta la macchina del sistema di protezione civile che nel nostro territorio si attiva in caso di terremoti.
Il COC, tanto per essere più precisi rispetto a quanto riportato, non è nemmeno stato aperto ufficialmente anche se il personale e gli addetti che di solito si attivano con il COC hanno svolto lavoro straordinario come quello che sta portando alla verifica degli edifici pubblici a cominciare dalle scuole del territorio.
Già verificate (e nessun problema riscontrato) le scuole medie di Barga e Fornaci, che sono sede di esame in questi giorni. Sono in corso i controlli anche negli istituti superiori anch’essi interessati dagli esami di maturità; controlli a cura in questo caso della Provincia. Proseguiranno anche domani e forse lunedì, i controlli nelle altre scuole del territorio ed anche nelle altre dove già si sono svolti sopralluoghi, come l’asilo nido di San Pietro in Campo, non sono stati riscontrati problemi o lesioni-
In via precauzionale, il comune di Barga ha emesso pochi minuti fa, sono adesso le 19,15, una ordinanza per la temporanea chiusura degli edifici scolastici dove ancora non si sono svolti controlli.
Per quanto riguarda il regolare svolgimento delle attività degli esami di maturità e di licenza media, quasi sicuramente da lunedì mattina tutto riprenderà senza ritardi.
Nel frattempo abbiamo sentito l’assessore Pietro Onesti, che in queste ore, insieme al sindaco del comune di Barga, Marco Bonini, è stato maggiormente impegnato a gestire la situazione dal punto di vista dei monitoraggi che spettano alla protezione Civile.

Potete ascoltare le sue parole nell’audio intervista che trovate in fondo a questo articolo.
In sostanza comunque Onesti rende noto che almeno secondo quanto appreso dagli esperti, non esiste alcun legame tra il sisma di oggi e quanto avvenuto più vicino a noi in gennaio anche se è difficile poter esattamente capire il comportamento ed il perché di fenomeni come questi se non si è degli studiosi.
Onesti non nasconde la notevole entità della scossa di oggi che fortunatamente si è verificata a pochi chilometri di profondità cosa che sicuramente ha reso meno ampi i danni: e ci spiega il perché. E tutto sommato definisce la situazione abbastanza tranquilla ed invita tutti a stare il più possibile (e per quanto è umanamente possibile in questi casi) tranquilli.
Ha anche lodato il comportamento della popolazione in questo frangente, sempre più preparata ad affrontare ed a gestire anche il panico, senza particolari esasperazioni e ci ha confermato che stanotte, almeno nel comune di Barga, stando così le cose non sarà aperto nessun punto di accoglienza. Nemmeno la macchina dei soccorsi sarà operativa anche se alcuni addetti rimarranno reperibili, pronti ad attivarsi in caso di necessità.
Ma tutti noi ovviamente ci auguriamo che non ce ne sia bisogno. E che la nottata passi il più possibile tranquilla.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.