Mologno finalmente più attivo e più sicuro

-

Ottime notizie per il paese di Mologno, che sta crescendo a vista d’occhio sia dal punto di vista delle infrastrutture, sia per quanto riguarda i servizi, grazie agli amministratori, agli investitori e soprattutto alla volontà dei molognesi di avere un paese più bello, più sicuro, più attivo.Intanto che il grande centro commerciale sorto nella zona davanti alla stazione procede a grandi passi verso il suo completamento, altre novità arrivano in paese. La prima, di cui le cronache avevano già parlato, è l’apertura di una nuova sede della Scuola Musica Barga che sabato 6 novembre scorso ha visto l’inaugurazione ufficiale nei locali dedicati nello stabile della stazione ferroviaria.
Presenti al taglio del nastro studenti e docenti, ma anche le autorità che più di tutte hanno creduto in questo progetto: il Sindaco Marco Bonini, l’assessore Gian Piero Passini, l’assessore provinciale Silvano Simonetti, il consigliere provinciale Arturo Nardini – che da vero molognese si è speso tantissimo per ottenere una sede anche in paese -; presente anche il presidente della Comunità Montana Media Valle Nicola Boggi e coloro che saranno i veri “padroni di casa”: Massimo Salotti, direttore della scuola di musica e Chiara Presciuttini, presidente dell’Associazione Musica Barga.
Ma a proposito della stazione ferroviaria, che ormai è un centro nevralgico della vita del paese, con l’ufficio postale, la biglietteria ferroviaria e Vaibus (da gennaio dovrebbe riaprire a pieno regime)e la scuola di musica, ci sono altre importanti novità.
Data la tipologia degli uffici che ospita, dati gli episodi di vandalismo e di vera e propria criminalità che negli anni si sono verificati attorno all’area, finalmente gli enti coinvolti hanno accettato di attivare un servizio di video sorveglianza all’interno e all’esterno dello stabile, così da dissuadere o acciuffare i malintenzionati che ancora una volta volessero delinquere da quelle parti.
Con un accordo tra Provincia di Lucca, Comune di Barga, Poste Italiane e Rete Ferroviaria Italiana che si impegnano a finanziare il progetto, entro gennaio verranno installate sei telecamere per tenere d’occhio cosa accade sui binari, nell’atrio e sul lato esterno che affaccia su piazza della stazione.
Soddisfatti l’assessore provinciale ai trasporti Simonetti, il sindaco di Barga Bonini e il consigliere Arturo Nardini che anche in questo caso ha lavorato da mediatore diretto tra i due enti, per un traguardo raggiunto che fungerà da “pilota” per eventuali altre criticità del territorio.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*