“L’ombra dei Burattinai”. Proseguono gli appuntamenti tra caffè e letteratura

-

Ancora un incontro letterario accompagnato da una buona caipiriňa al Caffè Centrale … Il Sogno di Fornaci, dove martedì 20 ottobre Venti d’Arte e Libertà Edizioni hanno promosso un nuovo libro, presentato dall’autore stesso.Il volume in questione è “L’ombra dei Burattinai”, scritto dal lucchese Alessandro Rindi, che nella sua opera approfondisce, senza la pretesa di dare risposte universali, i temi della vita, alternando brani di prosa a poesie. Il perché di questa scelta stilistica la spiega con una metafora: “immaginate di ammirare La Gioconda con l’accompagnamento musicale di un clavicembalo. Questo da la giusta sensazione e permette di entrare nel concetto; si affronta l’argomento con i tempi e i modi adeguati. Ecco, le poesie nel volume funzionano da colonna sonora in accompagnamento a quello che la prosa racconta”.
I temi affrontati, inoltre, vengono tutti da esperienze dirette e da riflessioni, tanto che Rindi descrive il libro come un pugno nello stomaco, perché porta allo scoperto questioni che troppo spesso, tutti quanti, preferiamo non affrontare coscientemente e sistematicamente: sono i “fili” che un qualche burattinaio sopra di noi manovra, e che, secondo lui bisogna rimuovere o almeno, imparare a gestire. Un tema così intimo ha acceso il pubblico, che ha partecipato alla presentazione dando vita a un appassionato dibattito su come sia possibile (o impossibile) andare in profondità nelle cose della vita (la morte, la paura, il senso di libertà) senza fermarsi alla superficie.
Come sempre, il ricavato delle vendite dei libri pubblicati da Liberà Edizioni andrà a finanziare la missione a favore dei bambini di Rio Branco in Brasile; come sempre, i volumi della casa editrice sono consultabili, acquistabili (molti anche in versione e-book) dal sito http://www.libertaedizioni.net/. Buona lettura.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.