Pia: il bilancio del nostro impegno sulla scuola

-

Un bilancio di quanto fatto in questi ultimi nove anni per la scuola. A tracciarlo in consiglio comunale è stato l’assessore all’Istruzione, Renzo Pia. Tanti investimenti sull’edilizia scolastica, ma anche particolare attenzione a mettere a disposizione fondi per la didattica e i servizi.Risultati raggiunti grazie alla collaborazione di Comune, Regione, Provincia, Comunità Montana, Conferenza dei Sindaci e tutto il mondo della scuola; risultati possibili – ha detto l’assessore Pia – grazie a una condivisione dell’importanza dell’educazione con il sindaco Sereni, i colleghi di Giunta e di Consiglio comunale, gli uffici. Investimenti che oggi si vedono anche nei numeri: il polo delle Superiori conta 1.015 iscritti (nel 1999 erano 550) mentre sono circa 900 gli alunni del Comprensivo. Il consiglio ha anche approvato all’unanimità un ordine del giorno con il testo del documento già condiviso da Conferenza dei Sindaci per l’Istruzione della Valle e tutti i dirigenti scolastici della Valle nel quale si chiede attenzione per le scuole di montagna, con un aumento di risorse finanziarie.
Sul versante della didattica ogni anno vengono investiti, fra fondi comunali, di Provincia e Regione, circa 200mila euro. Si tratta di progetti che vanno dalla lotta alla dispersione a quelli di didattica ambientale, passando per diverse attività, fra queste le culturali, musicali, sportive e ricreative. Per il diritto allo studio invece la spesa annuale è di 636mila euro così divisi: per la mensa vanno 315mila euro; 225mila euro invece per i trasporti scolastici; 28 mila euro per l’assistenza su scuolabus; 15mila euro per l’assistenza a studenti diversamente abili; 53mila euro sono per arredi. Questa la spesa annuale.
Nel corso dell’Amministrazione Sereni sono poi stati investiti sull’edilizia scolastica 9 milione e 500mila euro fra Istituto Comprensivo e Superiore. Sulle scuole dell’infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado la spesa è stata di 5 milioni e mezzo di euro divisa per 732mila euro a carico del Comune e ben 4 milioni e 775mila euro provenienti da finanziamenti di altri enti.
Per le Superiori il totale dei lavori eseguiti è di quasi 4 milioni di euro (535mila a Carico Comune e il resto proveniente da altri enti). Cifre che stanno a significare l’importante lavoro svolto dall’Amministrazione comunale e dall’assessorato all’istruzione nella continua ricerca di finanziamenti da poter investire sull’edilizia scolastica. Tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo sono state interessate da interventi di sistemazione a vari livelli (manutenzioni, antisismica, risanamento acustico) per renderle sempre più sicure e accoglienti: per la Materna di Filecchio è stato costruito un nuovo edificio (490mila euro) e praticamente è stata ricostruita anche la Media di Fornaci (spesi oltre 1 milione di euro). Qui è in fase di progettazione la sistemazione antisismica della palestra (432mila euro). In progettazione in questi mesi anche un nuovo edificio per ospitare la scuola primaria di Fornaci (spesa prevista quasi 2 milioni).

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.