Tag: cai

- 1 di Redazione

Ordigno bellico sulla Pania della Croce

APUANE- Ieri la stazione di Querceta del Soccorso Alpino e Speleologico toscano ha fornito supporto agli artificieri dell’Esercito per la rimozione di un ordigno inesploso ubicato in un canale del gruppo della Pania della Croce. L’ordigno, un’ogiva di piccole dimensioni, la cui presenza era stata segnalata e geolocalizzata dagli stessi soccorritori alpini, si trovava nel ripido canale centrale del Pizzo delle Saette. I tecnici del SAST hanno provveduto ad accompagnare sul posto gli uomini del secondo reggimento genio pontieri e hanno calato un militare nel canale per la valutazione della pericolosità. Effettuata la rimozione, l’ordigno è stato fatto brillare in sicurezza in una cava.

- 6 di Redazione

Per il miglioramento dei sentieri appenninici del territorio di Barga

MONTAGNA – Con lavori per 24 mila euro, finanziati grazie un contributo comunitario (Misura 8.5) tramite la regione Toscana, l’ASBUC di Barga ha completato nelle settimane scorse gli interventi per migliorare i sentieri montani Caciaia – Porticciola (sentiero 20 del Cai) e Caciaia – Basserella lungo il tracciato 00 di crinale appenninico. Due tratti di sentieri montani che si trovano nel territorio barghigiano e che sono molto frequentati dagli escursionisti. Come ci spiega il presidente ASBUC Giuseppe Nardini, si è provveduto alla ripulitura di alcuni tratti, alla riprofilatura ed il ripristino dei vecchi gradoni in pietra, intervento importante per scaricare l’acqua piovana nei punti più pendenti e limitare quindi i danni sul tracciato dovuti all’erosione. E’ stato inoltre sistemato il noto passaggio difficile nella zona di Porticciola dove sono stati creati alcuni gradoni. I lavori sono stati eseguiti  dalla coop. Pania di Corfino con  la supervisione del direttore dei lavori Pierangelo Biagioni. Gli interventi sono stati notati ed apprezzati dai…

- di Redazione

Riprendono le “Passeggiate domenicali in Garfagnana”

CASTELNUOVO DI GARFAGNANA – Riprenderanno domenica 14 Giugno “Le passeggiate domenicali in Garfagnana” , la bella iniziativa curata dall’Associazione polisportiva Vis Movendi che , dopo la forzata bocciatura delle passeggiate nelle Frazioni del comune di Castelnuovo progettate per il Festival delle Frazioni , ripartirà con il consueto entusiasmo anche se con le dovute precauzioni dettate dalle attuali norme preventive vigenti. Le passeggiate programmate saranno 4 per 4 domeniche consecutive e tutte avranno in comune il punto di partenza (Castelnuovo G.) ed il punto di arrivo (Fortezza di Mon’Alfonso) ma ogni volta il tragitto intermedio sarà diverso con una tappa di passaggio sempre nuova e suggestiva . Altre belle novità saranno la presenza di una guida ambientale ,che condurrà il gruppo sui sentieri di mezza costa alla scoperta dei segreti dei boschi garfagnini, della loro rigogliosa natura e dei paesi che attendono alla fine delle storiche vie mulattiere , il Pic nic nelle ampie praterie di Fortezza di Mont’Alfonso che sarà…

- di Dino Magistrelli

Serata degli auguri con il CAI Garfagnana

Il Cai Garfagnana, sezione “Robeto Nobili” di Castelnuovo,  organizza per stasera, venerdì 14 dicembre, alle 21, l’annuale  “Serata degli auguri”, che rappresenta un importante evento culturale-alpinistico per l’intera valle. Il programma dell’iniziativa è molto ricco, in particolare  grazie a Danilo Musetti (FOTO) che presenterà in anteprima i documentari realizzati durante le due spedizioni organizzate dal sodalizio garfagnino nel corso del 2018. Si tratta di due impegnative traversate, quella dell’isola del Madagascar, realizzata a maggio e quella della catena del Karakoram, in Pakistan, con oltre 350 km di percorso a piedi attraverso i ghiacciai più lunghi del pianeta, compiuta in agosto. Lo Speleoclub Garfagnana presenterà un filmato di esplorazione carsica subacquea mentre il Soccorso Alpino proietterà un breve filmato sulle attività che svolge per il soccorso in montagna. Durante la serata saranno aperti i seggi per le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo della sezione, mentre sarà anche l’occasione per consegnare i riconoscimenti a soci venticinquennali e cinquantennali.  Un brindisi…

- di Maria Chiara Marchetti

Anche la via Matildica tocca Barga. Sono passati in questi giorni 170 ragazzi emiliani

Dal 2 al 10 agosto 170ragazzi dai 16 ai 29 anni delle parrocchie di Novellara e di Fabbrico e Campagnola (Reggio Emilia) stanno prendendo ad un pellegrinaggio sul tratto della Via Matildica del Volto Santo cha da Novellara porta a Lucca. Anche questo è un altro itinerario sacro che passa in Garfagnana per raggiungere la chiesa di San Martino ed il Volto Santo di Lucca, ma partendo invece che dalla Lunigiana, dalle terre emiliane. Al pellegrinaggio, dove i ragazzi sono guidati da don Giordano Goccini, partecipano come accompagnatori e coadiutori logistici anche diversi soci Cai di Novellara. Dopo le tappe appenniniche i giovani sono passati anche da Castiglione Garfagnana, scendendo a Castelnuovo e poi risalendo a Cascio e sostando presso la chiesa del Sacro Cuore di Barga. Stamani sono diretti a Borgo a Mozzano accompagnati anche da alcuni soci del CAI di Barga e domani arriveranno a Lucca concludendo il pellegrinaggio a piedi. La loro avventura proseguirà poi in bus con il quale…

- di Ivano Stefani

Una escursione alla scoperta delle mulattiere di Fosciandora

Il CAI di Barga, in collaborazione con l’Istituto Storico Lucchese sezione di Barga, per domenica 11 marzo organizza una escursione, adatta a tutti, alle mulattiere di Fosciandora. Il ritrovo dei partecipanti alla stazione ferroviaria di Mologno alle ore 8,20 da dove, con le auto, verrà raggiunto il Ponte di Ceserana. Le mulattiere che saranno percorse fungevano da collegamento fra i diversi paesi gravitanti intorno alla rocca estense di Ceserana. La camminata sarà arricchita da osservazioni e informazioni storiche lungo tutto il tragitto che renderanno meno faticoso il cammino della durata di circa 4 ore e mezzo. Il dislivello per raggiungere i vari borghi (Ceserana, La Villa, Fosciandora, Riana, Migliano, Lupinaia) è di circa 600 metri. Pranzo al sacco con sosta adeguata lungo il percorso. Per iscrizioni ed informazioni Moscardini Pietro (058375399) o presso la sede del CAI a Barga in Via di Mezzo 49 aperta il venerdì dalle 21 alle 22,30. Chi non fosse socio dovrà fornire nome, cognome e…

- di Redazione

Gli enduristi riaprono la vecchia mulattiera di Tiglio

Spesso si rincorrono critiche tra chi utilizza la montagna, i suoi sentieri e le sue mulattiere. Qui da noi lo sport dell’enduro è assai diffuso, ma c’è chi non gradisce la presenza di queste moto lungo i sentieri, accusando i motociclisti di fare danni. A pensarla in modo opposto sono coloro che utilizzano moto, quad e fuoristrada per vivere la montagna facendo sport; secondo loro sono proprio gli enduristi o chi vive la montagna con i propri mezzi a preservare tanti antichi sentieri che altrimenti scomparirebbero invasi dalla vegetazione, perché inutilizzati. Così la pensa anche Nicola Fontanini, meglio conosciuto come Nicolino Prototipi, che insieme ad un gruppo di enduristi e motociclisti, tra cui anche Claudio Gigli e Federico Bechelli, hanno quasi concluso i lavori che hanno permesso di aprire la vecchia mulattiera che da Giuncheto porta a Tiglio. Una grossa frana aveva ridotto quasi all’impraticabilità un tratto del tracciato che rientra anche nel sentiero B1 del CAI che conduce a…

- di Redazione

Mondinata a Renaio

Mondinata sociale per il CAI di Barga che vi attende a Renaio domenica 29 ottobre dalle 14,30, presso l’exz scuola del paese.

- di Redazione

Ecco un bel progetto per i fruitori della montagna: Rete Radio Montana

Lo scorso 27 gennaio presso la sede CAI di Barga, è stato presentato il progetto di “Rete Radio Montana”. Una bella novità che potrebbe interessare a molti fruitori della montagna: escursionisti, cacciatori, fungaioli. Il progetto mira a coinvolgere tutti i possessori di radio ricetrasmittenti che vogliano aderire . Come? Facewndo rete; sintonizzando i propri apparecchi sulla frequenza PMR 8, 16 ossia canale PMR 8 subtono 16. Sarà questo infatti, nell’obiettivo del progetto, un canale dedicato a “Reteradiomontana” per fornire un prezioso interscambio di informazioni e se ci fosse bisogno di segnalare ad un altro utente una situazione di pericolo per attivare i soccorsi (a volte i telefonini non prendono). Per aderire al progetto oltre che essere in possesso di una radio ricetrasmittente c’è da registrarsi sul sito di “Reteradiomontana” (gratuito) e pagare la tassa di possesso della radiotrasmittente al Ministero (12 € annui).Alla serata in sezione hanno preso parte come esperti nelle radiotrasmissioni: il radioamatore Graziano Salotti, e Celestino Nardi…

- di Redazione

Una mostra per celebrare i venticinque anni del CAI di Barga

Tra le iniziative di cornice alla festa del centro storico merita una segnalazione anche l’interessante mostra fotografica e documentaria inaugurata ieri, giovedì 14 luglio, dalla sezione CAI di Barga, presso il museo Stanze della Memoria. La mostra è dedicata ai cinquant’0anni di vita del CAI di Barga, nato prima come sottosezione e poi cresciuta negli anni fino a divenire una sezione autonoma del CAI. L’esposizione propone una carrellata di foto, ma anche locandine, documenti ed attrezzature che narrano la storia del CAOI di Barga le attività che vengono svolte dalla sezione, i personaggi della montagna che grazie a questa sezione sono arrivati a Barga. Ad inaugurare la mostra, che adesso rimarrà aperta sino al 25 luglio, il presidente della sezione Pierangelo Carzoli con il sindaco di Barga, Marco Bonini.

- di Redazione

Incontro-racconto con Riccardo Carnovalini e Anna Rastello

Una bella serata dedicata alla montagna quella proposta dalla sezione Cai di Barga per venerdì 18 dicembre (ore 21,15 presso la sala consiliare di palazzo Pancrazi). In programma “PasParTu. A piedi senza meta nell’Italia che si fida”, incontro con Riccardo Carnovalini e Anna Rastello. Anna Rastello e Riccardo Carnovalini camminano insieme da alcuni anni, molti sono i viaggi che hanno intrapreso per scoprire regioni ed angoli ‘speciali’ del nostro paese, a volte con lo scopo di portare un messaggio di solidarietà, oppure per attirare l’attenzione su problematiche particolari. Il cammino più lungo, intenso ed imprevedibile che hanno condiviso, è stato PasParTu: Passi, Parole, Tu. Passi: quelli che hanno compiuto per unire le persone che li hanno accolti; Parole: quelle che hanno ascoltato per conoscere chi, giorno dopo giorno, ha donato loro il proprio tempo; Tu : perché si sono spogliati della loro individualità, per mettersi nelle mani dell’estraneo che li ha accolti alla sera e che ha stabilito la destinazione…

- 1 di Redazione

Riaperto il sentiero tra Barga e Fornaci

Buone nuove per gli amanti delle escursioni e del trekking ed anche per i molti turisti che visitano Barga ed il suo territorio anche per praticare attività escursionistica. A cura della sezione CAI di Barga è stato riaperto anche il percorso lungo la Via Vecchia, che unisce Barga. Il tratto fa parte del sentiero CAI B1 che permette di scoprire buona parte del territorio collinare tra Barga, Tiglio , Filecchio e Fornaci. Il percorso in questione era ormai chiuso da molto tempo a causa di una grossa frana che aveva spazzato via il tracciato in loc. Giuvicchia. Adesso il sentiero è nuovamente percorribile grazie alla realizzazione di una scalinata in legno che permette di oltrepassare la frana.

  • 1
  • 2