Tag: andreucci

- di Redazione

Un Rally Adriatico bollente: Ucci contro tutti, tutti contro Ucci

Si corre domenica il 29esimo rally dell’Adriatico, seconda prova del CIRT 2022. Dopo la vittoria al Val d’Orcia Paolo Andreucci parte da leader della classifica e nel ruolo di favorito. Ma sugli sterrati marchigiani non mancheranno avversari giovani e agguerriti. Al via anche l’altro equipaggio lucchese Dati-Ciucci.   Si riaccendono i motori del CIRT i fari manco a dirlo sono tutti puntati su Paolo Andreucci pronto dall’alto di una classe intramontabile a difendere la leadership conquistata nell’appuntamento di apertura al Rally della Val d’Orcia. Il pluricampione italiano, navigato da Rudy Briani su Skoda Fabia preparata da H-Sport, prenderà parte per la 19esima volta al rally dell’Adriatico che si correrà interamente nella giornata di domenica 15 maggio. La corsa ha spostato il suo quartier generale ad Urbino ed anche il tracciato di gara risulta inedito. Su questi sterrati, veloci ed impegnativi dove spesso il pilota fa la classica differenza, Andreucci ha trionfato in tre occasioni: 2009, 2012 e nel 2020, due…

- di Redazione

La dura legge di Ucci; subito a segno al rally della Val d’Orcia

La prima prova del CIRT 2022 è stata vinta dall’intramontabile campione garfagnino su Skoda Fabia affiancato alle note da Rudy Briani. Sul podio anche il rampante Battistolli e Costenaro. Sfortunati Dati-Ciucci che vedono sfumare un buon piazzamento. Prossimo appuntamento il Rally Adriatico a maggio.   In quel vortice di polvere… (tanto per citare un poeta di nome Fabrizio De Andrè) sbucava un certo Paolo Andreucci, detto Ucci e 12 volte campione italiano, che alla soglia dei 58 anni, li compirà ad aprile, non ha proprio voglia di appendere il casco al chiodo. Anzi, al rally della Val d’Orcia sugli sterrati senesi infarciti da paesaggi mozzafiato, è stato ancora lui a dettare la sua legge antica fatta di velocità, grinta, classe e applicazione (leggasi professionalità), applicazione quasi maniacale. A mettere il suo timbro ad una corsa che lo ha visto dominare la scena al di là dell’esiguo vantaggio conclusivo di soli 8″. In realtà la 13esimo edizione del Val d’Orcia, che…

- di Redazione

Claudio Arzà, il mago della pioggia, batte anche Andreucci

Lo spezzino Claudio Arzà su Skoda Fabia R5 vince il 28esimo rally del Ciocchetto – memorial Maurizio Perissinot. Sul podio anche il pluricampione italiano Paolo Andreucci. Terzo Gianluca Tosi. Corsa caratterizzata da una pioggia a tratti battente. Un nome nuovo dunque nell’albo d’oro del Ciocchetto disputato sempre e comunque nel ricordo di Icio Perissinot che ne fu l’inventore nel lontano 1992. Una corsa prenatalizia che in passato era stata accompagnata anche dalla neve. Stavolta a farla da protagonista invece ci si è messa la pioggia a tratti torrenziale che ha penalizzato le 55 macchine al via ma anche piloti e il pubblico accorso sulle rampe del Ciocco. Andreucci era il grande favorito ma una toccata nella prima tappa gli ha fatto perdere secondi preziosi che poi non sono facili da recuperare. Arzà è parso subito tra i più costanti e soprattutto non ha sbagliato nulla. Nella prima tappa di venerdì subito fuori Rudy Michelini e anche l’estroso Ciava è stato…

- di Redazione

Paolo Andreucci pronto alla sfida del rally delle Marche

Si corre sabato sugli sterrati del maceratese la corsa che servirà al campione garfagnino come ultimo test prima del gran finale al rally Liburna che deciderà il CIRT 2021. Al via anche il suo grande rivale Umberto Scandola. Sei le PS in programma. Ma sentiamo il campione garfagnino alla vigilia della corsa:  

- di Redazione

Andreucci finisce secondo al Vermentino; Terra più lontano

Il campione garfagnino ha chiuso alle spalle di Scandola che vincendo la corsa sarda si avvicina al titolo tricolore Terra 2021. Corsa “pazza” con i tre grandi a darsi battaglia ma con Ucci non ha mai dato l’impressione di poterla spuntare. Terra amara stavolta quella sarda per Paolo Andreucci che invece sempre nell’Isola aveva trionfato circa tre mesi fa, a giugno. Il 18esimo Nuraghi e Vermentino, quinta prova del CIRT 2021, rischia infatti di costituire il capolinea alle speranze e ambizioni tricolori del pluricampione di Castelnuovo Garfagnana. Affiancato alle note dal fido Rudy Briani sulla Skoda Fabia R5 Ucci è arrivato in Sardegna a ridosso del leader Scandola, a soli 3,5 punti al netto degli scarti, e quindi consapevole che vincere qui avrebbe rappresentato una svolta importante nella lotta al titolo tricolore, l’ennesimo di una carriera a dir poco formidabile condita da 11 titoli assoluti, record neppure avvicinabile al momento. Corsa un pò pazza e tempo inclemente almeno nel preludio…

- di Redazione

Andreucci-Scandola, aspra battaglia sulla terra della Sardegna

Prima giornata di gara al 18esimo Rally Nuraghi e Vermentino, quinta prova del CIRT 2021. La sezione di venerdì prevede due PS col doppio passaggio di Telti, di soli 5,8 km ma che potrebbe già fornire le prime indicazioni. Umberto Scandola e Paolo Andreucci sono i duellanti nella lotta al titolo tricolore. La partenza della corsa avverrà oggi alle ore 15. Le due speciali si disputeranno invece alle 15,49 e alle 18,10. Il clou sabato con la disputa delle altre 5 PS: 3 volte Monte Olia e 2 Oschiri.

- di Redazione

Andreucci vs Scandola, è l’ora della verità al Vermentino

Quinta prova stagionale del CIRT 2021 nel fine settimana sugli sterrati della Sardegna. Si corre il 18esimo Rally Nuraghi e Vermentino. Duello serratissimo al vertice tra Umberto Scandola e Paolo Andreucci separati da soli 3,5 punti. Sette prove speciali, un clima infernale e il cesenate Simone Campedelli a fare da terzo incomodo. Il Vermentino di Sardegna è un vino dalle origini molto antiche e ancora oggi molto dibattute: un nobile vitigno a bacca bianca di origini spagnole. Ma il Vermentino abbinato ai Nuraghi va inteso in questo caso anche come rally, quinta prova delle sei in programma nel campionato italiano rally terra 2021. Si riparte dopo un mese (7-8 agosto) dal Città di Arezzo che aveva segnato il secondo successo stagionale di Paolo Andreucci che va a fare 2-2 in termini di vittorie con Umberto scandola, grande rivale nella lotta al titolo 2021. La differenza in classifica di 3,5 punti al netto degli scarti la fa il San Marino dove…

- di Redazione

Uc…ci riprova sulla terra del Rally di Arezzo e Val Tiberina

Si corre sabato e domenica il 15esimo rall6y di Arezzo e Val Tiberina. Otto PS in programma sugli sterrati della Toscana meridionale. E’ la quarta prova del CIRT 2021 che vede Scandola saldamente al comando. Ma Paolo Andreucci, vincitore nel 2020, non ha ancora mollato. Un  week end che può essere decisivo per il CIRT oppure rimettere tuto in discussione. Si corre sabato e domenica il 15esimo rally Città di Arezzo – Val Tiberina. Al via oltre 100 equipaggi di nove nazioni diverse in una sorta di vero e proprio crocevia dei tanti campionati per cui è valida, peraltro per la serie Raceday assegnerà addirittura il titolo 2020-21. Ma è abbastanza logico che i riflettori sono puntati sulla sfida del CIRT: al via ben 28 R5, il top del rallismo attuale almeno a livello italiano. A metà del guado comanda Umberto Scandola, leader della classifica “terraioli” con la Hyundai i20,  e punto di riferimento per tutti gli altri. Il pilota…

- di Redazione

Dopo il Sardegna Andreucci vuol ripetersi al San Marino

Si corre venerdì e sabato la 49esima edizione del rally di San Marino, prova valida sia per il CIR che per il CIRT. Occhi puntati su Paolo Andreucci che dopo il successo in Sardegna vuole il bis all’ombra del Monte Titano. Al suo fianco torna Francesco Pinelli Il Sardegna di tre settimane fa ha detto una cosa chiara: chi vorrà vincere il CIRT 2021 dovrà fare i conti con Paolo Andreucci e con la sempre più affidabile Skoda Fabia R5 gommata MRF. E questo nonostante lo zero accusato dal campione garfagnino all’Adriatico. Insomma, il popolare Ucci, undici volte campione italiano rally il più titolato nella storia del rallismo italiano, ha confermato che per lui l’ora del tramonto non è ancora arrivata. Nella gara isolana era stato affiancato alle note da Rudy Briani mentre all’ombra del monte Titano tornerà Francesco Pinelli, ormai navigatore fisso del campione di Castelnuovo che pare carico e motivato per una nuova appassionante sfida. La lotta per…

- di Redazione

L’ora del vaccino anche per il pluricampione Paolo Andreucci

Mercoledì mattina all’opedale di Castelnuovo Garfagnana si è sottoposto alla vaccinazione contro il covid-19 anche Paolo Andreucci. Il grande pilota garfagnino, undici volte campione italiano rally si è sottoposto alla prima dose sotto la cura attenta del personale medico del Santa Croce. Ad inoculare il vaccino al popolare Ucci il medico Sergio Orlandi in veste di medico anestesista volontario vaccinatore.

- di Redazione

Strepitoso Paolo Andreucci, è ancora lui il Re di Sardegna

Intramontabile. Al Rally Italia Sardegna Paolo Andreucci, navigato da Rudy Briani, ha centrato la vittoria nella seconda prova del Campionato Italiano Rally Terra, portando sul gradino più alto del podio le MRF Tyres equipaggiate nella Skoda Fabia R5 Evo 2 del Team H Sport di Silvio Lazzara. Nella gara che si è svolta contestualmente all’appuntamento valido per il WRC World Rally Championship, il pluricampione italiano rally ha sbaragliato la concorrenza, infliggendo pesanti distacchi ai rivali. Sin dalla prima prova, l’undici volte campione italiano, supportato dalla scuderia M33 e Skygate, ha dettato legge sugli sterrati sardi in un rally a senso unico dove l’affermazione del garfagnino non è mai stata in discussione. Portandosi in testa sin dalle prime fasi di gara Andreucci con 9.9 secondi di margine, diventati 12.5 al termine del primo giro. Sulla ripetizione della lunga “Filigosu-Sa Conchedda”, di oltre 22 chilometri, il pilota M33 ha messo al sicuro l’affermazione con la terza vittoria consecutiva di speciale. Distacchi pesanti…

- di Redazione

Paolo Andreucci al Rally Italia Sardegna secondo round del CIRT

Torna l’appuntamento con il campionato Italiano Rally Terra per Paolo Andreucci. Il pluricampione garfagnino sarà al via del secondo round che si disputerà sugli sterrati sardi contestualmente alla prova del campionato del mondo. Il popolare Ucci andrà dunque in cerca di riscatto nella gara sarda, visto l’avvio di stagione davvero sfortunato all’Adriatico. Un rally conclusosi non nel migliore dei modi, ma dove era comunque riuscito a dimostrare il potenziale nello shakeodwn che aveva preceduto la gara. La vettura con la quale prenderà lo start, è sempre la Skoda Fabia R5 Evo2 del Team H Sport di Silvio Lazzara, con le coperture MRF Tyres e sarà supportato dalla scuderia M33 e Skygate. Ad affiancare Paolo Andreucci, in questa occasione non ci sarà il navigatore barghigiano Francesco Pinelli, assente per impegni personali, ma ritorna sul sedile di destra Rudy Briani. Saranno quattro le prove speciali che i piloti del Rally Italia Sardegna valido per il CIRT impegneranno per darsi battaglia. Dopo l’antipasto…