Tag: 25 aprile

- di Redazione

A Tiglio si è rinnovato il rito delle “Rogazioni”

TIGLIO –  BARGA – Le  “Rogazioni”sono delle suppliche, delle preghiere fatte con una certa decisione per invocare il buon raccolto nei campi e sono recitate in latino. Si tratta di un rito cristiano ripreso da una pratica pagana da Papa Liberio nel IV secolo, con lo scopo preciso di chiedere al Signore la protezione dei campi e del raccolto ma soprattutto di allontanare qualsiasi catastrofe Ancora oggi nella nostra provincia in alcuni luoghi viene vissuta come un tempo. E così avviene nel piccolo borgo collinare di Tiglio, nel comune di Barga. Ogni anno a Tiglio Alto parroco Don Giuseppe Cola celebra questi rito e ad ogni croce si ferma e invoca l’aiuto del Signore. Don Cola si è fatto supportare quest’anno, vista l’età avanzata, anche dal proposto di Barga don Stefano Serafini, ma non ha voluto mancare a questa tradizione, indossando peraltro con orgoglio cappello di Canonico del duomo di Barga, carica a cui è stato insignito qualche anno fa. Una volta…

- 1 di Redazione

Il XXV Aprile a Sommocolonia e Barga

Forse non la gente che si era vista lo scorso anno, ma comunque è stato discreto di certo l’afflusso a Sommocolonia per la speciale giornata dedicata a ricordare il senso del XXV aprile in un modo sempre diverso ed originale nonostante ormai così avvenga da diversi anni a questa parte. E’ tornata infatti ieri la “Passeggiata della Libertà” organizzata dalla Pro Loco con Arca della Valle e Comune di Barga, che dal piazzale Matteotti di Barga raggiunge, dopo una bella camminata lungo l’antica mulattiera, il paese di Sommocolonia. Altra gente è poi salita a Sommocolonia in auto successivamente e così anche ieri il piccolo borgo è stato animato dalla presenza di tante persone. In paese c’è stato ovviamente anche un momento istituzionale con la deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti partigiani di Monticino (ed al ricordo del tenente John Fox), al monumento ai caduti in piazza della Chiesa di Sommocolonia ed alla Rocca di Sommocolonia. L’iniziativa, organizzata…

- di Redazione

Per il XXV Aprile

Per celebrare nel comune di Barga il 25 aprile, il giorno in cui si ricorda la fine per l’Italia della seconda guerra mondiale e dell’occupazione nazifascista, amministrazione comunale, pro loco Barga e ANPI (associazione nazionale partigiani) sezione comune di Barga, hanno in programma due appuntamento. Giovedì 25 aprile alle 10, si potrà prendere parte alla ottava edizione ella Passeggiata della Libertà che dal piazzale Matteotti raggiunge il paese di Sommocolonia. Qui alle 11,30, nel  luogo simbolo della resistenza con la tragica battaglia del 26 dicembre 1944 verranno deposte corone di alloro al monumento ai caduti in piazza della chiesa, presso il monumento di Monticino che ricorda il sacrificio di tanti partigiani caduti ed alla Rocca della Pace.

- di Redazione

A Sommocolonia per ricordare il 25 aprile con la Passeggiata della Libertà

Il 25 aprile a Barga e dintorni si festeggia ormai da molti anni con una passeggiata simbolica a Sommocolonia, tra divertimento, svago, buona tavola e celebrazione  della Gionata della liberazione e della fine della guerra. Cuore dell’evento il paese di Sommocolonia, al centro il 26 dicembre del 1944 della unica battaglia, oltretutto davvero sanguinosa con un centinaio di vittime tra civili, partigiani e soldati americani e tedeschi,  che si è combattuta in Valle del Serchio durante la seconda guerra mondiale. Luogo simbolo quindi per una giornata simbolica; con i resti della rocca di Sommocolonia, distratti proprio nel dicembre ’44 dai proiettili dell’artiglieria americana che il tenente John Fox fece dirigere sulla sua postazione pur di fermare l’avanzata dei tedeschi, che accoglierà nel suo bel prato i partecipanti alla giornata. Molti giungeranno da Barga a piedi, attraverso la vecchia mulattiera che in 4 km molto ripidi ma bellissimi, sale in paese. La partenza della passeggiata, che si intitola “Passeggiata della Libertà”,…

- di Redazione

La carica dei 500 per il 25 aprile di Sommocolonia

Edizione da record per la bella giornata dedicata a celebrare l’anniversario della liberazione, con il consueto ritrovo di svago e di ricordo nel paese di Sommocolonia per il 25 aprile. Mai così tanta gente avevamo visto alla Passeggiata della Libertà organizzata dalla Pro Loco, che dal piazzale Matteotti di Barga raggiunge, dopo una bella camminata lungo l’antica mulattiera, il paese di Sommocolonia. Forse 500 persone hanno preso parte e tanta e tanta gente di più è poi salita a Sommocolonia dove c’è stato ovviamente anche un momento istituzionale con la deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti partigiani di Monticino (ed al ricordo del tenente John Fox) ed al monumento ai caduti in piazza della Chiesa di Sommocolonia dove il sindaco ha peraltro annunciato che nel giro di un mese dovrebbero partire i lavori per la valorizzazione dei resti e del parco della Rocca e per la conclusione dell’intervento al museo e punto ristoro che si trova nell’area…

- di Marco Tortelli

La seconda guerra mondiale nella parole di Bruno Nannini e nelle immagini girate dalle forze di liberazione

COREGLIA – Nell’ambito delle celebrazioni dell’anniversario della liberazione d’Italia, per il 2018 assessorato e ufficio cultura del Comune di Coreglia hanno deciso di puntare sulle testimonianze dirette dal nostro territorio. Il 24 aprile, di mattina in modo da permettere la partecipazione alle classi delle scuole medie, al teatro comunale Alberto Bambi abbiamo quindi potuto ascoltare dalla viva voce del protagonista l’impressionante racconto della vicenda personale di Bruno Nannini, diciotto anni all’epoca dei fatti, oltre che assistere ad alcuni brevi spezzoni video girati dalle truppe di liberazione a Ghivizzano e Coreglia, materiale reso disponibile grazie alla collaborazione della dottoressa Sara Moscardini, direttrice della sezione barghigiana dell’Istituto Storico Lucchese. Dopo i saluti delle autorità comunali, la professoressa Giovanna Nannini (figlia di Bruno) ha tracciato una sintetica descrizione del contesto storico dall’armistizio dell’8 settembre 1943 fino alla nascita della Repubblica Sociale di Salò, prima di cedere la parola al padre ed alla sua storia vissuta nel lontano 1944, ma scolpita nella memoria fin nei…

- di Ivano Stefani

La memoria della resistenza con voce di donna

L’inizio della celebrazione del 25 aprile anniversario della Liberazione dal giogo nazifascista, festa di libertà, nel Comune di Barga è scattata sabato pomeriggio 21 aprile a Fornaci, Piazza del Tricolore, stazione ferroviaria, biblioteca “Gli Incartati”. L’associazione culturale fornacina “Gli Incartati” insieme all’ANPI sezione di Barga, all’Istituto Storico Lucchese sezione di Barga, all’Amministrazione locale, all’ISREC Lucca, all’Associazione Ricreativa Sommocolonia, a Tra le righe libri e all’ISI di Barga hanno organizzato un incontro dal titolo “La memoria della Resistenza con voce di donna”. Dopo l’introduzione di Alessio Vanni, quella di Mauro Campani e Giovanna Stefani la parola è passata ad Andrea Giannasi che ha presentato materiale inedito, foto e filmati dell’ottobre 1944, inerenti la guerra della FEB brasiliana a Barga. È seguita la presentazione della scrittrice Elena Bono da parte di Silvia Angelini dell’ISREC, intervallata da poesie sulla Resistenza e sui resistenti composte dalla poetessa Bono lette da Arianna Biagini e una interpretazione di Marco Tosi della poesia di Roberto Lerici “Mio…

- di Redazione

Tante iniziative nel segno e nel senso del XXV Aprile

Per celebrare la ricorrenza del XXV aprile ed il significato di questa giornata l’Istituto Storico Lucchese, sezione di Barga, in collaborazione con ANPI Barga, ISREC Lucca e altre realtà locali, ha promosso alcune iniziative che si sono aperte sabato scorso: presso la Biblioteca degli Incartati a Fornaci di Barga si è svolto l’incontro  “La memoria della Resistenza con voce di donna”: letture di poesie di Elena Bono e di memorie della Resistenza a cura di Arianna Biagini e Marco Tosi. Durante la giornata la presentazione di un video inedito sulla Liberazione di Barga a cura di Andrea Giannasi e l’introduzione ad una relazione recentemente desecretata dagli archivi americani riguardante la battaglia di Sommocolonia, a cura di Sara Moscardini e James Pratt. L’evento è alle 17.00. Le iniziative proseguono martedì 24 aprile alle ore 11 presso l’Aula Magna dell’ISI di Barga conMargherita Scotti (ricercatrice indipendente, Istituto Ernesto De Martino) che introdurrà al tema “Le lettere dei condannati a morte della Resistenza: l’individuo…

- di Redazione

Per il XXV Aprile tante iniziative nel comune di Barga

L’Istituto Storico Lucchese, in collaborazione con ANPI Barga, ISREC Lucca e altre realtà locali, promuove alcune iniziative in occasione del prossimo 25 aprile. Sabato 21 aprile presso la Biblioteca degli Incartati a Fornaci di Barga (sopra la Stazione) “La memoria della Resistenza con voce di donna”: letture di poesie di Elena Bono e di memorie della Resistenza a cura di Arianna Biagini e Marco Tosi; presentazione di un video inedito sulla Liberazione di Barga a cura di Andrea Giannasi; introduzione ad una relazione recentemente desecretata dagli archivi americani riguardante la battaglia di Sommocolonia, a cura di Sara Moscardini e James Pratt. L’evento è alle 17.00. Martedì 24 aprile alle ore 11.00 presso l’Aula Magna dell’ISI di Barga Margherita Scotti (ricercatrice indipendente, Istituto Ernesto De Martino) introduce al tema “Le lettere dei condannati a morte della Resistenza: l’individuo come protagonista”. Mercoledì 25 aprile a Sommocolonia, durante le cerimonie di deposizione delle corone, sarà presentata la relazione recentemente desecretata.

- di Redazione

In centinaia a Sommocolonia per rendere omaggio al significato del 25 aprile

Sommocolonia è il luogo della memoria, è il luogo del doveroso omaggio a tutte le vittime della guerra di liberazione ed a tutte le vittime dei soprusi e della violenza di tutte le guerre. Questo da tempo ormai lontano, da quel 26 dicembre 1944 quando a Sommocolonia, a causa di una controffensiva tedesca, tra soldati, partigiani e civili alla fine persero la vita circa un centinaio di persone. Sommocolonia da qualche anno a questa parte è diventato però anche il luogo per riscoprire la voglia e la gioia di una giornata da trascorrere insieme, festeggiando l’arrivo della bella stagione, ma anche il piacere di ritrovarsi. E’ il luogo indubbiamente scelto da sempre più barghigiani per trascorrere il 25 aprile; celebrando un anniversario che sarebbe meglio non dimenticare mai, e soprattutto ricordando il sacrificio di chi oggi ci permette di vivere in libertà e democrazia, ma anche festeggiando l’orgoglio di appartenere ad una bella comunità, che vive in un territorio bellissimo;…

- di Sara Moscardini

Iniziate le celebrazioni del 25 aprile

Nonostante il tempo inclemente sono state tante le persone che questa mattina si sono raccolte a Barga nell’inizio di un lungo fine settimana dedicato al settantunesimo anniversario della Liberazione del Paese dal nazifascismo.La mattinata è è iniziata a Tiglio Basso dove, alla presenza delle autorità cittadine e di tanti paesani, è stata scoperta una lapide (ricollocata dopo il restauro a cura dell’ANPI Barga) che ricorda il sacrificio dei partigiani Aladino Mencacci e Giocondo Gonnella, morti durante la battaglia di Sommocolonia del 26 dicembre 1944.Tappa successiva Palazzo Pancrazi, gremito di gente e rappresentanti di associazioni locali e versiliesi, dove si è tenuto il convegno “Noi ricordiamo. Storie di Resistenza”. Il convegno, promosso da Comune di Barga, ANPI Barga, Istituto Storico Lucchese e Museo della Liberazione di Lucca, ha voluto ricordare il partigiano seravezzino Amos Paoli, nativo di Barga, Medaglia d’oro al valor militare, e i tre partigiani locali Mario Buoni, Franco Tognarelli e Egeo Valle. Ai saluti delle autorità è seguita…

- di Redazione

Gli eventi del XXV aprile. Si parte da Tiglio e si finisce a Sommocolonia

Tante le iniziative promosse a Barga da Comune, ANPI Barga, Istituto Storico Lucchese sez. di Barga, Museo della Liberazione di Lucca per celebrare la ricorrenza della Liberazione, il 25 aprile. Si comincia sabato 23 aprile alle 9,30 a Tiglio dove avverrà la scopertura di una lapide restaurata a cura della sezione ANPI di Barga in ricordo dei partigiani Giocondo Gonnella e Aladino Mencacci. Alle 10.30 presso la sala consiliare di Palazzo Pancrazi si terrà il convegno “Noi ricordiamo. Storie di Resistenza”. durante il quale si svolgerà la commemorazione di Amos Paoli (Barga, 1917-Massarosa, 1944), partigiano, Medaglia d’oro al valor militare, a cura del prof. Giovanni Cipollini (ANPI Versilia). Ci sarà anche la proiezione della testimonianza di Solidea Paoli, sorella di Amos, che sarà presente all’incontro Il convegno si chiuderà con “Storie di casa nostra” alla scoperta di figure barghigiane della resistenza (Mario Buoni, Franco Tognarelli, Egeo Valle) Seguirà la scopertura di una targa commemorativa ad Amos Paoli presso le Stanza…

  • 1
  • 2