Monopoli? No, grazie… qui si gioca a… Bargopoli

- 1

BARGA – Si chiama Bargopoli ed è una idea veramente geniale di alcuni ragazzi  barghigiani che hanno inventato e realizzato materialmente un gioco da tavola che si ispira al famosissimo Monopoli; ma che il monopoli non è.

Il gioco è tutto in chiave barghigiana con al posto del classico vicolo Largo o vicolo Stretto e così via, i nomi delle vie e delle località barghigiane. Ad esempio, il costoso Parco della Vittoria è sostituito dalla casella del  Duomo di Barga ed anche tutte le altre caselle più in del Bargopoli sono zone residenziali o belle di Barga.

Gli ideatori geniali di questo gioco sono Maria Alice, Antonio, Giulia e Luca che ci tengono subito a precisare che questa è stata una cosa fatta a scappa tempo e per gli amici. Un progetto che è stato sviluppato con un lavoro che ha portato via quattro mesi di tempo e che è iniziato con la “riscrittura” tutta in chiave barghigiana del classico gioco. Anche i cartoncini delle probabilità e degli imprevisti si riferiscono tutti a fatti, luoghi, cose di Barga e dintorni… tipo: “Vai a piazza dell’Annunziata senza passare dal via” e così dicendo…

Di Bargopoli ne sono stati realizzati cinquanta esemplari:

“Era il minimo delle scatole che potevano ordinare – ci raccontano – e così ci siamo impegnati a realizzare questa piccola produzione che è stata faticosa. Oltre alla stampa di scatole, la carta di gioco ed i cartoncini delle proprietà e di probabilità ed imprevisti, per i quali ci si è dovuti affidare ad una tipografia, il lavoro forse più ingegnoso è stato studiare prima ancora tutto il progetto con nomi e tutto il resto… ma anche quello ‘materiale’ è stato tosto: tutte le case e gli alberghi sono stati fatti in legno ed a mano.. e poi le scatole complete sono state assemblate e preparate una ad una!”

Niente è stato lasciato al caso o tralasciato, compreso naturalmente il denaro di Bargopoli, stampato con sopra effigi legate a Barga o alla sua storia fiorentina.

Mercoledì scorso c’è stata la prima “partita ufficiale” fatta tra alcuni degli ideatori e degli amici e da due giorni Bargopoli è anche debuttato con alcune immagini sui social, specialmente su Instagram, con una direct line che ai primi cinquanta che hanno cliccato ha permesso di accaparrarsi una delle scatole del gioco.  In poco tempo tutti i Bargopoli erano già prenotati ed in poco tempo la notizia del gioco ha fatto il giro dei social.

“Guadagni? Assolutamente no – ci tengono a precisare gli ideatori – come detto questo progetto nostrano; è stato solo per nostro divertimento. Chi prende la scatola paga solo un rimborso spese del costo vivo sostenuto per la stampa”.

Commenti

1


  1. What a fun idea, and very creative, If you ever produce these for sale to the public I would buy one. I could take a little bit of Barga back to England, I’ll look out for this on my next visit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.