Sistema Garfagnana: innovazione verso la trasformazione digitale delle Amministrazioni.

-

GARFAGNANA – Dal 13 al 16 ottobre presso la Fortezza da Basso di Firenze si è svolta Earth Technology Expo, una vetrina importante di rilievo internazionale per condividere le nuove frontiere della tecnologia e dell’innovazione. In questo contesto, l’Unione Comuni Garfagnana è stata invitata per presentare i servizi WebGIS che hanno permesso il monitoraggio attivo della diffusione del Covid-19 in Garfagnana. Nelle fasi iniziali della pandemia, del resto, la rapida espansione del Covid-19 a livello nazionale ha spiazzato molti Enti che non sono riusciti a fornire un’assistenza adeguata alla popolazione.

L’Unione Comuni Garfagnana è riuscita, grazie all’infrastruttura tecnologica a disposizione e alla professionalità del  personale, a fornire una risposta tempestiva per la gestione di questa importante problematica. In questa situazione di emergenza, considerando i ridotti tempi per l’analisi e la progettazione, l’approccio è stato quello di creare un prototipo del servizio WebGIS in grado di evolversi per adattarsi anche alle esigenze non individuate in fase di progettazione. Il sistema sviluppato ha consentito un supporto all’AUSL e al personale del 118 per quanto riguarda il monitoraggio e l’assistenza agli isolamenti volontari, ai casi posti in quarantena e ai residenti in Quarantena con Tampone Positivo da Covid-19.

Il sistema si è rivelato uno strumento utile per informare i Sindaci, per fornire dati alla Polizia Municipale e alle Forze dell’Ordine per svolgere i controlli stradali e per trasmettere dati al servizio GEA per lo smaltimento dei rifiuti infetti. Successivamente, il servizio è stato esteso anche ai comuni facenti parte dell’Unioni Comuni della Media Valle del Serchio, ottenendo così una gestione dell’emergenza sanitaria a livello di Ambito Territoriale. Per quanto riguarda gli strumenti di analisi e comunicazione dei dati riguardati la diffusione del Covid-19, sono state impiegate le stesse tecnologie innovative adottate dalla Johns Hopkins University e dalla Protezione Civile Nazionale. Durante la presentazione è stato evidenziato come la Garfagnana che dispone di un moderno Sistema di Protezione Civile (SIPC) che gli ha consentito di monitorare la diffusione del Covid-19, intenda impiegare questa risorsa per creare un Sistema Garfagnana in grado di gestire il territorio in tutte le sue complessità.

Il Sistema Garfagnana dal punto di vista tecnologico è una Piattaforma basata su cloud GIS che utilizza un modello SaaS (Software-as-a-Service) per sviluppare progetti e servizi che consentano la condivisione e l’analisi delle informazioni geografiche anche in tempo reale, offrendo un supporto fondamentale alle decisioni.

In realtà questo sistema va oltre l’aspetto dell’infrastruttura tecnologica. È infatti un Ambiente in cui condividere il sapere e la conoscenza territoriale per salvaguardare, promuovere e sviluppare in modo sostenibile il territorio. L’idea è di impiegare questo Ambiente trasversalmente a tutte le necessità delle realtà presenti in Garfagnana, adottando un’unica banca dati geografica in grado di offrire una maggiore integrazione alle politiche di gestione del territorio in atto e potendo prefigurare ulteriori future implementazioni. Inoltre “parlare una lingua comune” consente un più facile scambio di informazioni e risorse progettuali tra gli uffici dei vari Comuni e dell’Unione.

Il Sistema offre la possibilità di sviluppare progetti in sinergia e collaborazione tra le diverse realtà territoriali. Nel caso, infatti, di attività volte alla promozione e alla valorizzazione territoriale può favorire l’implementazione di soluzioni e servizi mirati a sviluppare il territorio in modo sistemico, contribuendo ad invertire il trend negativo del depauperamento.

L’implementazione di questo Ambiente tecnologico per fare sistema e guidare l’Unione Comuni Garfagnana verso la trasformazione digitale delle PA è stata particolarmente apprezzata, dagli organizzatori, dai tecnici, dal pubblico e dalla Dirigenza di ANCI Toscana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.